La fondazione di parole

IL

PAROLA

Vol 21 MAGGIO, 1915. No. 2

Copyright, 1915, di HW PERCIVAL.

FANTASMI CHE NON SONO MAI STATI UOMINI.

Le principali distinzioni tra umani ed elementali sono che gli elementali non hanno mente, e che gli elementali non hanno corpi fisici permanenti e che gli elementali non hanno desideri moltitudini come gli umani. Gli elementali hanno tale desiderio solo per quello che è della loro stessa natura, di fuoco, aria, acqua o terra. Un uomo desidera tutto ciò che non ha mai sperimentato e tutto ciò di cui non ha imparato a conoscere la vanità. Il desiderio degli elementali avanzati è soprattutto quello di diventare immortali attraverso il contatto con l'uomo; ma questi elementali, desiderando l'immortalità, non faranno compagnia né si far conoscere a un uomo fino a quando l'uomo non sarà abbastanza forte e puro da permettere a questi elementali di smistarlo, perché l'uomo non può dare un'immortalità elementale attraverso la sua consorzione fino a quando non è abbastanza forte e abbastanza puro e ha il controllo della sua natura. Il desiderio principale di altri elementali è di provare sensazioni. Possono e provano sensazioni attraverso gli animali, ma le loro sensazioni più acute vengono sperimentate attraverso i corpi umani e di solito ciò avviene senza che gli uomini e le donne sappiano che gli elementali stanno percependo la sensazione.

Gli elementali successivi, in particolare del fuoco e dell'aria, hanno una forma che, benché di forma umana, è superiore in regolarità e bellezza. I loro corpi, se visti nel loro stato e prima che si rendessero visibili all'uomo, apparirebbero della qualità di un fantasma fisico di un uomo vivente (vedi "La Parola", agosto 1913), ma non così grossolano.

Questi fantasmi, quando appaiono, possono assumere un abito alla moda di qualsiasi periodo. Possono essere descritti come esseri umani perfettamente formati di entrambi i sessi, privi dei vecchi vizi del mondo, animati dalla pura vita della natura, che hanno una tintura di desiderio simile a un bambino, ma non hanno intelligenza propria e rispondono al Intelligenza della sfera terrestre. Un tale elementale apparirebbe come un uomo o una donna, senza imperfezioni o malattie, più fresco di un bambino in perfetta salute e impegnato nei modi e nella parola. Secondo il suo avanzamento, potrebbe rispondere così all'Intelligenza della sfera che quell'Intelligenza potrebbe agire attraverso di essa, e quindi sarebbe in grado di entrare in qualsiasi conversazione relativa al suo elemento e possibile per un uomo.

Non si deve supporre che tutti i fantasmi della natura abbiano un aspetto così bello. Alcuni sono orribili. Alcuni sono amichevoli con gli uomini, altri ostili. Alcuni sono consapevoli dell'uomo e delle sue azioni, altri non sono consapevoli della presenza dell'uomo sebbene prendano parte alle sue azioni. Alcuni vedono il mondo attraverso gli occhi dell'uomo mentre lo vede, mentre altri non sono in grado di percepire il mondo in modo così sensibile. Alcuni non possono affatto vedere il mondo come appare all'uomo e sono in grado di vedere o percepire solo la parte particolare dell'elemento in cui si trovano. Ma ogni elementale cerca la sensazione.

Gli elementali superiori sono il più alto degli elementali inferiori i loro sovrani, e per alcuni di loro gli oggetti di culto. Il più alto degli elementali inferiori sono i sovrani del inferiore.

Il termine righello indica colui che dà ordini; non c'è questione di argomento né di disobbedienza. Gli elementali inferiori obbediscono prontamente, naturalmente, come se fosse la loro intenzione. Ogni essere che ha l'autorità di comandare sarà obbedito da qualsiasi elementale che è sotto l'autorità. L'autorità alla quale ogni elementale di ogni tipo obbedisce è l'autorità della mente. L'intelligenza o la mente è il grande potere sconosciuto che, sebbene non possano vederlo, riveriscono e obbediscono.

Il motivo per cui tali esseri superiori tra gli elementali superiori e inferiori, gli angeli e gli dei dei, cercano di collaborare con l'uomo e riverire l'uomo anche se potrebbero disprezzarlo, è che attraverso quella forma individuale di uomo riconoscono l'azione indipendente del grande intelligenza sconosciuta. Riconoscono che l'uomo può agire con o contro quell'Intelligenza, mentre non possono agire contro di essa. La grande intelligenza della sfera, non possono vedere, non possono comprendere. Gli elementali superiori possono distinguere una forma - nel lato non manifestato della sfera - attraverso la quale agisce l'Intelligenza della sfera, ma nessuno degli elementali inferiori può vedere quella forma. L'uomo rappresenta, quindi, per loro, l'intelligenza.

Molti degli elementali non capiscono come l'uomo non usi i poteri che sono in suo possesso. Non sono consapevoli che l'uomo, pur avendo in suo possesso questi poteri, è ancora inconscio dei suoi beni. Ignorano che l'uomo, se reso consapevole dei suoi averi, non sarebbe in grado di usarli fino a quando non avrà imparato come. Si chiedono che un essere così grande dovrebbe avvalersi così poco del suo potere. Sono sorpresi che un essere di così vaste risorse dovrebbe sprecare la sua sostanza e trascorrere il suo tempo in piccole cose senza importanza, meschine, che, senza la direzione dell'uomo, anche se non le interesserebbero. Il più avanti di questi elementali inferiori non vede l'ora il tempo in cui l'uomo compirà per loro ciò che desiderano di più, cioè impartendo loro della sua natura immortale, e quando potranno in cambio rendergli servizio di cui sarà consapevole. Sarà pronto a entrare in associazione cosciente con loro, non appena inizierà a sapere cosa e chi è, e non appena avrà l'animale in lui sotto controllo. Questo è così con il più avanzato degli elementali inferiori.

Nel frattempo, altri elementali, che non sono progrediti fino ad ora, sciamano intorno e attraverso l'uomo e lo spingono verso ogni sorta di eccessi ed eccitazione, in modo che attraverso di lui possano provare sensazioni. Questi non progrediti degli elementali non sono necessariamente di tipo maligno. Qualunque siano i problemi che possono condurre all'uomo, il loro scopo non è quello di infliggergli dolore o tristezza. Non possono conoscere il dolore o il dolore come lo sa l'uomo. Il dolore non ha significato per loro come per l'uomo. Godono del dolore tanto quanto il piacere, perché è per loro la sensazione. Si esibiranno nei dolori dell'uomo come fanno nel suo piacere. La loro gioia è nell'intensità del dolore o del piacere. Se l'uomo avrebbe dovuto riposare, lo stimolano, lo stimolano, lo spingono avanti, finché non crede che il riposo sia noioso, noioso, privo di risultati. Quindi fa qualcosa, qualunque cosa, per lasciare la brutta condizione in cui lo hanno colpito con il loro pungolo. Dopo aver esaurito la sua sensibilità, cioè la sua capacità di provare sensazioni acute, lo lasciano stare per un po '.

Sono i principali protagonisti di balli, banchetti, giochi sociali, spettacoli, sport nazionali, avventure e ovunque ci siano animazioni e attività, specialmente dei giovani. Quando un uomo pensa che si stia divertendo, lui, la mente, l'uomo, non si sta affatto divertendo, ma gli elementali in lui si stanno divertendo e lui, cosa noiosa, si identifica con il loro godimento.

L'euforia e l'animazione nell'ascensore, l'abbraccio, il luppolo, la planata, l'altalena e la rotazione del ritmo nella danza; gli spiriti forti nuotano, vanno in barca, navigano, volano; l'impetuosità e l'incertezza nell'inseguimento; la fame d'oro del cercatore; l'aspettativa e l'entusiasmo per uno sciopero familiare e la rabbia per un manicotto, degli osservatori del diamante; il brivido della velocità della macchina e l'attrito del vento nei motori; l'agitazione dal sentire la velocità e lo shock del balzo del cavallo al galoppo; l'esultanza per la planata e l'attrito della barca del ghiaccio nel vento tagliente; la gioia di cavalcare i cavalli di legno che si rivolgono al ritmo della ghironda; il cuore batteva per il pericolo nel ridimensionare altezze pericolose; gli shock dal saltare e dalla discesa di uno scivolo; l'agitazione nel sparare alle rapide o nel fare un vortice; l'eccitazione nei tumulti, nei mafiosi, nei falò, nelle feste dei fiori, nei carnevali; lo scoppio di tutti i rumori, il fruscio, l'applauso della mano, il soffio dei corni dei pesci, la rotazione dei sonagli, il trascinamento dei campanacci; l'eccitazione nel gioco di carte, nel lancio di dadi e nel gioco d'azzardo di ogni tipo; un certo lutto, lutto ed entusiasmo durante le riunioni del campo, i risvegli e le esibizioni degli evangelisti; la gioia nel cantare inni intrisi di sangue; i pericoli e l'iniziazione nelle società segrete al college; celebrazioni per Guy Fawke's Day, Bank Holiday, Independence Day; allegria e allegria; attacchi di baci ed eccitazione sessuale; tutti sono causati da, e sono un repast di sensazioni, che l'uomo fornisce al fuoco, all'aria, all'acqua e agli elementali della terra in lui, sotto l'illusione che è lui a godere.

Non è solo nello sport e nel piacere che è piacevole per l'uomo che gli elementali provino la sensazione e quindi si divertano. Gli elementali sono soddisfatti in altri modi e trovano la sensazione che cercano, quando un essere umano soffre di una malattia rosicante, mal di denti, fratture, lesioni, piaghe, bolle e quando una persona viene bruciata in una conflagrazione o sente dolori di tortura. Gli elementali si rallegrano di un'enorme conflagrazione, così come nelle fiamme lambenti, come nell'aspettativa della folla spalancata che osserva per ore, come nei pompieri ansimanti che si precipitano a salvare, come negli sfortunati che bruciano a morte.

I nervi nel corpo umano sono come tante corde di uno strumento, su cui gli elementali giocano per far emergere ogni fase delle emozioni che l'uomo è in grado di produrre per loro. Forniscono alla natura artistica dell'uomo i quadri delle attività della natura e suonano nel profondo delle sue emozioni. Tutti gli artisti, siano essi poeti, pittori, architetti, scultori o musicisti, devono molto agli elementali, perché gli elementali presentano alla mente dell'artista, attraverso i suoi sensi, le molteplici attività della natura e si intrecciano nei suoi voli e fantasie. Anche il romanziere si serve ed è ricercato dagli elementali. Accendono il suo entusiasmo e la folla nel suo pensiero, desiderosi di recitare una parte nei personaggi e nelle scene che presenta.

Ogni organo del corpo è presieduto da un elementale in cui sono elementali minori. Le cavità pelvica, addominale e toracica sono le tre regioni in cui giocano diversi elementali. Includere e presiedere a tutti questi è l'elementale umano. È il direttore generale, il principio formativo coordinatore generale del corpo umano. Questo elementale umano è per l'uomo ciò che è elementale della sfera della terra per quella sfera, nel suo insieme. La mente nell'essere umano è per l'elementale umano ciò che l'intelligenza della sfera della terra è per l'elementale di quella sfera. Sotto l'impulso dell'elementale umano, ogni organo svolge le sue funzioni separate nell'economia generale del corpo; e, sotto quell'elementale, vengono portate avanti tutte le azioni involontarie, come respirazione, digestione, assorbimento, escrezione, circolazione, sonno, crescita e decadimento.

L'elementale umano è gestito dalla natura, cioè l'elementale della sfera, il fantasma della terra. L'elementale umano è in contatto con l'elementale della sfera per mezzo del respiro. L'elementale umano è in contatto con il corpo per mezzo dei nervi. Questo elementale umano ha una quadruplice natura di fuoco, aria, acqua e terra. Lo stesso elementale umano è, secondo la sua classe, un elementale d'acqua, e per quanto riguarda i tre gruppi di elementali inferiori, corrisponde a quello qui chiamato formale.

La vocazione, la tendenza naturale e il destino di un uomo sono determinati dalla composizione dei suoi elementali. Se gli elementali terrestri prevarranno, sarà un minatore, un contadino, un uomo di terra. La sua vocazione può variare da colui che scava nelle viscere della terra a un prestatore di denaro, a chi prende denaro e re dei soldi. Se predominano gli elementali dell'acqua, sarà un uomo di fiume, un uomo di traghetto, o seguirà il mare o cercherà il suo piacere in o sull'acqua, o sarà un buon cuoco. Se gli elementali dell'aria prevarranno, sarà un alpinista, un alpinista, un corridore, il piacere di guidare, volare. Queste persone di solito non sono soggette a vertigini; sono sicuri quando si muovono a distanza dal suolo. Quelli in cui controllano gli elementali del fuoco, sono preferibilmente fuochisti, fonderie, vigili del fuoco e coloro che amano crogiolarsi al sole.

Dove gli uomini sono pronunciati tipi di tali vocazioni e passatempi, significa che la classe particolare di elementali è dominante. Laddove un uomo sente una naturale inclinazione verso o ha successo in più di una chiamata o sport, in regni controllati da diversi elementali, questo è un segno che nessuna singola classe predomina, ma che due o più elementi sono ben rappresentati nella sua creazione -su.

Se uno sente che la sua casa è sull'acqua, non importa quanto sia povera la paga o quanto grandi e numerose le vicissitudini, e abbia un disgusto per la terra, allora gli elementali della terra sono quasi assenti. Un tale uomo probabilmente non avrà successo sulla terra, né conterà mai le sue ricchezze in denaro. Il denaro di solito gli crea problemi.

Se un uomo ha il terrore dell'acqua, ciò dimostra che gli elementali dell'acqua svolgono un ruolo minimo o nullo nella sua costituzione; allora gli elementali dell'acqua rischiano di essere nemici con lui e incontrerà un piccolo successo sull'acqua.

Quelli nel cui corpo gli elementali dell'aria sono pochi, non sono in grado di arrampicarsi, attraversare cavalletti, salire le scale senza una ringhiera, non possono stabilirsi a una leggera elevazione dal suolo, non possono guardare giù da un precipizio o da una grande altezza senza vertigini. Sono presi dalla paura di cadere e proiettando così il centro di gravità oltre se stessi, i loro corpi probabilmente seguiranno. Come questi non dovrebbero tentare di effettuare voli in mongolfiera o aeronauting, poiché lo shock dell'esperienza potrebbe essere fatale.

Se mancano gli elementali del fuoco nel suo corpo, l'uomo avrà paura del fuoco, temerà l'esposizione al sole. Non avrà successo per quanto riguarda il fuoco ed è suscettibile di subire perdite e di ricevere lesioni personali dal fuoco. Scottature solari e colpi di sole e le conseguenti febbri arrivano a queste persone.

(Continua.)