La fondazione di parole

IL

PAROLA

GIUGNO, 1915.


Copyright, 1915, di HW PERCIVAL.

MOMENTI CON GLI AMICI.

 

Qual è il senso dell'olfatto; come agisce? le particelle fisiche si impegnano nella produzione della sensazione e quale parte dell'odorato gioca nella vita?

Ciò che viene chiamato odore, è una percezione di alcune proprietà degli oggetti. Queste proprietà agiscono sull'uomo attraverso il suo organo di odore, da dove raggiungono il nervo olfattivo. Il nervo comunica l'elemento sottile, che si trova nell'oggetto fisico, a un'entità nel corpo umano. Questa entità è l'essere che percepisce la natura dell'oggetto attraverso l'informazione che riceve attraverso il nervo dell'odorato. L'entità è un elementale, un fantasma della natura della classe dei fantasmi della terra. L'elementare elementale è collegato ed è uno degli esseri che entrano nella costituzione e nella struttura dell'elementale umano. L'elementare elementale è dell'elemento della terra, e per questo motivo può percepire le proprietà della natura della terra, che sono esibite da oggetti fisici. Quindi la risposta alle domande "Qual è il senso dell'olfatto e come agisce?" è che è un essere, una terra elementale all'interno dell'elementale umano nel corpo fisico, che sente l'odore dell'elementare percepire la natura di certi attributi nei corpi fisici, che sono chiamati odori o odori.

Questi attributi sono percepiti solo dall'odore. L'odore è tutto ciò che fa questo elementale. L'odore è il suo cibo, che lo nutre e lo sostiene. Percepisce certi attributi e condizioni dell'elemento terra all'esterno. L'odore è l'elemento terrestre invisibile e sottile, che entra nella costituzione dell'elementale elementale e quindi nell'elementale umano.

Le particelle fisiche dell'oggetto percepite dal suo odore entrano nella produzione della sensazione di odore. Non solo le particelle che appartenevano all'oggetto fisico ma anche quelle particelle dell'elemento terra che erano fluite attraverso l'oggetto, causano la sensazione dell'olfatto. L'elemento terra è come una marea, che scorre avanti e indietro attraverso l'oggetto. Il flusso è costituito da particelle infinitesimali e invisibili che sembrano essere una massa compatta; ma se il senso interiore della vista è abbastanza acuto e la mente può analizzare il flusso, quel flusso sarà percepito come costituito da particelle.

Quando l'atmosfera fisica dell'individuo entra in contatto con l'atmosfera fisica dell'oggetto - quell'atmosfera formata dalle particelle menzionate - le particelle vengono percepite nell'atmosfera dell'odore, quando entrano in contatto con il nervo dell'olfatto. L'odore è la caratteristica distintamente fisica degli oggetti percepiti. Ogni oggetto fisico ha la sua atmosfera fisica distintiva, in cui le particelle sono sospese e circolano. Ma pochi oggetti possono essere odorati. Il motivo è che la percezione del senso dell'olfatto non è allenata e non abbastanza bene. Quando il senso dell'olfatto viene allenato, come nel caso dei non vedenti, è possibile annusare molti oggetti che ora sono generalmente considerati privi di odore.

C'è ancora un senso dell'olfatto più acuto, un senso interiore, che può essere sviluppato e che alcune persone hanno già sviluppato, attraverso il quale si può percepire un odore di oggetti che non è fisico. Gli esseri di un altro mondo possono farsi conoscere da un odore, ma questo non è un odore fisico.

La parte che l'odorato gioca nella vita è che l'odorato aiuta a mantenere la vita. L'odore del cibo fa fluire i succhi gastrici e li stimola, così come la vista di un tavolo ben preparato. Gli animali rilevano dal loro senso dell'olfatto i luoghi in cui possono trovare cibo. Rilevano la presenza di nemici e pericoli dall'odore.

Mentre l'uomo è attualmente nutrito attraverso l'assorbimento di un'essenza sottile che il suo sistema estrae dal cibo materiale grossolano che consuma, in futuro, quando l'uomo avrà un migliore controllo del suo corpo fisico, sarà possibile per lui estrarre dal senso dell'olfatto, l'essenza che ora deve ottenere dalla digestione dalla trasformazione del cibo fisico. Il suo odore elementale sarà quindi incaricato di nutrire il corpo fisico. I due sensi del gusto e dell'olfatto dovranno, tuttavia, essere notevolmente cambiati dalle condizioni in cui si trovano attualmente prima che sia possibile nutrirsi con l'odore solo. Quindi le sottili particelle fisiche che saranno assorbite dall'elementale elementale saranno i mezzi per nutrire il corpo fisico.

 

 

Qual è l'immaginazione? Come può essere coltivato e usato?

L'immaginazione è quello stato della mente in cui la facoltà di immagine della mente lavora coscientemente per dare forma all'argomento del pensiero che la facoltà motrice ha concepito e che la facoltà di focalizzazione ha portato e mantiene a portata di mano. Queste tre facoltà della mente hanno direttamente a che fare con l'immaginazione. Le altre quattro facoltà sono indirettamente interessate. La facoltà oscura interferisce con l'immaginazione, come fa con ogni altra opera della mente, e quindi la facoltà oscura deve trovarsi in uno stato in cui è sufficientemente controllata per consentire l'opera dell'immaginazione. La facoltà del tempo fornisce il materiale utilizzato nel lavoro dell'immaginazione. La facoltà di luce mostra come dovrebbe essere svolto il lavoro dell'immaginazione. La facoltà I-am conferisce identità e individualità al lavoro dell'immaginazione. L'immaginazione è uno stato della mente e non è di per sé dei sensi. Il lavoro dell'immaginazione viene portato avanti nella mente prima che sia correlato ai sensi dalla mente e prima che i sensi siano chiamati a dare espressione nel mondo fisico a ciò che è stato prima fatto nell'immaginazione. Questo è il caso dell'immaginazione. Tuttavia, va tenuto presente che ciò che di solito si chiama immaginazione non è in realtà l'immaginazione. Ciò che è ampiamente e senza comprendere il significato del termine chiamato immaginazione è il gioco della mente nei sensi, o, in misura più elevata, il funzionamento della mente quando è costretto dai sensi a riprodurre o fornire le cose che dare piacere ai sensi e fornire nuovi piaceri o problemi che i sensi hanno indicato e portato alla mente. Nel caso di questa condizione, che è falsamente definita immaginazione, tutte e sette le facoltà della mente sono agitate attraverso la facoltà del focus; ma queste agitazioni sono semplicemente eccitazioni delle altre facoltà attraverso la facoltà di focalizzazione e non sono il lavoro delle facoltà. La facoltà di focalizzazione è l'unica facoltà della mente che è direttamente in contatto con il cervello dell'uomo medio. Le altre sei facoltà non sono in contatto. La loro azione è indotta dalla facoltà di focus.

Per capire meglio cos'è l'immaginazione - cioè la vera immaginazione - dovremmo vedere qual è la falsa immaginazione - cioè la semplice agitazione che è falsamente chiamata immaginazione - è. La falsa immaginazione non è un'azione cosciente delle facoltà della mente, ma l'azione di una sola facoltà, la sola facoltà focale, che è agitata dai sensi e che quando agitata provoca un'agitazione indotta delle altre sei facoltà o di alcune di esse.

Fantasie, sogni ad occhi aperti, mooning, non sono immaginazione. Le riproduzioni delle forme e degli aspetti della natura non sono immaginazione. Copiare qualsiasi lavoro, sia esso di natura o di uomo, non è immaginazione, per quanto abilmente possa essere eseguita. L'immaginazione è creazione. Ogni lavoro di immaginazione è una nuova creazione. L'immaginazione non copia la natura. La natura non mostra alla mente come fare il lavoro dell'immaginazione. L'immaginazione fornisce alla natura tutte le sue forme, colori, suoni e aspetti vari. Questi sono forniti alla natura dalla mente e non dalla natura.

Coltivare l'immaginazione, cioè lo stato mentale in cui la facoltà di immagine, la facoltà motrice e la facoltà di focalizzazione sono coordinate ed eseguono il loro lavoro in armonia, mentre la facoltà oscura è limitata o soppressa e le altre tre facoltà , la facoltà del tempo, la facoltà della luce e la facoltà Io-io contribuiscono a questo lavoro: è necessario comprendere il sistema qui menzionato, che è l'unico sistema che fornisce una visione delle operazioni della mente.

Il secondo passo è essere in grado di concepire un argomento di pensiero, e il passo successivo è esercitare la facoltà di immagine in armonia con la facoltà motrice e focalizzare la facoltà. Si fa riferimento all'interrogatore i due articoli sull'immaginazione pubblicati nei numeri di maggio e giugno di THE WORD, nel 1913. Per quanto riguarda le facoltà della mente, è possibile ottenere informazioni in l'articolo "Adepti, Maestri e Mahatma" stampato in THE WORD inAprile, Può, Giugno, Luglio, e Agosto, 1910.

HW Percival