La fondazione di parole

IL

PAROLA

MAGGIO, 1906.


Copyright, 1906, di HW PERCIVAL.

MOMENTI CON GLI AMICI.

 

In una lettera recentemente ricevuta, un amico chiede: Perché è meglio avere il corpo cremato dopo la morte invece di averlo sepolto?

Ci sono molte ragioni avanzate a favore della cremazione. Tra questi uno che la cremazione è più pulita, più sanitaria, richiede meno spazio e non genera malattie, come spesso provengono dai cimiteri, tra i vivi. Ma il più importante è quello avanzato dai teosofi, vale a dire che la morte è la scomparsa dei principi superiori e significa lasciare il corpo in una casa vuota. Dopo che l'anima umana si è disconnessa dai resti, rimane il corpo astrale, che ha dato e mantenuto il fisico nella forma, e il corpo del desiderio. Il corpo astrale o forma indugia e dura fino a quando il fisico svanisce mentre il fisico si decompone. Il corpo del desiderio, tuttavia, è una forza attiva in grado di arrecare danno in proporzione ai desideri viziosi o nemici durante la vita. Questo corpo del desiderio può durare per centinaia di anni se i desideri di cui è composto sono abbastanza forti, mentre il corpo fisico dura relativamente pochi anni. Questo corpo del desiderio è un vampiro che trae la sua forza, prima dai resti e in secondo luogo da qualsiasi corpo vivente che gli darà pubblico o ammette la sua presenza. Il corpo del desiderio trae nutrimento dalla forma morta e dal corpo astrale, ma se il corpo fisico è cremato evita tutto quanto precede. Ciò distrugge le forze del corpo fisico, dissipa il suo corpo astrale, le risolve negli elementi da cui sono state attinte prima della nascita e mentre vivono nel mondo e consente alla mente di districarsi più facilmente dal corpo del desiderio e passare nel riposo che i religiosi chiamano paradiso. Non possiamo fare un servizio più grande a coloro che amiamo e che sono passati da questa vita che far cremare i loro corpi e quindi alleviarli dalla necessità di scrollarsi di dosso la spirale mortale e i terrori della tomba.

 

 

C'è qualche verità nelle storie che leggiamo o sentiamo riguardo ai vampiri e al vampirismo?

Viviamo in un'epoca del tutto troppo scientifica per permettere che ci sia qualche verità in storie di vivaio medievali come quelle dei vampiri. Tuttavia, la verità esiste ancora e molti uomini scientifici, che sono sopravvissuti agli anni della superstizione, sono diventati più superstiziosi dei più creduloni quando hanno avuto esperienza con un vampiro; poi fu il loro turno di sperimentare gli insulti e le scosse dei loro compagni scienziati. Uno dei vantaggi della prevalente incredulità materialistica riguardo alle esistenze sub-mondane e super-mondane, è che allontana il pensiero popolare dai racconti di folletti, ghoul e vampiri, ridicolizzando tali cose. Quindi c'è meno vampirismo rispetto al Medioevo quando tutti credevano nella stregoneria e nella stregoneria. I vampiri esistono ancora e continueranno a essere formati e mantenuti vivi fino a quando gli esseri umani vivranno vite diaboliche, in cui lo fanno pensiero e desiderio uccidere i loro nemici, frodare i poveri e gli indifesi, rovinare la vita dei loro amici e sacrificare gli altri ai loro desideri egoistici e bestiali. Quando un essere umano ha forti desideri e potere intellettuale con una coscienza nana o strozzata, vive la vita di egoismo, non ha compassione per gli altri quando i suoi desideri sono interessati, sfrutta ogni possibile vantaggio negli affari, ignora il senso morale e sottopone gli altri a i suoi desideri in tutti i modi in cui il suo intelletto può scoprire: quando è giunto il momento della morte per un tale uomo, dopo la morte si forma quello che viene chiamato un corpo del desiderio, di forza e potere diabolico. Questo è abbastanza distinto dalla forma astrale che si libra attorno ai resti fisici. Un tale corpo del desiderio è più forte di quello della persona media ed è più potente, perché i pensieri nella vita erano concentrati nei desideri. Questo corpo del desiderio è quindi un vampiro in quanto preda di tutte le persone che apriranno una porta con la vita, i pensieri e i desideri e che sono sufficientemente deboli nella volontà da consentire al vampiro di superare il loro senso morale. Si potrebbero raccontare racconti orribili sulle esperienze di molti che erano prede di un vampiro. Il corpo di quelli che hanno vissuto la vita di un vampiro sarà spesso trovato fresco, intatto e la carne sarà persino calda anni dopo che è stata nella tomba. Ciò significa semplicemente che il corpo del desiderio a volte è abbastanza forte da rimanere in contatto con il fisico attraverso il corpo astrale e mantenere intatta la forma fisica, attraverso la vita gli ha fornito la vita disegnata dai corpi degli esseri umani viventi dal vampiro o corpo del desiderio. Il bruciore del corpo per cremazione elimina la possibilità che un vampiro umano conservi il suo corpo fisico con la vita estratta dai vivi. Il corpo umano, nella misura in cui è il serbatoio o la casa di deposito, è stato distrutto e il corpo del desiderio non è in grado di prendere immediatamente la vita di coloro che vivono e gli viene impedito di venire così quasi in contatto con loro.

 

 

Qual è la ragione della morte improvvisa delle persone, sia giovani o nel fiore della vita, quando sembrerebbe che molti anni di utilità e crescita, mentale e fisica, siano davanti a loro?

Quando l'anima prende vita, ha una lezione definita da apprendere, all'apprendimento del quale può svenire se desiderato. Il periodo in cui la lezione di una determinata vita deve essere appresa, può essere di alcuni anni o essere esteso oltre un centinaio, oppure la lezione potrebbe non essere affatto imparata; e l'anima ritorna a scuola ancora e ancora finché non impara quella lezione. Uno può imparare di più in venticinque anni di quanto un altro possa imparare in cento. La vita nel mondo ha lo scopo di acquisire una conoscenza intima delle verità eterne. Ogni vita dovrebbe promuovere l'anima di un grado più vicino all'autoconoscenza. Quelli che di solito vengono chiamati incidenti sono semplicemente la realizzazione in dettaglio di una legge generale. L'incidente o l'avvenimento è solo un piccolo arco di un ciclo d'azione. L'incidente, noto o visto, è solo la continuazione e il completamento della causa invisibile dell'azione. Per quanto strano possa sembrare, gli incidenti sono quasi sempre causati dai pensieri che si generano. Pensiero, azione e incidente formano il ciclo completo di causa ed effetto. Quella parte del ciclo di causa ed effetto che collega la causa all'effetto è l'azione, che può essere visibile o invisibile; e quella parte del ciclo di causa ed effetto che è l'effetto e il risultato della causa, è l'incidente o il verificarsi. Ogni incidente potrebbe essere ricondotto alla sua causa. Se troviamo la causa immediata di qualsiasi incidente significa semplicemente che la causa è stata recentemente generata, il che significa che è solo il piccolo ciclo di pensiero, azione ed effetto, che è recente; ma quando l'incidente o l'effetto rimangono isolati e non si è in grado di vederlo immediatamente preceduto da una causa, ciò significa semplicemente che il ciclo del pensiero non è un piccolo ciclo, e quindi recente, ma si estende in un ciclo più ampio, il il pensiero e l'azione di cui si possono trovare nella vita precedente o precedente.

 

 

Se il braccio astrale, la gamba o l'altro membro del corpo non viene reciso quando il membro fisico viene amputato, perché il corpo astrale non è in grado di riprodurre un altro braccio o gamba fisica?

Questa domanda sembrerebbe di essere fatta partendo dal presupposto che il corpo astrale non esiste, come se esistesse potrebbe riprodurre qualsiasi membro fisico quando viene perso, specialmente perché è affermato da tutti i teosofi che la materia fisica è costruita nel corpo umano secondo al design del corpo interno o astrale. Ma la spiegazione è molto semplice. Ci deve essere un mezzo fisico attraverso il quale la materia fisica viene trasformata in altra materia fisica e deve esserci anche un corpo per ciascuno dei piani su cui deve funzionare. Il mezzo fisico è il sangue, attraverso il quale il cibo viene trasformato nel corpo. La linga sharira ha una struttura molecolare, mentre il corpo fisico è composto da tessuto cellulare. Ora, sebbene il braccio astrale non sia di solito reciso quando viene amputato l'elemento fisico, non esiste alcun mezzo fisico attraverso il quale la materia fisica possa essere collegata e costruita sulla materia fisica. Pertanto, sebbene esista il braccio astrale, non è in grado di trasmettere la materia fisica in se stessa poiché non esiste più un mezzo fisico per trasferire la materia fisica. Quindi la controparte astrale molecolare del braccio fisico cellulare che è stata amputata non ha alcun mezzo per costruire la materia fisica in se stessa. Il meglio che si può fare è costruire nuovo tessuto all'estremità del moncone e quindi chiudere la ferita. Questo spiegherà anche come le ferite vengono curate e perché rimangono cicatrici profonde se la carne non è stata riunita abbastanza vicino da consentire ai tessuti di lavorare a maglia con i tessuti.

HW Percival