La fondazione di parole

PENSIERO E DESTINO

Harold W. Percival

CAPITOLO VII

MESTAL DESTINY

Sezione 8

Le quattro classi di esseri umani.

Esistono quattro classi di esseri umani in base alla quantità, alla qualità e allo scopo del loro pensiero: operai, commercianti, pensatori e conoscenti. Le lezioni sono invisibili. La misura con cui gli esseri umani sono così divisi è il loro sviluppo raggiunto dal pensiero.

Il sesso, l'età, il vestito, l'occupazione, la stazione, i beni sono spesso usati come segni per mettere l'umanità in classe. Questi segni sono solo esteriori. Non raggiungono le parti di coloro che vivono nei corpi così classificati. Perfino sentimenti, emozioni, tendenze e desideri non riescono a offrire una classificazione globale e causale. I segni che sono destino fisico dipendono dal pensiero. Solo secondo il pensiero gli uomini possono essere separati in classi che sono causali alle caratteristiche fisiche.

Questa classificazione non ha nulla a che fare con i sistemi di caste noti alla storia, che di solito sono collegati o basati su un sistema religioso. Una classificazione degli uomini secondo il loro pensiero è indipendente da qualsiasi religione. Le quattro classi esistono e sono, indipendentemente dal fatto che siano riconosciute o meno, ogni volta che esiste un'umanità e qualunque sia la sua forma di governo. In ogni uomo sono rappresentati tutti e quattro i tipi, poiché ogni uomo ha un corpo ed è in relazione con le tre parti del Sé Trino. Ma un tipo predomina e indica la classe a cui appartiene, indipendentemente da sesso, rango, possedimenti, occupazione o altri segni esteriori. In alcune epoche questa divisione, che persiste sempre nelle sue atmosfere, si ottiene anche nelle esteriorizzazioni della vita fisica ed è marcatamente marcata. Questo è il caso nei periodi migliori di un popolo. Quindi tutti sanno di essere, ed è conosciuto da altri, nella sua classe. Lo sa bene come un bambino sa che è un bambino e non un uomo. Non vi è alcun disprezzo o invidia per le distinzioni di classe. Altre volte, tuttavia, le distinzioni di queste classi non sono rigorosamente visualizzate, ma ci sono sempre almeno indicazioni generali che suggeriscono la quadruplice classificazione sottostante.

Ci sono molte cose che tutti gli uomini oggi hanno in comune. Tutti hanno desideri di cibo, bevande, vestiti, divertimento, comfort. Quasi tutti hanno una certa buona natura e simpatia, specialmente quando le disgrazie degli altri si rivolgono in modo sorprendente. Tutti soffrono e soffrono. Tutti hanno alcune virtù, alcuni vizi, tutti sono soggetti a malattie. In diverse località un gran numero mantiene le stesse convinzioni del governo, della religione e dell'ordine sociale. Queste cose che gli uomini hanno in comune sono così evidenti che spesso oscurano le distinzioni delle classi. Poi c'è l'influenza livellante del denaro in un'era commerciale e materialistica. Tuttavia, le quattro classi esistono oggi più che mai.

Nella prima classe ci sono le persone che pensano poco, il cui pensiero è ristretto, superficiale e lento e il cui scopo è rivendicare i propri diritti da tutti e non considerare i propri doveri verso nessuno. La loro vita è un servizio ai loro corpi. Vogliono cose per i loro corpi. Non pensano agli altri se non quando gli altri influenzano i loro corpi. Hanno poca o nessuna memoria di esperienze e fatti lontani dal presente e non ricordano nulla della storia tranne ciò che rientra nei loro obiettivi. Non cercano informazioni. Non vogliono alcuna moderazione, sono senza legge, illogici, ignoranti, creduloni, incostanti, irresponsabili e autoindulgenti. Prendono ciò che ottengono, non perché non prenderebbero cose migliori, ma perché non sono abbastanza interessati e sono mentalmente troppo pigri per pensare a come ottenerli. Sono portati avanti dal flusso di eventi e sono i servitori dell'ambiente. Sono servitori per natura. Alcuni di loro hanno fortune e posizioni alte nell'ordine sociale, alcuni lavorano nelle arti e nelle professioni, ma la maggior parte sono lavoratori muscolari, operai o impiegati. In tempi recenti le invenzioni hanno industrie avanzate e un aumento del commercio. Ciò ha portato i lavoratori a concentrarsi nelle città, il lavoro a diventare più specializzato e le persone a diventare più dipendenti dal lavoro degli altri. Questi cambiamenti graduali hanno contribuito a rendere il lavoro prominente da parte di minoranze organizzate e sindacati. In tal modo i capi di molte persone in questa prima classe sono stati colmi di nozioni indebite della loro importanza e tali opinioni distorte non sono state rettificate dai diritti di voto universali che esistono in alcuni paesi.

Tuttavia, la loro convinzione non rimuove le persone che appartengono a questa classe, da essa. Né l'agitazione, lo sciopero e la rivoluzione lo faranno. Le persone che appartengono a questa classe e vi rimangono sono perché appartengono a loro, perché il loro destino mentale li tiene lì e perché non potrebbero essere in nessuna delle altre classi. Senza il pensatore e il commerciante, che creano e distribuiscono ciò che il lavoratore è impiegato a produrre, non ci sarebbero produzioni da parte della prima classe. Anche i leader della prima classe di solito non gli appartengono. Spesso sono commercianti che trattano persone di prima classe mentre altri commercianti commerciano carbone o bestiame. Il potere di questi demagoghi viene esercitato con l'inganno e percependo la quantità, la qualità, lo scopo e la portata del pensiero fatto dalla prima classe.

Alcuni autori nascono in questa prima classe sebbene non ne facciano parte; dopo che hanno avuto la dura formazione di cui hanno bisogno, si allenano da soli, come un tergicristallo che diventa un capo della ferrovia, un impiegato che diventa un banchiere o un mulino che diventa uno scienziato.

Nella seconda classe ci sono persone che pensano più dei lavoratori, il cui pensiero è ampio, affronta molte materie, si adatta alle condizioni, è agile e preciso sebbene superficiale. Il loro obiettivo di solito è quello di dare il minimo necessario e di ottenere il più possibile e di non fare i loro doveri verso gli altri più di quanto non siano obbligati. Pensano agli altri per opportunità e per sfruttamento. I loro desideri sono la parte più attiva di loro; cercano di controllare i loro corpi e il loro pensiero. Lo scopo della maggior parte dei loro pensieri è quello di ottenere qualcosa che soddisfi un desiderio di guadagno, piuttosto che godere attraverso il corpo. Vivono in e per i loro desideri e fanno sì che i loro corpi li servano. Spesso andranno senza cibo e guideranno incessantemente i loro corpi per ottenere un oggetto del desiderio, concludere un affare, condurre un affare e generalmente perseguire il loro commercio. Vivranno penosamente per accumulare denaro. Uno di prima classe, un body doer, non lavorerà duramente per soddisfare un desiderio di soldi da solo. Potrebbe lavorare sodo per ottenere denaro, ma il suo obiettivo è quello di spendere ciò che ha guadagnato così tanto sul suo corpo. Poiché il desiderio lavora il corpo in questa seconda classe, funziona anche il corpo-mente e costringe il pensiero. Il loro scopo è quindi quello di trovare i mezzi per soddisfare il desiderio. Più attivo è il desiderio di guadagno, maggiore sarà la quantità di pensiero che il desiderio può comandare per il suo servizio e migliore sarà la sua qualità in termini di completezza e completezza.

Vogliono un ordine generale negli affari, poiché questo protegge i loro interessi. Non sono così illegali come quelli della prima classe, ma vogliono usare quell'ordine generale per promuovere i propri interessi e non sono contrari a trovare scappatoie o protezioni speciali per se stessi a spese di coloro che sono vincolati dalle leggi generali. Per loro ciò che desiderano è giusto; ciò che si oppone al loro desiderio è sbagliato. Sono logici nelle loro imprese e osservatori acuti delle debolezze della natura umana. Di solito vengono informati di fatti e circostanze che incidono sulla loro attività particolare. Non sono creduloni ma sono scettici e sospettosi di ciò che riguarda la loro proprietà e progetti. Sentono una certa responsabilità se hanno proprietà, ma cercano di evitarlo se possono. Soddisfano i loro desideri di godimento attraverso il corpo solo quando possono permetterselo e quando nessun desiderio dominante offre ostacoli. Il loro desiderio dominante è di guadagno, profitto, proprietà. Commerciano tutto per questi. Si adattano alle condizioni fino a quando non riescono a creare le condizioni per adattarsi. Superano il loro ambiente invece di essere soddisfatti o governati da esso. Naturalmente ottengono il potere sulla prima classe.

Le persone in questa classe sono essenzialmente commercianti. Il semplice acquisto e vendita non porta nessuno in questa classe, poiché quasi tutti hanno un po 'di acquisti e vendite da fare. Gli agricoltori e i contadini, sebbene comprino alcune cose e vendano i loro prodotti, di solito non appartengono ai commercianti. Né le persone che vendono i loro servizi non qualificati, qualificati, artistici o professionali, che lavorino per salari o in modo indipendente. Ma quelli che si impegnano in attività commerciali e il cui desiderio è il guadagno piuttosto che guadagnarsi da vivere, o per patriottismo, onore o fama, tutto, dai venditori ambulanti ai principi mercantili, appartengono a questa classe. Dal negoziante in un villaggio e dall'imballatore che vende lungo le strade di campagna ai commercianti in interi carichi, dai piccoli pegni ai banchieri che concedono prestiti nazionali, tutti fanno parte della stessa classe. La loro povertà o ricchezza, fallimento o successo, non influenzano la classificazione. I cambiamenti che sono avvenuti nell'ordine sociale nei tempi moderni non solo hanno aiutato la prima classe, i lavoratori del corpo, a mettere in risalto, ma hanno reso la seconda classe, i commercianti, i sovrani del mondo. Con lo sviluppo della produzione e del commercio è arrivata una massa di broker immobiliari, broker di prestito, promotori, agenti, commissari, funzionari e go-betweens di molte varietà. Sono tipi chiari della seconda classe. Qui appartengono anche i sovrani delle democrazie moderne, cioè i capi di quelli dietro i capi delle grandi imprese, banchieri, politici di partito, avvocati e leader del lavoro. Tutte le persone della seconda classe cercano di piegare tutto al servizio del loro desiderio di guadagno e proprietà. Il loro obiettivo è sempre quello di ottenere il meglio dall'affare.

Nella terza classe ci sono le persone qui chiamate pensatori. Pensano molto; il loro pensiero è ampio, profondo e attivo, rispetto a quello dei lavoratori e dei commercianti. Il loro obiettivo principale è quello di realizzare ambizioni e ideali indipendentemente dalla preferenza materiale. Il loro desiderio è che il loro pensiero sia al di sopra e che controlli i loro desideri. In questo differiscono dai commercianti, il cui desiderio è che i loro desideri controllino il pensiero. I tratti salienti dei pensatori sono il rispetto per l'onore, il valore, le convenzioni, la fama e il conseguimento nelle professioni, nelle arti e nelle scienze. Pensano a come migliorare le condizioni degli altri. Rendono i loro corpi al servizio degli scopi del loro pensiero. Spesso tassano la resistenza dei loro corpi, sfidano privazioni e malattie e incorrono in pericoli nel perseguimento dei loro ideali. Desiderano ideali. I loro ideali dominano i loro altri desideri e, pensando che conducono i loro desideri a servire i loro ideali.

A questa classe appartengono persone che sono leader nel pensare, persone che hanno ideali, pensare e lottare per seguirle. Conducono e preservano l'onore, l'apprendimento, la cultura, le maniere e la lingua. Si trovano nei ranghi della scienza, tra artisti, filosofi, predicatori e nelle professioni mediche, didattiche, legali, militari e di altro tipo. Si trovano in famiglie distinte che apprezzano il loro onore, cultura, buon nome e servizio pubblico. Progettano e scoprono i mezzi con cui i commercianti traggono profitto e i lavoratori trovano lavoro nell'industria e nel commercio. Stabiliscono lo standard morale di giusto e sbagliato per i lavoratori e i commercianti. Tra questi iniziano i movimenti per il miglioramento delle persone e delle condizioni in cui vivono le parti meno fortunate o miserabili dell'umanità. Sono la spina dorsale delle nazioni. In una crisi della vita nazionale aprono la strada. Molti di loro hanno dei mezzi. Ma poiché la ricerca dei loro ideali non è un'adorazione del dio dei soldi, egli non dà loro volontariamente denaro, terra e proprietà come ricompensa. Quando sono senza distinzioni visibili di questo tipo, il mondo paga poco rispetto alla terza classe. Il loro atteggiamento mentale e l'amore per i loro ideali è spesso una sfida al destino, che quindi permette loro di essere provati da difficoltà. Anche in tali situazioni il loro pensiero conferisce loro vantaggi molto al di sopra di qualsiasi cosa i commercianti e i lavoratori escano dalla vita.

La quarta classe è qui chiamata conoscenza. Il loro pensiero riguarda l'autoconoscenza, cioè ciò che è stato distillato dall'apprendimento, che a sua volta è derivato dall'esperienza. Questa conoscenza si trova nell'atmosfera noetica dell'umano, mentre la conoscenza sensoriale di una vita è con la forma del respiro. Il loro pensiero ruota attorno alla conoscenza di sé, anche se potrebbero non averne accesso. Il loro desiderio è quello di arrivare alle idee. Conoscono idee come la giustizia, l'amore e la verità, ma quella conoscenza non è disponibile per loro, quindi pensano alle idee, in modo chiaro, logico, incisivo. Pensano al loro sé cosciente nei loro corpi e alla loro relazione con le loro Divinità al di là dei loro corpi e natura, e anche con gli dei della natura. Pensano agli altri, non per sfruttamento o per necessità, ma si mettono nei luoghi di altre persone. Il pensiero dei commercianti serve i loro desideri, il pensiero dei pensatori raggiunge gli ideali, ma il pensiero dei conoscitori cerca di connettersi con le idee e di abitare con esse in astratto o di applicarle agli affari della vita. I conoscitori dipendono da se stessi per ottenere questa conoscenza, poiché la vita mostra loro che non possono ottenerla da nessun'altra fonte. Le ispirazioni provengono dall'interno. Quando pensano, possono far luce sui problemi della vita. Non sono mistici, né ottengono informazioni in stati estatici. Alcuni di loro non sono ciò che il mondo chiama pensatori; ma hanno una visione delle cose. Non appartengono ad alcun livello particolare nell'ordine sociale. Non sono abbastanza numerosi per creare uno strato. Se trovati, possono trovarsi in qualsiasi vocazione o posizione. Non pongono i soliti valori su posizione, approvazione o proprietà, perché il loro pensiero non ha molto a che fare con loro, se non per generalizzare e considerare su di loro. Ma in certi momenti alcuni impartiscono illuminazione, di solito ai pensatori che sono in grado di farne uso per il mondo. Sono pochi in numero e sono di tipi come Penn, Alexander Hamilton e Benjamin Franklin.

Queste quattro classi esistono sempre tra barbari o alte civiltà e indipendentemente dalla forma esteriore di governo. I creatori di corpi sulla terra vanno su e giù all'interno di queste quattro classi invisibili in cui la quantità, la qualità e lo scopo del loro pensiero li colloca e che indica il loro sviluppo come esseri umani.

Un cambiamento nell'obiettivo può mettere un pensatore nella classe dei lavoratori o dei commercianti e un conoscitore può diventare un commerciante. Tali discese di regola sono temporanee. Il più alto può diventare improvvisamente il più basso, ma il più basso non può diventare il più alto se non con una progressione lenta. Quando un lavoratore o un commerciante improvvisamente pensa e si spinge fuori dalla sua classe e diventa un pensatore o un conoscitore, mostra in tal modo di essere disceso da queste classi superiori.

In base alle mutevoli condizioni dell'atmosfera mentale del suo essere umano, un uomo agisce su e giù in queste quattro classi. Quando gli esseri umani cambiano lo scopo del loro pensiero, il cambiamento porta con sé la quantità, la qualità e la portata del pensiero e quindi cambia la condizione delle loro atmosfere mentali. Ciò influenza le condizioni delle loro altre tre atmosfere. Se si potessero vedere le quattro atmosfere, gli aspetti mutati che presentano di volta in volta, apparirebbero segnati come quelli di un giorno che potrebbero essere noiosi, brillanti e tempestosi.

Oggi le quattro classi non possono essere individuate facilmente. Tuttavia sono lì. Il maggior numero di persone è di gran lunga nella prima classe; un numero molto più piccolo costituisce i trader; i pensatori sono in numero inferiore a un quarto della seconda classe; e i conoscitori sono davvero pochi.

Di solito la classe alla quale appartiene un essere umano può essere individuata in modo generale, ma spesso i segni dello strato dell'ordine sociale in cui si trova non sono in accordo con il tipo che governa interiormente. Molti che sono nel livello professionale degli avvocati non appartengono ai pensatori, ma sono commercianti o operai. Molti medici sono anche solo commercianti, nonostante la loro occupazione e persino reputazione. Molti officianti come uomini di Dio sono anche commercianti o anche body-doer. La maggior parte degli statisti, dei legislatori, dei politici, degli agitatori e dei wirepuller si intromette negli affari pubblici semplicemente o principalmente per le proprie tasche. Occupano luoghi che dovrebbero essere occupati dai pensatori, ma sono trafficanti. In tutti questi casi gli esseri umani sono nella classe degli operatori, ma figurano in posizioni che in una comunità ben ordinata non potrebbero mai essere detenute da loro mentre il loro pensiero li ha tenuti nella classe degli operatori.

Spesso i body-bodyer, quelli di prima classe, figurano in luoghi in cui i pensatori dovrebbero trovarsi. Sono cortigiani e server del tempo nelle monarchie; e nelle democrazie riempiono molti uffici pubblici, dove obbediscono ai capi che li mettono lì e che sono essi stessi commercianti. Da legislatori partigiani e semplici giudici a funzionari arbitrari e brutali carcerieri, le loro parole e atti mostrano la classe a cui appartengono veramente. Pensano poco e quel poco è stretto, superficiale e pigro e mira all'autoindulgenza e all'adorazione del corpo. A volte alcune di queste figure di prima classe in posizioni che dovrebbero essere occupate dai migliori trader. Questo è il caso soprattutto per quanto riguarda la realizzazione di appalti pubblici e la spesa di denaro pubblico

Il destino mentale delle quattro classi è stato determinato dal loro pensiero, in ogni epoca e attraverso ogni civiltà. Queste epoche e civiltà risalgono a molto, molto al di là di qualsiasi cosa leggenda, tradizione e storia. Nelle pagine seguenti verrà fornito un breve resoconto di quello che è stato chiamato un "inizio".