La fondazione di parole

La storia della vita e della morte e la promessa dell'immortalità è scritta nello Zodiaco. Chi lo legga, deve studiare la vita non nata e seguirne lo sviluppo attraverso le ambizioni e le aspirazioni mentre viaggia attraverso questo mondo.

IL

PAROLA

Vol 3 APRILE, 1906. No. 1

Copyright, 1906, di HW PERCIVAL.

LO ZODIACO.

PRIMA del nostro periodo storico, i saggi leggono la storia della creazione di tutte le cose nello zodiaco, poiché era lì srotolata e registrata dal tempo, il più implacabile e imparziale degli storici.

Attraverso molte e ripetute esperienze sulla ruota della rinascita in questo mondo, gli uomini divennero saggi; sapevano che il corpo dell'uomo era un duplicato in miniatura del grande universo; leggono la storia della creazione universale così come è stata rievocata nella genesi di ogni essere umano; impararono che lo zodiaco nei cieli poteva essere compreso e interpretato solo dalla luce dello zodiaco nel corpo; hanno imparato che l'anima umana viene dall'ignoto e sonnecchia e sogna se stessa nel conosciuto; e che deve svegliarsi e passare consciamente nella Coscienza infinita se completasse il percorso dello zodiaco.

Zodiaco significa "un cerchio di animali" o "un cerchio di vite". Lo zodiaco dice che l'astronomia è una cintura, una zona o un cerchio immaginario del cielo, divisa in dodici costellazioni o segni. Ogni costellazione o segno è di trenta gradi, i dodici insieme formano l'intero cerchio di trecentosessanta gradi. All'interno di questo cerchio o zodiaco si trovano i percorsi del sole, della luna e dei pianeti. Le costellazioni sono denominate Ariete, Toro, Gemelli, Cancro, Leone, Vergine, Bilancia, Scorpione, Sagittario, Capricorno, Acquario e Pesci. I simboli di queste costellazioni sono ♈︎ ♉︎, ♊︎, ♋︎, ♌︎, ♍︎, ♎︎, ♏︎, ♐︎, ♑︎, ♒︎, ♓︎. Si dice che lo zodiaco o il cerchio di costellazioni si estenda di circa otto gradi su ciascun lato dell'equatore. I segni del nord sono (o meglio erano 2,100 anni fa) ♈︎ ♉︎, ♊︎, ♋︎, ♌︎, ♍︎. I segni del sud sono ♎︎, ♏︎, ♐︎, ♑︎, ♒︎, ♓︎.

Per essere stato tenuto nelle menti delle persone e tramandato da noi per tradizione, lo zodiaco deve aver avuto un impatto pratico sulla loro vita. Lo zodiaco era la guida di tutti i popoli primitivi. Era il loro calendario della vita, l'unico calendario che li guidava nelle loro attività agricole e altre attività economiche. Poiché ciascuna delle dodici costellazioni dello zodiaco appariva a sua volta in una certa parte nei cieli, sapevano che era il segno di una particolare stagione e governavano le loro azioni e si occupavano delle occupazioni e dei doveri resi necessari dalla stagione.

I motivi e gli ideali della vita moderna sono così diversi da quelli degli antichi che è difficile per l'uomo di oggi apprezzare le occupazioni industriali e professionali, la casa e la vita religiosa dei popoli antichi. La lettura della storia e della mitologia mostrerà l'interesse acuto che la gente dei primi periodi ha preso in tutti i fenomeni naturali, e in particolare i fenomeni dei cieli. A parte il suo significato fisico, ci sono molti significati da prendere da ogni mito e simbolo. Il significato di alcune delle costellazioni è stato dato nei libri. Questi editoriali cercheranno di evidenziare alcuni dei diversi significati dello zodiaco, in quanto è legato all'uomo. La seguente applicazione può essere trovata sparsa tra le opere di coloro che hanno scritto sull'argomento.

Quando il sole superò l'equinozio di primavera, gli uomini sapevano che era l'inizio della primavera. Chiamarono quella costellazione la prima e la chiamarono "Ariete", il montone, perché era la stagione degli agnelli o delle ariete.

Le costellazioni che seguirono e all'interno delle quali il sole completò il suo viaggio, furono numerate e nominate in successione.

Quando il sole passò nella seconda costellazione, sapevano che era tempo di arare il terreno, cosa che fecero con i buoi, e poiché quello era il mese in cui nacquero i vitelli, chiamarono la costellazione "Toro", il toro.

Mentre il sole sorgeva più in alto la stagione si faceva più calda; gli uccelli e gli animali si erano accoppiati; le menti dei giovani si sono naturalmente rivolte a pensieri d'amore; gli innamorati divennero sentimentali, componevano versi e camminavano a braccetto attraverso i campi verdi e tra i fiori primaverili; e così la terza costellazione fu chiamata "Gemelli", i gemelli, o amanti.

I giorni si allungarono mentre il sole continuava a sorgere più in alto nei cieli, fino a quando non aveva raggiunto il punto più alto del suo viaggio, quando attraversò il solstizio d'estate ed entrò nella quarta costellazione o segno dello zodiaco, dopo di che i giorni diminuirono in lunghezza mentre il sole iniziava il suo percorso all'indietro. A causa del movimento obliquo e retrogrado del sole, il segno era chiamato "Cancro", il granchio, o aragosta, così chiamato perché il movimento obliquo retrogrado del granchio descriveva il movimento del sole dopo che era passato in quel segno.

Il caldo dell'estate aumentò mentre il sole continuava il suo viaggio attraverso il quinto segno o costellazione. I ruscelli nelle foreste erano spesso prosciugati e le bestie selvatiche spesso entravano nei villaggi per cercare acqua e in cerca di prede. Questo segno era chiamato "Leone", il leone, poiché il ruggito del leone veniva spesso sentito di notte, e anche perché la ferocia e la forza del leone assomigliavano al calore e alla potenza del sole in questa stagione.

L'estate era ben avanzata quando il sole era nel sesto segno o costellazione. Poi il grano e il grano iniziarono a maturare nei campi, e poiché era consuetudine che le ragazze raccogliessero i covoni, il sesto segno o costellazione fu chiamato "Vergine", la vergine.

L'estate stava volgendo al termine e quando il sole attraversò la linea dell'equinozio autunnale, c'era un perfetto equilibrio tra i giorni e le notti. Questo segno, quindi, era chiamato "Bilancia", la bilancia o equilibrio.

Circa all'epoca in cui il sole era entrato nell'ottava costellazione, le gelate sembravano mordere e causare la morte e la decomposizione della vegetazione e, con i venti velenosi di alcune località, avrebbero diffuso malattie; così l'ottavo segno fu chiamato "Scorpione", l'asp, il drago o lo scorpione.

Gli alberi erano ora denudati delle loro foglie e la vita vegetale se n'era andata. Quindi, quando il sole entrò nella nona costellazione, iniziò la stagione di caccia e questo segno fu chiamato "Sagittario", l'arciere, il centauro, l'arco e la freccia o la freccia.

Al tempo del solstizio d'inverno il sole entrò nella decima costellazione e annunciò di aver raggiunto il punto più basso del suo grande viaggio e, dopo tre giorni, i giorni iniziarono ad allungarsi. Il sole iniziò quindi il suo viaggio verso nord con un movimento obliquo in avanti, e il decimo segno fu chiamato "Capricorno", la capra, perché mentre dava da mangiare alle capre saliva continuamente le montagne in una direzione obliqua, che simboleggiava meglio il movimento obliquo in avanti del sole.

Quando il sole era passato nell'undicesima costellazione, di solito c'erano forti piogge e un grande disgelo, le nevi si scioglievano e spesso causavano pericolosi pericoli, quindi l'undicesimo segno era chiamato "Acquario", l'uomo-acqua, o segno d'acqua.

Con il passaggio del sole nella dodicesima costellazione, il ghiaccio nei fiumi iniziò a rompersi. La stagione dei pesci iniziò e così il dodicesimo segno dello zodiaco fu chiamato "Pesci", i pesci.

Quindi lo zodiaco di dodici segni o costellazioni è stato tramandato di generazione in generazione, ogni segno che sembra prendere il posto prima di esso in ogni periodo di 2,155 anni. Questo cambiamento era dovuto al fatto che il sole stava ricadendo qualche secondo in ogni anno di 365 1-4 giorni, quale periodo gli era richiesto per passare attraverso tutti e dodici i segni e quale continuo ricadere gli faceva apparire in 25,868 anni in qualsiasi segno che era stato in 25,868 anni prima. Questo grande periodo - chiamato anno siderale - è dovuto alla precessione degli equinozi, quando il polo dell'equatore ruotava una volta attorno al polo dell'eclittica.

Ma sebbene ogni segno sembrasse cambiare la sua posizione per quello precedente in ogni 2,155 anni, la stessa idea di ciascuno dei segni sopra menzionati sarebbe mantenuta. Le razze che vivono ai tropici avrebbero segni adatti alle loro stagioni, ma tra tutti i popoli prevalgono le stesse idee. Lo vediamo nei nostri tempi. Il sole è stato in pesci per oltre 2,155 anni, un ciclo mesianico, e ora sta passando nell'acquario, ma parliamo ancora di Ariete come il segno dell'equinozio di primavera.

Questa è la base fisica materiale per i segni dello zodiaco che vengono chiamati così come sono. Non è strano come può sembrare a prima vista che le stesse idee riguardanti lo zodiaco dovessero prevalere tra popoli ampiamente separati e in tutti i periodi, perché era il corso della natura e, come già mostrato, lo zodiaco fungeva da calendario per guidare le persone nella loro ricerca, anche se ora ci serve per guidarci nella realizzazione dei nostri calendari. Ma ci sono molte altre ragioni per preservare così le stesse idee tra razze diverse, riguardo alle costellazioni, che possono apparire ad alcuni come una fantasiosa raccolta di segni e simboli insignificanti.

Sin dai primi tempi, ci sono stati alcuni saggi che hanno raggiunto la conoscenza, la saggezza e il potere divini con un metodo e un processo che normalmente non sono conosciuti o facilmente seguibili. Questi uomini divini, attinti da ogni nazione e da ogni razza, uniti in una fratellanza comune; l'oggetto della fratellanza è lavorare per gli interessi dei loro fratelli umani. Questi sono i "Maestri", "Mahatma", o "Elder Brothers", di cui Madame Blavatsky parla nella sua "Dottrina segreta", e da cui, secondo lei, ricevette gli insegnamenti contenuti in quel libro straordinario. Questa fratellanza di saggi era sconosciuta al mondo in generale. Selezionarono da ogni razza, come i loro discepoli, come se fossero fisicamente, mentalmente e moralmente idonei a ricevere istruzioni.

Sapendo ciò che le persone di qualsiasi periodo sono in grado di comprendere, questa fratellanza di saggi permise ai loro discepoli - come messaggeri e maestri delle persone a cui erano stati inviati - di dare alla gente le spiegazioni dello zodiaco che avrebbero servito al doppio scopo di rispondere ai loro bisogni e allo stesso tempo preservare i nomi e i simboli dei segni. L'insegnamento occulto e interiore era riservato ai pochi che erano pronti a riceverlo.

Il valore per il popolo di preservare la conoscenza dei segni dello zodiaco attraverso tutte le fasi dello sviluppo razziale sta nel fatto che ogni segno non è solo assegnato e corrisponde a una parte del corpo umano, ma perché le costellazioni, come gruppi delle stelle, sono veri e propri centri occulti nel corpo; perché queste costellazioni sono simili nell'aspetto e nella funzione. Inoltre, era necessario preservare la conoscenza dello zodiaco nelle menti delle persone perché tutto, nel corso dello sviluppo, deve prendere coscienza di queste verità, che ognuna, quando pronta, troverà l'aiuto necessario e a portata di mano nello zodiaco.

Confrontiamo ora gli animali o gli oggetti e i simboli dello zodiaco, con le parti fisiologiche del corpo a cui sono assegnati i segni e i simboli.

L'Ariete, il montone, era l'animale assegnato alla testa perché quell'animale è reso evidente dall'uso della sua testa; perché il segno delle corna dell'ariete, che è il segno simbolico dell'Ariete, è la figura formata dal naso e dalle sopracciglia su ogni volto umano; e poiché il simbolo di Ariete rappresenta i semicerchi o gli emisferi del cervello, tenuti insieme da una linea perpendicolare o una linea perpendicolare che si divide dall'alto e si curva verso il basso, indicando in tal modo che le forze nel corpo si alzano per mezzo del ponte e midollo allungato al cranio e ritorno per ringiovanire il corpo.

Il toro era assegnato al collo e alla gola a causa della grande forza di quell'animale nel suo collo; perché l'energia creativa è strettamente connessa con la gola, perché le due corna del toro simboleggiano i percorsi verso il basso e verso l'alto e le due correnti nel corpo, mentre scendono e salgono verso la testa, attraverso il collo.

I gemelli, o amanti, rappresentati in modo così diverso dai diversi almanacchi e calendari, conservavano sempre l'idea di due opposti, il positivo e il negativo che, sebbene ciascuno distinto in se stesso, erano ancora entrambi una coppia inseparabile e unita. Questo fu assegnato alle braccia perché, quando ripiegate, le braccia e le spalle formavano il simbolo dei gemelli, ♊︎; perché gli amanti si metterebbero le braccia l'una intorno all'altra; e perché le braccia e le mani destra e sinistra sono i due poli magnetici positivi e negativi più potenti del corpo oltre ad essere gli organi di azione ed esecuzione.

Il granchio, o aragosta, è stato scelto per rappresentare il seno e il torace perché quella parte del corpo contiene i polmoni che hanno il movimento discendente e in avanti del granchio; perché le zampe del granchio simboleggiavano al meglio le costole del torace; e perché il cancro, ♋︎, come simbolo indicava i due seni e le loro due correnti, e anche le loro correnti emotive e magnetiche.

Il leone fu preso come rappresentante del cuore perché questo era l'animale universalmente scelto per rappresentare il coraggio, la forza, il valore e altre qualità sempre relegate nel cuore; e poiché il simbolo del leone, ♌︎, è delineato sul corpo dallo sterno con le costole destra e sinistra su entrambi i lati, davanti al cuore.

A causa della natura conservatrice e riproduttiva della donna, la Vergine, la vergine è stata scelta per rappresentare quella parte del corpo; preservare i semi della vita; e poiché il simbolo della Vergine, ♍︎, è anche il simbolo della matrice generativa.

La Bilancia, ♎︎, le scale o gli equilibri, è stata selezionata per mostrare la divisione del tronco del corpo; distinguere tra ogni corpo come femminile o maschile e simboleggiare con la vergine e lo scorpione entrambi gli organi dei sessi.

Scorpione, ♏︎, lo scorpione o asp, rappresenta il segno maschile come un potere e un simbolo.

I segni sagittario, capricorno, acquario, pesci, che rappresentano le cosce, le ginocchia, le gambe e i piedi, in quanto tali, non rappresentano lo zodiaco circolare o occulto con cui intendiamo trattare. Sarà quindi lasciato a un editoriale successivo in cui verrà mostrato come lo zodiaco sia quel disegno universale con cui operano poteri e principi universali e come mediante l'azione di cui questi principi vengono trasferiti al corpo e alla costruzione del nuovo corpo o embrione dell'uomo, sia fisico che spirituale.