La fondazione di parole

Lo zodiaco del risveglio si estende dal cancro attraverso la bilancia al capricorno; lo zodiaco del dormire dal capricorno attraverso l'ariete al cancro.

—Lo zodiaco.

IL

PAROLA

Vol 6 NOVEMBRE, 1907. No. 2

Copyright, 1907, di HW PERCIVAL.

DORMIRE.

Dormire è una cosa così comune che raramente o mai consideriamo quale fenomeno meraviglioso sia né la parte misteriosa che svolge nella nostra esistenza. Trascorriamo circa un terzo della nostra vita nel sonno. Se abbiamo vissuto sessanta anni, abbiamo trascorso venti anni di quel periodo nel sonno. Da bambini abbiamo trascorso più di un terzo delle ventiquattro ore di sonno e, da bambini, abbiamo dormito per più della metà dei nostri giorni.

Tutto in ogni dipartimento e regno della natura dorme, e nulla di ciò che è sotto le leggi della natura può fare a meno del sonno. La natura stessa dorme. Mondi, uomini, piante e minerali, allo stesso modo, richiedono il sonno perché le loro attività possano continuare. Il periodo di sonno è il tempo in cui la natura si riposa dalle attività del suo risveglio. Nel tempo del sonno, la natura ripara i danni arrecati ai suoi organismi dalla furia e dall'usura della vita.

Siamo ingrati a dormire per i grandi benefici che ne derivano. Ci rammarichiamo spesso del tempo che passiamo nel sonno come se fosse sprecato; mentre, se non fosse per dormire, non dovremmo non solo essere in grado di portare avanti i nostri affari nella vita, ma dovremmo perdere i grandi benefici che otteniamo da quel regno invisibile con cui siamo così poco conosciuti.

Se studiassimo di più il sonno, invece di deprecare il tempo perso o tollerarlo come un male necessario, dovremmo entrare in una relazione più intima con questo mondo invisibile rispetto a quello in cui ora ci troviamo, e ciò che dovremmo imparare da esso spiegherebbe molti dei misteri di questa vita fisica.

La periodicità del sonno e del risveglio è simbolica della vita e degli stati post-morte. La vita di veglia di un giorno è il simbolo di una vita sulla terra. Svegliarsi dal sonno notturno e prepararsi per il lavoro della giornata è analogo all'infanzia e alla preparazione per il lavoro della vita. Poi vengono gli interessi, i doveri e le responsabilità della vita domestica, della vita professionale, della cittadinanza e della statualità, e poi della vecchiaia. Successivamente viene il lungo sonno di ciò che ora chiamiamo morte, ma che in realtà è il resto e la preparazione per il lavoro di un'altra vita, anche se il sonno ci prepara per il giorno a venire. Nel sonno profondo non ricordiamo nulla della vita del giorno, delle preoccupazioni del corpo, e non fino a quando non torniamo alla vita di veglia, queste preoccupazioni vengono riprese di nuovo. Siamo morti al mondo quando dormiamo profondamente come se il corpo fosse nella tomba o fosse trasformato in cenere.

Ciò che ci collega di giorno in giorno è la forma del corpo, su cui sono impressi i ricordi del giorno precedente. In modo che dopo il sonno troviamo queste immagini o ricordi che ci attendono sulla soglia della vita e riconoscendoli come nostri, continuiamo a costruire le nostre immagini. La differenza tra morte e sonno in relazione a questo mondo è che troviamo il corpo che ci aspetta al nostro ritorno al mondo dopo il sonno, mentre dopo la morte troviamo un nuovo corpo che dobbiamo addestrare e sviluppare invece di averne uno pronto per il nostro immediato uso.

Atomi, molecole, cellule, organi e un corpo organizzato, ognuno deve avere il suo periodo di riposo e di sonno affinché l'intera organizzazione possa continuare come tale. Ognuno deve avere il suo periodo di riposo in base alla sua funzione.

Tutto nell'universo è cosciente, ma ogni cosa è cosciente sul proprio piano e in base al grado delle sue funzioni. Il corpo umano nel suo insieme ha un principio cosciente che coordina, sostiene e penetra negli organi e nelle parti del corpo. Ogni organo del corpo ha un principio consapevole che detiene e include le sue cellule. Ogni cellula ha un principio consapevole che tiene in forma le molecole all'interno della sua sfera. Ogni molecola ha un principio consapevole che attira gli atomi dai loro elementi e li mantiene focalizzati. Ogni atomo ha un principio consapevole che è lo spirito dell'elemento a cui appartiene. Ma un atomo è cosciente come un atomo solo quando funziona come un atomo sul piano degli atomi secondo il tipo di atomo che è e nell'elemento atomico a cui appartiene. Ad esempio, il piano del principio cosciente di un atomo di carbonio è il principio cosciente degli elementi, ma il tipo particolare di principio cosciente dell'elemento è il carbonio, e il grado di esso come principio elementare cosciente è secondo il suo funzionale l'attività come elemento di carbonio. Quindi tutti gli elementi hanno ciascuno il proprio principio cosciente che è lo spirito dell'elemento. Finché l'atomo rimane nel suo elemento è guidato interamente dal principio cosciente nell'elemento a cui appartiene, ma quando entra in combinazione con atomi di altri elementi, è controllato da un principio cosciente combinato diverso da se stesso, eppure come atomo di carbonio svolge la funzione di carbonio.

Gli atomi sono particelle indivisibili della materia-spirito che entrano in combinazione secondo un principio cosciente di progettazione o forma. Il principio consapevole di una molecola funziona come design o forma. Questo principio cosciente di progettazione o forma attira gli atomi necessari per la sua progettazione e gli atomi, ciascuno agendo secondo il proprio elemento o principio cosciente, obbediscono alla legge di attrazione e ciascuno entra nella combinazione e nel design, diretto e tenuto a fuoco da il principio cosciente della molecola. Questa è l'influenza dominante in tutto il regno minerale, che è l'ultimo passo dal mondo fisico invisibile al mondo fisico visibile e il primo passo verso l'alto nel fisico visibile. Il principio consapevole del design o della forma rimarrebbe per sempre lo stesso se non fosse per il principio consapevole della vita, la cui funzione è l'espansione, la crescita. Il principio consapevole della vita scorre veloce attraverso la molecola e la fa espandere e crescere, quindi la forma e il design della molecola si sviluppano gradualmente nel design e nella forma della cellula. La funzione del principio cosciente della cellula è vita, espansione, crescita. Il principio cosciente di un organo è il desiderio. Questo desiderio raggruppa le cellule, attira a sé tutte le cose che subiscono la sua influenza e resiste a tutti i cambiamenti diversi dalla propria azione. La funzione del principio cosciente di tutti gli organi è il desiderio; ogni organo agisce secondo il proprio principio cosciente funzionante e resiste all'azione di tutti gli altri organi in modo che, come nel caso degli atomi di diversi elementi che agiscono insieme secondo il principio cosciente della molecola che li ha tenuti in forma, ora c'è un coordinando il principio cosciente della forma del corpo, che tiene uniti tutti gli organi in relazione tra loro. Il principio cosciente coordinatore della forma del corpo nel suo insieme domina gli organi e li obbliga ad agire insieme, sebbene ciascuno agisca secondo il proprio principio cosciente. Ciascun organo a sua volta contiene le cellule di cui è composto insieme, ciascuna delle cellule svolge il suo lavoro separato nell'organo. Ogni cellula a sua volta domina le molecole al suo interno; ogni molecola contiene gli atomi di cui è messa a fuoco e ogni atomo agisce secondo il suo principio cosciente guida, che è l'elemento a cui appartiene.

Quindi abbiamo un corpo animale umano che include tutti i regni della natura: l'elementale rappresentato dagli atomi, la molecola che si erge come minerale, le cellule che crescono come verdura, l'organo che agisce come un animale, ciascuno secondo la sua natura. Ogni principio cosciente è consapevole solo della sua funzione. L'atomo non è consapevole della funzione della molecola, la molecola non è consapevole della funzione della cellula, la cellula non è consapevole della funzione dell'organo e l'organo non comprende le funzioni dell'organizzazione. In modo che vediamo tutti i principi coscienti agire correttamente ciascuno sul proprio piano.

Il periodo di riposo per un atomo è il momento in cui il principio cosciente di una molecola cessa di funzionare e libera l'atomo. Il periodo di riposo per una molecola arriva quando il principio cosciente della vita viene ritirato e cessa di funzionare e quando la vita viene ritirata la molecola rimane com'è. Il periodo di riposo per una cellula arriva quando il principio cosciente del desiderio cessa la sua resistenza. Il periodo di riposo di un organo è il momento in cui il principio cosciente coordinatore del corpo cessa la sua funzione e consente agli organi ciascuno di agire a modo suo, e il riposo per la forma coordinante del corpo viene quando il principio cosciente dell'uomo è ritirato dal controllo del corpo e gli permette di rilassarsi in tutte le sue parti.

Il sonno è una determinata funzione del particolare principio cosciente che guida un essere o una cosa in qualsiasi regno della natura. Il sonno è quello stato o condizione del principio cosciente che, cessando di funzionare sul proprio piano da solo, impedisce alle facoltà di agire.

Il sonno è oscurità. Nell'uomo, nel sonno o nelle tenebre, c'è quella funzione della mente che estende la sua influenza alle altre funzioni e facoltà e impedisce la loro azione cosciente.

Quando la mente che è il principio cosciente dominante del corpo animale fisico agisce attraverso o con quel corpo, tutte le parti del corpo, e nel suo insieme, rispondono ai pensieri della mente, così che mentre la mente domina, le facoltà ed i sensi sono tenuti in uso e l'intero seguito dei servi nel corpo deve rispondere. Ma il corpo può rispondere solo per un po '.

Il sonno arriva quando i diversi reparti del corpo sono stanchi e stanchi dell'azione del giorno e non possono rispondere alle facoltà della mente, e quindi viene indotta la funzione della mente che è il sonno. Il principio di ragionamento quindi perde il controllo sulle sue facoltà. Le facoltà non sono in grado di controllare i sensi fisici, i sensi fisici cessano di trattenere gli organi e il corpo sprofonda nella stanchezza. Quando il principio cosciente della mente ha smesso di operare attraverso le facoltà della mente e si è ritirato dai loro campi d'azione, il sonno ha avuto luogo e il principio cosciente non è a conoscenza del mondo sensuale. Nel sonno il principio cosciente dell'uomo può essere tranquillo e avvolto nell'ignoranza oscura oppure può agire su un piano superiore alla vita sensuale.

La causa del ritiro del principio cosciente sarà vista da uno studio della fisiologia del sonno. Ogni molecola, cellula, organo del corpo e il corpo nel suo insieme, svolge ciascuno il proprio lavoro; ma ciascuno può funzionare solo per un certo periodo e il periodo è determinato dal dovere di ciascuno. Quando la fine del periodo di lavoro si avvicina non è in grado di rispondere all'influenza dominante al di sopra di esso, la sua incapacità di lavorare notifica l'influenza dominante della propria incapacità e influenze a sua volta il principio cosciente dominante sopra di esso. Ciascuno che agisce secondo la propria natura, gli atomi, le molecole, le cellule e gli organi nel corpo di un animale, avvisa il principio cosciente coordinatore che presiede alla forma del corpo del tempo di riposo come prescritto dalla natura di ciascuno, e quindi ogni principio cosciente dominante ritira la sua influenza e lascia riposare quello sottostante. Questo è ciò che accade in quello che viene chiamato sonno naturale.

Il principio cosciente dell'uomo ha il suo centro nella testa, sebbene si estenda in tutto il corpo. Mentre rimane nella testa, l'uomo non dorme anche se potrebbe non essere a conoscenza degli oggetti circostanti e il corpo dovrebbe essere abbastanza rilassato. Il principio cosciente dell'uomo deve lasciare la testa e affondare nel corpo prima che arrivi il sonno. Chi rimane rigido mentre è seduto o reclinato non dorme. Chi sogna, anche se il suo corpo è abbastanza rilassato, non dorme. Il sonno per l'uomo comune è una completa dimenticanza di tutto.

Il primo segno della necessità del sonno è l'incapacità di prestare attenzione, quindi sbadigliare, svogliarsi o indolenza del corpo. I muscoli si rilassano, le palpebre si chiudono, i bulbi oculari si alzano. Ciò indica che il principio cosciente ha rinunciato al controllo sui muscoli coordinatori del corpo. Il principio cosciente dell'uomo si disconnette quindi dalla sua sede fisica nel corpo ipofisario, che è il centro governativo del sistema nervoso del corpo fisico, oppure questo centro è così sfinito da non essere in grado di obbedire. Quindi, se non c'è qualcosa che assorbe interesse per la mente, lascia la sua sede di governo nel corpo ipofisario e il sistema nervoso si rilassa completamente.

Se l'oblio di tutto viene, allora si può dire di essere addormentati, ma se esiste uno stato semi-cosciente o appare un sogno di qualsiasi tipo, allora il sonno non è arrivato, perché il principio cosciente della mente è ancora nella testa ed è assorbito dai sensi soggettivi invece che dall'obiettivo, che è solo uno che si rimuove verso il sonno.

Nel sogno il principio cosciente è in contatto con le correnti nervose che colpiscono l'occhio, l'orecchio, il naso e la bocca e i sogni di cose collegate a questi sensi. Se una parte del corpo è colpita, malata o ferita, o se il lavoro gli viene imposto, può trattenere l'attenzione del principio cosciente e causare un sogno. Se, ad esempio, c'è un dolore al piede, questo influenzerà i suoi corrispondenti centri nel cervello e questi potrebbero lanciare immagini esagerate davanti al principio cosciente della mente rispetto alla parte interessata; o se viene mangiato cibo che uno stomaco non può utilizzare, come ad esempio un gallese rarebit, il cervello sarà colpito e ogni tipo di immagine incongrua può essere suggerito alla mente. Ogni senso ha un organo definito nella testa e il principio cosciente è in contatto con questi centri attraverso i nervi che li conducono e attraverso una relazione eterica. Se qualcuno di questi organi viene agito, trattengono l'attenzione del principio cosciente e il sonno non verrà. Quando si sogna, il principio cosciente è nella testa o si è ritirato in quella parte del midollo spinale che si trova nelle vertebre cervicali. Finché si sogna il sogno ordinario, il principio cosciente non è più lontano del midollo spinale nelle vertebre cervicali superiori. Man mano che il principio cosciente discende dalla prima delle vertebre cervicali, cessa di sognare; alla fine il mondo e i sensi scompaiono e prevale il sonno.

Non appena il principio cosciente dell'uomo è stato rimosso dal piano fisico, le correnti magnetiche della terra e le influenze circostanti iniziano il loro lavoro di riparazione dei tessuti e delle parti del corpo. Con i muscoli rilassati e il corpo a proprio agio e nella posizione corretta per dormire, le correnti elettriche e magnetiche regolano e ripristinano il corpo e i suoi organi in una condizione equilibrata.

C'è una scienza del sonno, che è la conoscenza delle leggi che controllano il corpo nella sua relazione con la mente. Coloro che si rifiutano di rispettare la legge del sonno pagano le penalità per malattia, malattia, follia o persino morte. La natura prescrive il tempo per dormire, e questa volta è osservato da tutte le sue creature tranne l'uomo. Ma l'uomo spesso ignora questa legge come fa gli altri, mentre cerca di seguire il suo piacere. La relazione armoniosa tra corpo e mente è causata dal sonno normale. Il sonno normale deriva dalla naturale fatica del corpo ed è determinato dalla posizione corretta per il sonno e dallo stato mentale precedente al sonno. Ogni cellula e organo del corpo, così come il corpo stesso, è polarizzato. Alcuni corpi sono molto positivi nella loro disposizione, altri sono negativi. È secondo l'organizzazione del corpo su quale posizione è la migliore per dormire.

Ogni persona, quindi, deve, invece di seguire le regole stabilite, scoprire la posizione migliore per la testa e su quale parte del corpo su cui poggiarsi. Ogni persona dovrebbe conoscere queste questioni per sé attraverso l'esperienza attraverso la consultazione e l'indagine dell'organismo stesso. Queste questioni non dovrebbero essere considerate come un hobby e fatte passare di moda, ma esaminate in modo ragionevole e affrontate come qualsiasi problema dovrebbe essere: essere accettato se l'esperienza è giustificata e respinto se irragionevole o se è dimostrato il contrario .

Di solito, i corpi ben regolati sono polarizzati in modo che la testa dovrebbe puntare a nord e i piedi a sud, ma l'esperienza ha dimostrato che le persone, altrettanto altrettanto sane, hanno dormito meglio con la testa che punta in una delle altre tre direzioni.

Durante il sonno il corpo cambia involontariamente la sua posizione per adattarsi all'ambiente circostante e alle correnti magnetiche prevalenti. Di solito, non è bene che una persona vada a dormire sdraiato sulla schiena, poiché tale posizione lascia il corpo aperto a molte influenze dannose, ma ci sono persone che dormono bene solo quando giacciono sulla schiena. Ancora una volta ha detto che non è bene dormire sul lato sinistro perché c'è quindi una pressione sul cuore che interferisce con la circolazione del sangue, eppure molti preferiscono dormire sul lato sinistro e non trovano alcun vantaggio. Le persone anemiche le cui pareti dei vasi hanno perso il loro tono normale, spesso hanno dolori alla schiena al risveglio al mattino. Ciò è spesso dovuto al sonno sulla schiena. Il corpo, quindi, dovrebbe essere colpito dall'idea di muoversi o adattarsi durante la notte alla posizione che gli offrirà la massima facilità e comodità.

Due correnti di vita hanno a che fare in particolare con i fenomeni di veglia e sonno. Queste sono le correnti solari e lunari. L'uomo respira attraverso una narice alla volta. Per circa due ore la corrente solare arriva con il respiro che fluisce attraverso la narice destra per circa due ore; poi c'è un periodo di equilibrio di pochi minuti e il respiro cambia, quindi la corrente lunare guida il respiro che passa attraverso la narice sinistra. Queste correnti attraverso il respiro continuano ad alternarsi per tutta la vita. Hanno un'influenza sul sonno. Se al momento del ritiro il respiro arriva e attraversa la narice sinistra, si scoprirà che la posizione che favorisce maggiormente il sonno è quella di trovarsi sul lato destro, perché consentirà al respiro lunare di fluire senza interruzioni attraverso la narice sinistra. Ma se invece si dovesse mentire sul lato sinistro, si scoprirà che questo cambia la corrente; il respiro cessa di fluire attraverso la narice sinistra e invece scorre attraverso la narice destra. Il trasferimento di correnti avverrà immediatamente dopo il cambio di posizione. Se uno non riesce a dormire, lascia che cambi posizione a letto, ma consulti il ​​suo corpo su come desidera mentire.

Dopo un sonno ristoratore, i poli di tutte le cellule del corpo puntano nella stessa direzione. Ciò consente alle correnti elettriche e magnetiche di fluire uniformemente attraverso le celle. Ma man mano che il giorno svanisce, i pensieri cambiano la direzione dei poli delle cellule e di notte non c'è regolarità delle cellule, poiché indicano in ogni direzione. Questo cambiamento di polarità ostacola il flusso delle correnti vitali e mentre la mente mantiene la sua sede di governo al centro del sistema nervoso, il corpo pituitario, questo sistema nervoso impedisce al corpo di rilassarsi e permettendo alle correnti magnetiche di polarizzare le cellule . Il sonno è quindi necessario per ripristinare le cellule nella loro posizione corretta. Nella malattia le cellule sono, in una parte o in tutto il corpo, contrarie tra loro.

Chi desidera dormire bene non dovrebbe ritirarsi immediatamente dopo aver discusso una domanda, o essersi impegnato in una conversazione interessante, o è entrato in controversia, né quando la mente è agitata, infastidita o occupata da qualcosa di assorbente interesse, perché allora la mente sarà così impegnato che inizialmente rifiuterà di lasciar andare il soggetto e di conseguenza impedirà agli organi e alle parti del corpo di rilassarsi e trovare riposo. Un altro motivo è che dopo che la mente ha portato il soggetto per un po 'di tempo, è molto difficile allontanarsene e così tante ore della notte possono essere trascorse nel tentativo ma non riuscendo a "andare a dormire". Se la mente è troppo presa da un argomento, dovrebbe essere introdotto qualche altro argomento di pensiero di natura contraria, o un libro letto fino a quando l'attenzione non viene presa dall'argomento assorbente.

Dopo la pensione, se non si è già determinati sulla posizione migliore a letto, dovrebbe sdraiarsi sul lato destro nella posizione più facile e comoda, rilassando ogni muscolo e lasciando che ogni parte del corpo cada nella posizione più naturale. Il corpo non deve essere esposto al freddo, né surriscaldato, ma deve essere mantenuto a una temperatura confortevole. Quindi uno dovrebbe sentirsi gentilmente nel suo cuore ed estendere la sensazione in tutto il corpo. Tutte le parti del corpo risponderanno ed elettrizzeranno con generoso calore e sensazione. Se il principio cosciente non affonda naturalmente nel sonno, è possibile tentare diversi esperimenti per indurre il sonno.

Uno dei metodi più comuni utilizzati per indurre il sonno è quello del conteggio. Se questo viene provato, si dovrebbe contare lentamente e pronunciare ogni numero mentalmente in modo da comprenderne il valore consecutivo. Ciò ha l'effetto di stancare il cervello dalla sua monotonia. Quando saranno raggiunti i centoventicinque anni, il sonno sarà seguito. Un altro metodo e quello che dovrebbe essere più efficace per le persone forti e anche molto negative, è quello di cercare di guardare in alto. Le palpebre dovrebbero essere chiuse e gli occhi rivolti verso l'alto in modo da mettere a fuoco circa un pollice sopra e dietro la radice del naso. Se uno è in grado di farlo correttamente, il sonno arriva di solito in pochi minuti e spesso entro trenta secondi. L'effetto prodotto ruotando gli occhi verso l'alto è di disconnettere l'organismo psichico dall'organismo fisico. Non appena l'attenzione è rivolta alla natura psichica, il fisico è perso di vista. Segue il sogno o il sonno. Ma il modo migliore e più semplice è avere fiducia nella propria capacità di dormire e liberarsi di influenze inquietanti; da questa fiducia e dal sentimento gentile nel cuore il sonno segue a breve.

Ci sono alcuni fenomeni fisici che quasi sempre accompagnano il sonno. La respirazione è ridotta e invece di respirare dalla regione addominale, l'uomo respira dalla regione toracica. Il polso si allenta e l'azione cardiaca diventa più lenta. In molti casi è stato riscontrato che ci sono variazioni delle dimensioni del corpo durante il sonno. Alcune parti del corpo aumentano di dimensioni, mentre altre diminuiscono. I vasi di superficie del corpo si allargano, mentre i vasi cerebrali diventano più piccoli. Il cervello diventa pallido e si contrae durante il sonno, ma al ritorno del principio cosciente assume una tonalità più rosea o un colore rubicondo. La pelle è più attiva nel sonno che nello stato di veglia, che è la ragione principale per cui l'aria nelle camere da letto diventa impura più rapidamente rispetto alle ore di veglia; ma mentre la pelle è piena di sangue, gli organi interni sono in uno stato di anemia.

Il motivo della variazione delle dimensioni in alcune parti del corpo è che quando il principio cosciente si ritira dal cervello, l'azione del cervello si riduce, la circolazione del sangue diminuisce e, come organo funzionante del principio cosciente, il il cervello è quindi a riposo. Non così con la periferia del corpo. La causa di ciò è che, poiché il guardiano del corpo, il principio cosciente, si è ritirato e i suoi organi attivi rimangono a riposo, il principio cosciente coordinatore della forma del corpo prende in carico e protegge il corpo dai molti pericoli a cui è esposto durante il sonno.

A causa di questi molti pericoli, la pelle ha una maggiore circolazione che la rende più sensibile alle influenze rispetto allo stato di veglia. Nello stato di veglia i nervi motori e i muscoli volontari hanno la carica del corpo, ma quando il principio cosciente dell'uomo si è ritirato e il sistema dei nervi motori che controllano i muscoli e i movimenti volontari del corpo è stato rilassato, i nervi involontari e i muscoli del corpo entrano in gioco. Questo è il motivo per cui il corpo nel letto viene spostato da una posizione all'altra, senza l'aiuto del principio cosciente dell'uomo. I muscoli involontari muovono il corpo solo come richiesto dalle leggi naturali e per adeguare il corpo a queste leggi.

L'oscurità è più favorevole al sonno perché i nervi della periferia del corpo non sono influenzati dall'oscurità. La luce che agisce sui nervi trasmette impressioni al cervello che potrebbero suggerire molte forme di sogno, e i sogni sono più frequentemente il risultato di un po 'di rumore o della luce che agisce sul corpo. Qualsiasi rumore, tocco o impressione esterna, provoca immediatamente un cambiamento nelle dimensioni e nella temperatura del cervello.

Il sonno è anche prodotto dai narcotici. Non provocano un sonno sano, poiché un narcotico o una droga attenua i nervi e li disconnette dal principio cosciente. I farmaci non devono essere usati se non in casi estremi.

Il sonno sufficiente dovrebbe essere dato al corpo. Il numero di ore non può essere impostato con esattezza. A volte ci sentiamo più rinfrescati dopo un sonno di quattro o cinque ore rispetto alle altre volte dal doppio del numero. L'unica regola che può essere seguita per quanto riguarda la durata del sonno è quella di ritirarsi a un'ora abbastanza presto e dormire fino a quando il corpo si sveglia da solo. Stare svegli a letto raramente è benefico e spesso abbastanza dannoso. Il momento migliore per dormire, tuttavia, sono le otto ore dalle dieci di sera alle sei di mattina. Verso le dieci in punto inizia a suonare una corrente magnetica della terra che dura quattro ore. Durante questo periodo, e specialmente nelle prime due ore, il corpo è più suscettibile alla corrente e ne riceve il massimo beneficio. Alle due del mattino inizia a suonare un'altra corrente che carica la vita del corpo. Questa corrente continua per circa quattro ore, così che se il sonno fosse iniziato alle dieci, da due tutte le cellule e parti del corpo sarebbero state rilassate e bagnate dalla corrente magnetica negativa; alle due una corrente elettrica inizierà a stimolare e rinvigorire il corpo, e alle sei le cellule del corpo saranno state così cariche e rinvigorite da indurre all'azione e richiamare l'attenzione del principio cosciente della mente .

Insonnia e insonnia sono insalubri, perché mentre il corpo rimane in azione ed è governato e controllato dai nervi e dai muscoli volontari, la natura non può rimuovere ed eliminare i prodotti di scarto, né riparare i danni arrecati al corpo dall'usura della vita attiva. Questo può essere fatto solo mentre i nervi e i muscoli involontari hanno il controllo del corpo e sono controllati da un impulso naturale.

Il sonno eccessivo è negativo quanto il sonno insufficiente. Coloro che si abbandonano al sonno eccessivo sono di solito menti noiose e pigre e persone pigre, di poco intelletto o gormand che si dilettano nel dormire e nel mangiare. I deboli di mente sono facilmente affaticati e qualsiasi monotonia indurrà il sonno. Chi si concede troppo sonno si procura una lesione, poiché un sonno eccessivo è accompagnato dall'inattività degli organi e dei tessuti principali del corpo. Ciò comporta un indebolimento e può portare a gravi conseguenze. Provoca un arresto dell'azione della cistifellea e durante il ristagno della bile le sue parti liquide vengono assorbite. Un sonno eccessivo, indebolendo il tono del canale alimentare, tende a sviluppare costipazione.

Anche se molti suppongono di sognare durante tutto il loro periodo di sonno, raramente è così e, in tal caso, si svegliano affaticati e insoddisfatti. Con coloro che dormono bene ci sono due periodi di sogno. Il primo è quando le facoltà della mente e dei sensi affondano nell'abbandono; questo di solito dura da pochi secondi a un'ora. Il secondo periodo è quello del risveglio, che è, in circostanze normali, da pochi secondi a mezz'ora. La lunghezza apparente del sogno non indica affatto il tempo effettivamente impiegato, poiché il tempo nel sogno differisce ampiamente dal tempo come lo conosciamo nello stato di veglia. Molti hanno sperimentato sogni che nel sogno richiedevano anni o un tempo di vita o addirittura secoli per attraversare, dove si vedevano sorgere e cadere civiltà e il sognatore esisteva così intensamente da essere senza dubbio, ma al risveglio scoprì che gli anni o le età erano state solo pochi secondi o minuti dopo tutto.

Il motivo della sproporzione della lunghezza dei sogni con il tempo così come lo conosciamo, è dovuto al fatto che abbiamo educato i nostri organi di percezione all'abitudine di stimare le distanze e il tempo. Il principio cosciente che funziona nel mondo supersensibile percepisce l'esistenza senza limiti, mentre i nostri organi stimano il tempo e la distanza dalla circolazione del sangue e dalla circolazione del fluido nervoso, così come è stato usato in relazione al mondo esterno. Un sogno è solo la rimozione del principio cosciente dal funzionamento attraverso gli organi fisici esterni sul piano fisico alla sua funzione attraverso gli organi interni sul piano psichico. Il processo e il passaggio possono essere osservati dal principio cosciente quando la mente ha imparato a dissociarsi dagli organi e dai sensi del corpo.

Il corpo nel suo insieme è uno, ma è composto da molti corpi, ognuno dei quali è di uno stato della materia diverso da quello dell'altro. C'è la materia atomica di cui è costruito l'intero corpo, ma raggruppato secondo il principio del design. Questo è un corpo invisibile. Poi c'è il corpo molecolare, che è il principio di progettazione astrale in base al quale gli atomi sono raggruppati e che dà forma a tutto il corpo. Poi c'è il corpo vitale, che è un corpo psichico che pulsa attraverso il corpo molecolare. Ancora un altro è quello del corpo del desiderio che è un corpo organico invisibile che permea tutti i corpi precedenti. Oltre a questi c'è il corpo della mente, che è come una luce che splende dentro e attraverso tutti quelli già menzionati.

Ora, quando il principio cosciente o il corpo della mente funziona attraverso i sensi nel mondo fisico, come un corpo di luce, accende la sua luce su tutti gli altri corpi e traspare e stimola loro e i sensi e gli organi all'azione. In quello stato si dice che l'uomo sia sveglio. Quando il corpo leggero della mente è stato acceso per un lungo periodo, tutti i corpi inferiori sono sopraffatti dalla luce e non sono in grado di rispondere. Fino a quel momento erano polarizzati al corpo di luce della mente e ora si depolarizzano e il corpo di luce è acceso al corpo psichico molecolare che è la sede interna dei sensi esterni e contiene i sensi del piano psichico. È allora che sogniamo e i sogni sono di tutti i tipi quante sono le disposizioni; e i sogni che sorgono provengono da molte cause.

La causa dell'incubo è talvolta dovuta all'incapacità dell'apparato digerente di funzionare e alla tendenza a lanciare immagini esagerate sul cervello, che sono viste dal principio cosciente della mente; gli incubi possono essere causati da una cessazione della circolazione del sangue o del sistema nervoso o da una disconnessione dei nervi motori dai nervi sensoriali. Questa disconnessione può essere causata dall'allungamento dei nervi o dalla loro lussazione. Un'altra causa è un incubo che prende possesso del corpo. Questo non è un sogno prodotto dall'indigestione o dalla fantasia disordinata, ma è di natura seria e si dovrebbero prendere precauzioni contro di esso, altrimenti la medianità potrebbe essere il risultato, se non la follia, ed è noto che tale incubo a volte ha portato a Morte.

I sonnambuli spesso usano apparentemente tutti i sensi e le facoltà della normale vita di veglia, e talvolta possono mostrare un'acutezza non vista nella vita di veglia del sonnambulo. Un sonnambulo può alzarsi dal suo letto, vestirsi, sellare il cavallo e cavalcare furiosamente in luoghi dove nel suo stato di veglia non vorrebbe tentare di andare; o può tranquillamente arrampicarsi su precipizi o lungo vertigini dove sarebbe folle per lui avventurarsi se sveglio; oppure può scrivere lettere e impegnarsi in una conversazione, eppure dopo il risveglio essere totalmente inconsapevole di ciò che è accaduto. La causa del sonnambulismo è generalmente dovuta al controllo da parte del principio cosciente coordinatore della forma del corpo mediante la quale i nervi e i muscoli involontari vengono mossi, senza l'interferenza del principio cosciente della mente. Questa azione sonnambulistica è solo un effetto. La causa è dovuta a determinati processi di pensiero che hanno avuto luogo prima, nella mente dell'attore o suggeriti dalla mente di un altro.

Il sonnambulismo è una forma di ipnosi, di solito la realizzazione di determinati pensieri che sono stati impressi sul principio della forma del corpo, come quando si pensa intensamente ad un'azione o cosa, si impressionano questi pensieri sul disegno o sul principio della forma del suo corpo fisico . Ora, quando uno ha impressionato così tanto il suo principio di forma e si è ritirato per la notte, il suo principio cosciente si ritira dalla sede e dal centro del cervello e i nervi e i muscoli volontari si rilassano. Quindi è che i nervi e i muscoli involontari prendono il controllo. Se questi sono sufficientemente spinti dalle impressioni ricevute dal principio del pensiero mentre si trovano nello stato di veglia, obbediscono automaticamente a questi pensieri o impressioni con la stessa sicurezza con cui il soggetto ipnotizzato obbedisce al suo operatore. Quindi le prodezze selvagge eseguite dal sonnambulo sono spesso la realizzazione di un sogno di un giorno impiantato sul corpo forma durante lo stato di veglia, dimostrando che il sonnambulo è un soggetto di autoipnosi.

Ma questa autoipnosi non è sempre il risultato di un sogno ad occhi aperti, o di una fantasia selvaggia, o del solo pensiero di svegliare la vita. A volte il principio cosciente si trova in uno degli stati del sogno profondo e trasferisce le impressioni di quello stato del sogno profondo al principio cosciente coordinatore del corpo della forma. Quindi, se questo corpo agisce sulle impressioni così ricevute, i fenomeni del sonnambulismo sono esibiti in alcune delle esibizioni più complicate e difficili, come quelle che richiedono un'operazione mentale nei calcoli matematici. Queste sono due delle cause del sonnambulismo, ma ci sono molte altre cause, come quella della doppia personalità, dell'ossessione o dell'obbedienza ai dettami della volontà di un altro che attraverso l'ipnotismo può dirigere il corpo del sonnambulo nella sua azione automatica.

L'ipnosi è una forma di sonno causata dalla volontà di uno che agisce nella mente di un altro. Gli stessi fenomeni che si manifestano nel sonno naturale sono prodotti artificialmente dall'ipnotizzatore. Esistono molti metodi seguiti dagli ipnotizzatori, ma i risultati sono gli stessi. Nell'ipnosi l'operatore provoca stanchezza delle palpebre, pigrizia generale e per suggerimento, o per volontà dominante costringe il principio cosciente del soggetto a ritirarsi dalla sede e dal centro del cervello, e quindi controlla i nervi involontari e i muscoli del corpo si arresero e il principio cosciente fu disconnesso dai suoi centri psichici e dai centri di sensazione e cadde nel sonno profondo. Quindi l'operatore prende il posto della mente dell'altro e detta i movimenti del principio di forma del corpo che controlla i movimenti involontari. Questo principio di forma risponde prontamente al pensiero dell'operatore se il soggetto è buono, e la mente dell'operatore è a quell'automa di un corpo quale fosse il suo principio cosciente della mente.

Il soggetto ipnotizzato può mostrare tutti i fenomeni del sonnambulismo e può persino essere costretto a compiere prodigi più meravigliosi di resistenza perché l'ipnotizzatore può inventare talenti che gli piace far eseguire al soggetto, mentre i movimenti del sonnambulo dipendono dal pensiero precedente, qualunque cosa potesse essere stata. Non si dovrebbe mai sottoporre ad alcuna ipnotizzazione alcuna circostanza o condizione, poiché tende a rendere lui e il suo corpo il giocattolo di qualsiasi influenza.

È possibile trarre beneficio dall'autoipnosi se fatto in modo intelligente. Ordinando al corpo di eseguire determinate operazioni, esso sarà portato più accuratamente sotto l'influenza della propria ragione, e sarà più facile per il principio di ragionamento dirigere le proprie azioni nella vita e del corpo se il corpo è così addestrato da rispondere al principio di ragionamento in ogni momento. Una di queste operazioni è svegliarsi la mattina nel momento in cui la mente ha ordinato al corpo di svegliarsi prima di ritirarsi, e che non appena si alzano e si bagnano e si vestono immediatamente. Questo può essere portato più lontano dirigendo il corpo a svolgere determinati compiti in determinati momenti della giornata. Il campo di tali esperimenti è ampio e il corpo è reso più suscettibile se questi ordini vengono dati la sera prima del sonno.

Otteniamo molti benefici dal sonno, ma ci sono anche pericoli.

C'è il pericolo di una perdita di vitalità durante il sonno. Questo può diventare un ostacolo molto serio per coloro che si sforzano di condurre una vita spirituale, ma deve essere incontrato e superato. Quando la castità del corpo è stata mantenuta per un determinato periodo, quel corpo diventa un oggetto di attrazione per molte classi di entità e influenze del mondo invisibile dei sensi. Questi si avvicinano al corpo durante la notte e nel sonno agiscono sui principi di coordinazione consapevole del corpo forma, che controlla i nervi e i muscoli involontari del fisico. Agendo su questo principio di forma del corpo, i centri organici vengono stimolati e stimolati e sono seguiti da risultati indesiderati. La perdita di vitalità può essere arrestata positivamente e le influenze che la causano impediscono l'approccio. Colui che è cosciente durante il sonno del corpo, naturalmente, manterrà tutte queste influenze ed entità lontane, ma anche chi non è così cosciente può proteggersi.

Le perdite vitali sono spesso il risultato dei propri pensieri durante la vita di veglia, o dei pensieri che entrano nella sua mente e ai quali dà pubblico. Questi colpiscono il principio della forma coordinante e, come il corpo sonnambulista, segue automaticamente la tendenza del pensiero impresso su di esso. Perciò, chi si protegge dal sonno, conserva una mente pura nella vita di veglia. Invece di intrattenere i pensieri che sorgono nella sua mente, o che potrebbero essergli suggeriti da altri, lasciali scacciare, rifiutando un pubblico e rifiutando di sostenerli. Questo sarà uno dei migliori aiuti e indurrà un sonno salutare e benefico. La perdita di vitalità è talvolta dovuta ad altre cause oltre ai propri pensieri o ai pensieri degli altri. Questo può essere prevenuto, anche se richiede tempo. Lascia che uno che sia così afflitto incarichi il suo corpo di chiamarlo per chiedere aiuto quando si avvicina un pericolo e lascia che anche il suo principio di ragionamento imponga a qualsiasi visitatore sgradito di partire; e deve partire se viene dato il comando giusto. Se una persona seducente appare in sogno, dovrebbe chiedere: "Chi sei?" e cosa vuoi?" Se queste domande vengono poste forzatamente, nessuna entità può rifiutarsi di rispondere e di far conoscere se stessi e il proprio scopo. Quando queste domande vengono poste al visitatore, la sua bella forma spesso dà luogo a una forma più orribile, che, arrabbiata per essere così costretta a mostrare la sua vera natura, ringhia o grida e scompare involontariamente.

Avendo caricato la mente con i fatti di cui sopra e per prevenire ulteriormente un simile pericolo di sonno, si dovrebbe andare in pensione avere una sensazione gentile nel cuore ed estenderla attraverso tutto il corpo fino a quando le cellule brivido di un piacevole calore. In tal modo, agendo dal corpo, con il corpo al centro, gli permette di immaginare che l'atmosfera circostante sia carica di un pensiero gentile di carattere positivo, che si irradia da lui e riempie ogni parte della stanza, così come la luce che brilla da un globo elettrico. Questa sarà la sua atmosfera, dalla quale è circondato e in cui può dormire senza ulteriori pericoli. L'unico pericolo che verrà dopo di lui saranno i pensieri che sono i figli della sua stessa mente. Naturalmente, questa condizione non è raggiunta in una sola volta. È il risultato di uno sforzo continuo: della disciplina del corpo e della disciplina della mente.

C'è uno zodiaco del sonno e c'è uno zodiaco del risveglio. Lo zodiaco della vita di veglia va dal cancro (♋︎) al capricorno (♑︎) per via della bilancia (♎︎). Lo zodiaco del sonno va dal capricorno (♑︎) al cancro (♋︎) per mezzo di Ariete (a). Il nostro zodiaco della vita di veglia inizia al cancro (♋︎), al respiro, con la prima indicazione del nostro essere cosciente. È la prima partenza dallo stato di sonno profondo al mattino o dopo il nostro riposo quotidiano. In questa condizione di solito non si è consapevoli delle forme o di nessuno dei dettagli della vita di veglia. L'unica cosa di cui si è consapevoli è uno stato di essere riposante. Con l'uomo normale è uno stato molto riposante. Di conseguenza, il principio di pensiero passa a uno stato più consapevole, che è rappresentato dal segno leo (♌︎), la vita. In questo stato si vedono colori o oggetti brillanti e si sente il flusso e lo spunto della vita, ma di solito senza alcuna definizione di forma. Quando la mente riprende la sua relazione con la condizione fisica, passa nel segno virgo (♍︎), forma. È in questo stato che la maggior parte delle persone sogna al proprio ritorno alla vita di veglia. Qui le forme sono viste distintamente, i vecchi ricordi sono rivisti e le impressioni che incidono sui sensi corporei fanno sì che le immagini vengano lanciate sull'etere del cervello; dalla sua sede la mente osserva queste impressioni e suggerimenti dei sensi e le interpreta in tutti i tipi di sogni. Da questo stato di sogno c'è solo un passo per svegliare la vita, quindi la mente si risveglia al senso del suo corpo nel segno della Bilancia (♎︎), il sesso. In questo segno passa attraverso tutte le attività della vita quotidiana. Dopo essersi risvegliati al suo corpo nel segno della bilancia (♎︎), il sesso, i suoi desideri si manifestano attraverso il segno scorpione (♏︎), il desiderio. Questi sono collegati e agiti dai pensieri abituali della veglia della vita, nel segno sagittario (♐︎), pensiero, che continua durante il giorno e fino a quando il principio cosciente della mente affonda di nuovo in se stesso e cessa di essere consapevole il mondo. Ciò avviene al segno capricorno (♑︎), individualità. Il Capricorno (♑︎) rappresenta lo stato del sonno profondo ed è sullo stesso piano del cancro (♋︎). Ma mentre il capricorno (♑︎) rappresenta l'ingresso nel sonno profondo, il cancro (♋︎) rappresenta l'uscita da esso.

Lo zodiaco addormentato va dal capricorno (♑︎) al cancro (♋︎) tramite Ariete (a). Rappresenta l'universo non manifestato del sonno, poiché la metà inferiore dello zodiaco rappresenta l'universo manifestato della vita di veglia. Se uno passa attraverso questo stato non manifestato dopo il suo ritiro, viene rinfrescato al risveglio perché è in questo stato di sonno profondo, se viene attraversato in modo ordinato, che viene in contatto con gli attributi e le facoltà superiori dell'anima e riceve istruzioni attraverso di loro che gli consentono di riprendere il lavoro il giorno seguente con rinnovata forza e allegria, e che esegue con discriminazione e fermezza.

Lo zodiaco del sonno è lo stato noumenico; lo zodiaco del risveglio rappresenta il mondo fenomenale. Nello zodiaco del sonno la personalità non può oltrepassare il segno capricorno o il sonno profondo, altrimenti smetterebbe di essere la personalità. Rimane in uno stato di letargia fino a quando non si risveglia da esso al cancro (♋︎). L'individualità quindi riceve i benefici dallo zodiaco del sonno quando la personalità è inattiva. L'individualità quindi impressiona sulla personalità tutti i benefici che può ricevere.

Uno che imparerebbe lo zodiaco del risveglio e del sonno, farebbe riferimento ai diagrammi spesso inseriti La Parola. Vedere La Parola, Vol. 4, n. 6, marzo 1907 e Vol. 5, n. 1, aprile 1907. Figure 30 e 32 dovrebbero essere ponderati, poiché suggeriranno i vari tipi e gradi di stati di veglia e di sonno attraverso i quali ognuno passa, secondo la sua forma fisica, le circostanze e il karma. In entrambe queste figure sono rappresentati quattro uomini, tre dei quali sono contenuti in un uomo più grande. Applicati all'argomento di questo documento, questi quattro uomini rappresentano i quattro stati che passano dal risveglio al sonno profondo. Il più piccolo e il primo uomo è il fisico, in piedi nella Bilancia (♎︎), che è limitato dal suo corpo al piano della Vergine-Scorpione (♍︎ – ♏︎), forma e desiderio, del grande zodiaco. La seconda figura è l'uomo psichico, all'interno del quale è contenuto l'uomo fisico. Questo uomo psichico rappresenta lo stato del sogno ordinario. Questo stato di sogno ordinario, così come l'uomo psichico, è limitato ai segni leo-sagittario (♌︎ – ♐︎) dell'uomo spirituale, e ai segni cancro-capricorno (♋︎ – ♑︎) dell'uomo mentale, ed è in questa sfera del mondo psichico che l'uomo ordinario funziona nel sogno. In questo stato la linga sharira, che è il disegno o la forma del corpo, è il corpo che viene utilizzato e attraverso il quale viene sperimentato il sogno. Coloro che hanno avuto esperienza nei sogni riconoscono questo stato come uno in cui non c'è brillantezza o varietà di colore. Le forme sono viste e i desideri sono percepiti, ma i colori sono assenti e le forme sembrano essere tutte di una tonalità, che è grigio opaco o forma cinerea. Questi sogni sono di solito suggeriti dai pensieri del giorno precedente o dalle sensazioni del corpo in quel momento. Il vero stato del sogno, tuttavia, è simboleggiato da ciò che abbiamo, negli articoli sopra citati, chiamato uomo mentale. L'uomo mentale nel suo zodiaco mentale contiene gli uomini psichici e fisici nei loro rispettivi zodiaci. L'uomo mentale nel suo zodiaco si estende al piano del leo-sagittario (♌︎ – ♐︎), pensiero vitale, del grande zodiaco. Questo è sul piano del cancro-capricorno (♋︎ – ♑︎) dello zodiaco spirituale, limitato dal centro dell'uomo spirituale. È questo uomo mentale che comprende e limita tutte le fasi della vita onirica vissute dall'uomo comune. Solo in condizioni straordinarie si riceve una comunicazione consapevole dall'uomo spirituale. Questo uomo mentale è il vero corpo dei sogni. È così indistinto nell'uomo comune, e così indefinito nella sua vita da sveglio, che gli è difficile funzionare in modo cosciente e intelligente, ma è il corpo in cui passa il periodo del suo paradiso dopo la morte.

Da uno studio di figure 30 e 32, si vedrà che il triangolo ad angolo retto invertito si applica a tutti gli zodiaci, ciascuno secondo il suo tipo, ma che le linee (♋︎ – ♎︎) e (♎︎ – ♑︎) passano attraverso tutti gli zodiaci con gli stessi segni relativi. Queste linee mostrano il contatto della vita di veglia e la sua partenza, l'arrivo nel corpo e la sua uscita. Le cifre suggeriscono molto più di quanto si possa dire di loro.

Colui che trarrebbe beneficio dal sonno, quale beneficio reagirà per tutta la sua vita, farebbe bene a riservare da quindici minuti a un'ora per la meditazione prima di ritirarsi. Per l'uomo d'affari può sembrare una perdita di tempo impiegare un'ora per la meditazione, stare fermi per anche quindici minuti sarebbe una stravaganza, ma lo stesso uomo penserebbe che quindici minuti o un'ora a teatro siano troppo brevi per consentire lui una serata di intrattenimento.

Si possono ottenere esperienze in meditazione che trascendono quelle che si godono a teatro, mentre il sole trascende in brillantezza la luce oscura di una lampada a olio. Nel meditare, che si tratti di cinque minuti o un'ora, lascia una recensione e condanna le sue azioni sbagliate del giorno, e proibisci tali o altre azioni simili domani, ma lascia che approvi quelle cose che sono state ben fatte. Quindi lascia che diriga il suo corpo e il suo principio di forma sull'autoconservazione per la notte. Consenti anche a lui di considerare quale sia la sua mente e quale sia egli stesso come principio cosciente. Ma lascia che anche lui determini e decida di essere cosciente durante i suoi sogni e nel suo sonno; e in ogni cosa, lascia che determini di essere continuamente cosciente, attraverso il suo principio cosciente, e quindi attraverso il suo principio cosciente di trovare - Coscienza.