La fondazione di parole

IL

PAROLA

AGOSTO, 1908.


Copyright, 1908, di HW PERCIVAL.

MOMENTI CON GLI AMICI.

 

Credi nell'astrologia come scienza? In tal caso, in che misura deve essere considerato relativo alla vita e agli interessi umani?

Se l'astrologia è, allora l'astrologia è una scienza. Come indica la parola, l'astrologia è la scienza delle stelle. Crediamo che l'astrologia sia una delle più grandi scienze, ma crediamo anche che la stragrande maggioranza di coloro che parlano di astrologia, che lanciano oroscopi o predicono eventi futuri, conoscono poco più del profilo più scarso di alcuni degli aspetti fisici dell'astrologia . Crediamo molto nell'astrologia e molto poco negli astrologi conosciuti. Un astrologo è colui che conosce le leggi che governano i corpi nello spazio, nel loro lavoro interiore ed esteriore, le influenze che provengono e agiscono su questi corpi nella loro relazione reciproca, e le leggi che governano e controllano queste influenze nella loro relazione reciproca e la loro azione sull'uomo.

Un astrologo è colui che sa tutto questo, ma un astrologo non è colui che parla di ciò che sa. Sa che non può rimanere un astrologo e raccontare eventi del passato o prefigurare e prevedere eventi futuri e, per il servizio, ricevere denaro. Un astrologo, nel vero senso della parola, deve aver superato le cose del mondo e essere salito al di sopra del mondo per diventare un conoscitore delle stelle e tutto ciò che si intende per "stelle". Perché crediamo che le stelle non siano realmente conosciute, nemmeno dai seguaci di una scienza così esatta come l'astronomia. L'astronomia si occupa dei movimenti, delle magnitudini, delle distanze e della costituzione fisica dei corpi celesti. L'astrologia è la scienza occulta o segreta dell'astronomia. Crediamo che quei piccoli punti di brillantezza in ciò che chiamiamo il cielo significino molto più per noi di quello che qualsiasi astronomo o astrologo, scrivendo sotto quel titolo, ci ha mai raccontato.

Le stelle si riferiscono alla vita e agli interessi umani nella misura in cui possiamo apprezzarli e capirli. Manterranno sempre l'interesse della mente umana.

 

 

Perché il momento della nascita nel mondo fisico influenza il destino dell'ego per quell'incarnazione?

Il "momento" della nascita è importante per il futuro dell'ego perché in quel momento si trova in una condizione molto critica e tutte le impressioni ricevute avranno effetti duraturi. Ciò che viene fatto non può essere annullato. Le influenze che prevalgono al momento della nascita devono avere un effetto peculiare sulla vita futura perché a causa della preponderanza dell'influenza influenzerà il sensibile corpo astrale. Prima di venire al mondo, il corpo dipende per il suo sostentamento dalla vita fisica del suo genitore. Vive nel mondo solo per procura. Vive in un mondo all'interno del mondo fisico. Non ha ancora respirato il proprio respiro, che è l'inizio della sua vita senziente indipendente. Al momento della nascita il corpo è separato dal suo genitore e non respira più per procura, ma trae il proprio respiro dal proprio ego genitore. Il corpo non è più modellato o protetto dal mondo esteriore e dalle influenze del corpo di sua madre; vive nel mondo nel suo stesso corpo, senza alcuna protezione o copertura fisica. Tutte le influenze quindi che prevalgono in quel momento si imprimono indelebilmente sul corpo astrale appena nato, che è quindi come un film o una lastra pulita, pronto a ricevere tutte le impressioni e le influenze, che vengono portate nella vita, anche se il corpo fisico può portare una cicatrice o un marchio inflitto nella prima infanzia. Per questo motivo il momento della nascita è importante e influenzerà l'aldilà nel mondo.

 

 

In che modo il momento della nascita determina il destino di ognuno nel mondo?

Che il momento della nascita nel mondo possa determinare il nostro destino in cui crediamo, ma che decide sempre il destino in cui non crediamo. Il destino è determinato alla nascita solo quando si è disposti a vivere esattamente secondo lo slancio ricevuto al momento della nascita. Al momento della nascita il corpo astrale del bambino è come una lastra fotografica fortemente sensibilizzata. Immediatamente è esposto al mondo fisico, le influenze prevalenti sono impresse su di esso. Il primo respiro del bambino registra le influenze e le impressioni sul corpo profondamente sensibilizzato, e queste impressioni sono fissate sul corpo astrale del bambino appena nato più o meno allo stesso modo delle impressioni ricevute e conservate su una lastra fotografica. Vivere secondo il proprio destino è quindi seguire i suggerimenti indicati e vivere secondo le impressioni ricevute al momento della nascita. Queste impressioni sono sviluppate con lo sviluppo del corpo e l'uso della mente. Queste impressioni stanno sullo sfondo e proiettano le loro immagini sulla mente e la mente ha il suo destino dato da queste immagini. Può, la mente, agire secondo gli impulsi e i suggerimenti provenienti dalle impressioni o può tracciare un percorso molto diverso dalle impressioni ricevute. Tutto dipende dalla mente o dall'ego, se è abbastanza forte e volontà di fare un lavoro nel mondo diverso da quello che è suggerito dalle influenze natali.

 

 

In che modo le influenze alla nascita, o il proprio destino, cooperano con il karma dell'ego?

Il karma è il risultato di ciò che uno ha pensato e fatto; ciò che uno ha pensato e fatto è il suo destino, ma l'azione e il destino si applicano solo a un certo periodo. Il periodo qui suggerito è una vita. Il destino, quindi, per il periodo, è il proprio karma per il periodo; questo periodo è la vita del corpo che nasce nel mondo. I pensieri e le azioni di una persona in una vita causano e determinano le condizioni per la prossima vita successiva; le influenze prevalenti alla nascita sono le indicazioni di ciò che si è fatto in passato e di ciò che si può aspettare nel presente. Il momento della nascita, quindi, deve coincidere e cooperare con il karma di quella vita, perché è karma, o il risultato di azioni.

 

 

Sono le influenze planetarie impiegate per amministrare il karma umano o il destino. In tal caso, da dove verrà la libera?

Sì, le influenze planetarie e tutte le altre influenze sono impiegate nello svolgimento e nella determinazione del destino. Ma il destino di un uomo è ciò che lui stesso ha fornito. Qual è il suo destino attuale potrebbe non essere accettabile per lui; tuttavia ha fornito e deve accettarlo. Si potrebbe dire che un uomo non avrebbe fornito una cosa che non gli piaceva e, quindi, che non avrebbe fornito il destino che non desiderava. Tale obiezione è miope. Ciò che un uomo seleziona e provvede a se stesso o agli altri deve dipendere dalla sua capacità di selezionare e dai suoi mezzi per fornire. Un giovane ignorante con molti mezzi, o un uomo anziano con pochi mezzi, ognuno selezionerebbe e fornirà in modo diverso, secondo le sue conoscenze e mezzi. Ciò che uno sceglie e mette da parte come ragazzo per se stesso potrebbe non essere affatto apprezzato negli anni successivi, perché il ragazzo ha progredito con l'età nella conoscenza e nel suo apprezzamento delle cose, e il giocattolo o il gingillo infantile riceve di conseguenza scarsa considerazione. Chi ha usato poco giudizio nel stipulare un contratto, è comunque vincolato al suo contratto, per quanto molti dei suoi rimpianti possano riguardare l'apprendimento della natura del contratto. Può protestare, ma la protesta non lo solleverà dall'obbligo. .

Nella vita presente o passata si è contratto per quello che chiama il suo destino. Questo è il suo karma o il contratto che ha stipulato. È solo. Il libero arbitrio dipende non da ciò che vorrebbe fare capricciosamente o da molto tempo da ottenere, ma da ciò che decide di fare. Un uomo onesto non spende le sue energie per pianificare come rompere un contratto o alleggerirsi delle proprie responsabilità. Un uomo onesto si impegna a riempire il contratto e ad assumersi le proprie responsabilità. Allo stesso tempo, se il contratto o le responsabilità sono da lui considerati indesiderabili, non stipulerà un altro contratto di questo tipo, né si obbligerà a fare altrettanto. Tale contratto e responsabilità sono il destino o il karma, che uno ha fatto per se stesso.

Il suo libero arbitrio arriva quando decide come affrontare il suo destino o karma. Proverà a evitarlo, o dovrà affrontarlo e lavorarci sopra? Qui sta il suo libero arbitrio. Mentre agisce per scelta, così determinerà il suo destino futuro e sarà legato a quello come è legato al presente.

HW Percival