La fondazione di parole

IL

PAROLA

Vol 20 FEBBRAIO, 1915. No. 5

Copyright, 1915, di HW PERCIVAL.

Fantasmi.

Fantasmi che non sono mai stati uomini.

IL mondo spirituale, il mondo mentale e il mondo psichico di cui generalmente si parla, sono solo quelle parti di esso che si fondono nella sfera della terra. L'uomo ordinario non raggiunge e non pensa nemmeno oltre la sfera della terra. L'uomo fisico dipende per la sua continua esistenza fisica, dai suoi organi fisici. I quattro elementi non sono percepiti né compresi, né appropriati nei loro stati puri, ma solo perché sono influenzati dal mezzo del fisico. Gli stati solidi, liquidi, ariosi e radianti del mondo fisico sono gli intermediari, attraverso i quali provengono e dai quali vengono estratti i quattro elementi dalle sfere di fuoco, aria, acqua, terra, necessarie per la creazione e il nutrimento di tutti i corpi fisici .

I vari corpi fisici hanno organi attraverso i quali estraggono dalle parti solide, fluide, ariose e radianti della terra fisica, ciò di cui hanno bisogno per la loro esistenza. La sfera di fuoco appare nel nostro mondo fisico, cioè sui quattro piani inferiori della sfera di terra, come luce.

Gli esseri della terra sono costituiti dagli elementi di tutte e quattro le sfere. Ma l'elemento della sfera della terra è ampiamente preponderante in tutti gli esseri della terra. I quattro aspetti o stati dell'uomo sono nutriti da cibo solido, cibo liquido, cibo arioso e cibo ardente. La sfera della terra rappresentata dal cibo solido e la sfera dell'acqua rappresentata dal cibo liquido sono percepite in quelle forme, perché appartengono ai mondi dei sensi, del mondo psichico e fisico. L'aria e la luce, rappresentative dei mondi mentale e spirituale, non sono percepite attraverso i sensi, perché la sfera del fuoco e la sfera dell'aria sono al di là della percezione dei sensi.

È la mente all'interno dei sensi che percepisce gli elementi del fuoco e dell'aria che operano attraverso la nostra sfera fisica della terra. L'elemento dell'aria che opera attraverso la nostra sfera fisica della terra è percepito dalla mente, che agisce attraverso i sensi, come i gas della chimica. La luce non è vista dai sensi. La luce è rappresentativa del fuoco. La luce rende le cose visibili, ma è di per sé invisibile ai sensi. La mente percepisce la luce, i sensi no. Il corpo fisico dell'uomo ha bisogno dell'elemento di terra grossolana rappresentato dal cibo solido, dell'elemento di terra liquida rappresentato dall'acqua, dell'elemento di terra ariosa rappresentato dall'atmosfera e dell'elemento di terra ardente rappresentato dalla luce. Ognuno di questi elementi della terra è un mezzo per il trasferimento dell'elemento puro corrispondente dalla sfera di fuoco, aria, acqua, terra, nell'organizzazione fisica dell'uomo. Il suo corpo ha alcuni sistemi che vengono usati per entrare e uscire da quegli elementi. Il sistema digestivo è per il solido, l'elemento terra. Il sistema circolatorio è per il liquido, l'elemento acqua. Il sistema respiratorio è per l'elemento aria. Il sistema generativo per l'elemento fuoco.

L'uomo, quindi, ha in lui i quattro elementi. Non li tocca nei loro stati puri, ma solo nella misura in cui i quattro elementi sono tangibili all'interno della parte manifestata - che è solo una piccola parte di essa - della sfera della terra. L'uomo neppure lì contatta gli elementi nei loro stati puri; gli elementi, tuttavia, mantengono i loro stati puri, sebbene non ne sia consapevole, per il motivo che non sono sensibili ai suoi cinque sensi come attualmente sviluppato.

La sfera di fuoco mantiene il suo carattere in tutta la sfera dell'aria, dell'acqua e della terra; ma scompare in queste sfere per gli esseri di queste sfere, perché gli esseri non sono in grado di percepire il fuoco nel proprio stato. Sono in grado di percepirlo solo quando il fuoco invisibile è in combinazione con gli elementi che possono percepire nelle loro sfere. Lo stesso vale per la sfera dell'aria e la sfera dell'acqua attiva all'interno della sfera terrestre, che sono quindi impercettibili e sconosciute nei loro stati puri agli esseri umani sulla terra.

L'elemento del fuoco è il meno mutevole di tutti gli elementi. La sfera di fuoco è lo spirito, l'origine, la causa e il supporto delle altre sfere. Per la sua presenza in essi è la causa primaria dei cambiamenti in essi, mentre di per sé è la meno mutevole nelle manifestazioni di quelle sfere. Il fuoco non è il cambiamento, è la causa primaria del cambiamento nelle altre sfere. La sfera d'aria è il veicolo e il corpo in cui il Fuoco si veste di involuzione.

L'elemento dell'aria è la vita. Tutti gli esseri nel mondo sensuale ricevono la loro vita da questo mondo. Suono, tempo e vita sono le tre caratteristiche della sfera d'aria. Questo suono non è vibrazione; è il substrato della vibrazione. La vibrazione è percepita nei mondi acquosi e terrosi. La sfera dell'aria è il collegamento, il mezzo e il passaggio tra la sfera del fuoco e la sfera dell'acqua.

La sfera d'acqua è l'elemento formativo. È l'elemento in e attraverso il quale gli elementi più fini del fuoco e dell'aria sopra di esso e l'elemento più grossolano della terra sotto di esso si mescolano e si fondono. Si mescolano; ma la mescolanza non è causata dalla sfera d'acqua; la causa della commistione è il fuoco. In questa sfera prendono forma questi tre elementi. Massa, vibrazione, gravità, coesione e forma sono caratteristiche della sfera d'acqua.

La sfera della terra, di cui, si ricorderà, solo una parte è manifestata e sensibile all'uomo, è la sfera più grossolana. In esso precipitano e si condensano le parti più grossolane delle altre sfere. Le quattro sfere occulte dell'universo sono quindi conosciute dall'uomo solo negli aspetti grossolani che hanno quando offuscate e oscurate nel loro aspetto nel mondo fisico, e solo nella misura in cui i suoi cinque sensi possono dargli contatto e conoscenza.

Eppure, in questo umile mondo, il Fuoco regola l'adattamento dei disturbi in tutte le sfere. Qui vengono avviate le contrazioni. L'equilibrio su cui la compensazione è iniziata e fatta, è il corpo dell'uomo.

Tutte queste sfere sono necessarie per l'esistenza del nostro universo così com'è. Se la sfera della terra fosse ritirata, il che equivale a dire, se l'elemento della terra fosse ritirato, il mondo fisico scomparirebbe. Gli elementi noti alla chimica sono solo specializzazioni della sfera terrestre. Se la sfera d'acqua venisse ritirata, la sfera terrestre si dissolverebbe necessariamente, poiché non ci sarebbe coesione e forma, e nessun canale attraverso il quale trasmettere la vita. Se la sfera dell'aria fosse ritirata, le sfere sottostanti potrebbero non avere vita; sarebbero morti. Quando la sfera di Fuoco si ritira da sola, l'universo scompare e si risolve nel Fuoco, che è. Anche gli aspetti grossolani sulla terra degli elementi occulti illustreranno queste proposizioni. Se la luce venisse ritirata dall'atmosfera, la respirazione sarebbe impossibile, perché gli uomini non possono respirare aria immobile. Se l'aria fosse ritirata dall'acqua, tutti gli esseri nell'acqua smetterebbero di esistere, perché l'aria trasmette all'ossigeno dell'acqua, che gli animali acquatici, per mezzo di branchie o altri organi, attirano per il loro sostentamento. Se l'acqua fosse prelevata dalla terra, la terra non si reggerebbe insieme; le sue particelle si sgretolano e cadono a pezzi, poiché l'acqua è necessaria per tutte le forme sulla terra ed è persino nella roccia più dura.

Questi quattro elementi possono essere trovati, per certi aspetti, e in una certa misura rappresentati nella terminologia teosofica come i quattro "round" menzionati da Madame Blavatsky. Il primo round è compreso nell'elemento qui descritto come la sfera di Fuoco; il secondo round nell'elemento dell'aria; il terzo round nell'elemento acqua; e il quarto round è l'evoluzione attuale in cui si trova l'universo, nell'elemento della terra. Devono essere inclusi due round in ciascuna sfera, tranne il quarto round, che è correlato a una singola sfera. Secondo l'insegnamento teosofico di Madame Blavatsky, tre round devono ancora venire. Il quinto, il sesto e il settimo round a venire corrispondono agli stati intelligenti o evolutivi delle sfere dell'acqua, dell'aria e del fuoco.

Per quanto riguarda i sette principi teosofici, atma, buddhi, manas e kama, prana, linga sharira, corpo fisico, essi si riferiscono, naturalmente, all'uomo nel suo stato attuale nella sfera della terra e nella sfera dell'acqua. L'Atma-Buddhi non si manifesta come tale, non più del Fuoco, l'Eterno. Manas, il principio intelligente, è della sfera di fuoco; kama appartiene alla linea di evoluzione della sfera d'acqua. Prana appartiene alla sfera dell'aria; il linga sharira alla sfera d'acqua.

(Continua.)