La fondazione di parole

IL

PAROLA

Vol 20 MARZO, 1915. No. 6

Copyright, 1915, di HW PERCIVAL.

Fantasmi.

Fantasmi che non sono mai stati uomini.

UN essere elementare, un dio, uno spirito, un fantasma, governa ciascuna delle quattro sfere. C'è il dio della terra, che è lo spirito o il fantasma della terra, e il dio della sfera dell'acqua, e il dio della sfera dell'aria, e il dio della sfera del fuoco - tutti loro esseri elementari, nessuno di loro un'intelligenza. Il dio della sfera della terra e il dio della sfera dell'acqua sono concepiti in termini di sensi. Il dio della sfera dell'aria e il dio della sfera del fuoco non sono concepiti e concepibili in termini di sensi. Ognuno è adorato dagli esseri elementari della sua sfera, secondo lo stato del loro sviluppo. L'uomo può e spesso adora questi dei elementali. L'uomo adora questi fantasmi in base al suo sviluppo mentale. Se adora attraverso i sensi, adora generalmente un fantasma elementale. Gli esseri diversi dall'uomo potrebbero non avere la mente, e adorano e obbediscono semplicemente secondo il loro sviluppo, allo stesso modo in cui gli animali agiscono secondo il loro istinto.

Molti fantasmi subordinati desiderano e esercitano pressioni sui suoi devoti affinché venga adorato come l'Essere Supremo. Lo status e il carattere di ogni dio, tuttavia, possono essere visti nell'omaggio e il culto lo ha pagato e gli atti compiuti per la sua glorificazione.

Ogni dio subordinato è compreso nello Spirito Supremo di quella sfera. Può essere veramente detto dagli esseri in ciascuna delle sfere, riguardo al dio supremo di quella sfera: "In lui viviamo e ci muoviamo e abbiamo il nostro essere". Tutti gli adoratori di qualsiasi fantasma sono contenuti nel corpo del loro fantasma.

Nel dio della sfera terrestre, il fantasma della terra, sono inclusi tutti gli altri fantasmi della terra subordinata; e sono più numerosi di quanto si pensi o addirittura si supponga. Divinità nazionali, divinità razziali e divinità tribali sono tra i numeri, non importa con quale nome vengono chiamati.

L'uomo è una mente, un'intelligenza. È la sua mente che adora. Può adorare solo secondo il suo sviluppo. Ma qualunque sia lo sviluppo della mente e qualunque degli dei elementali veneri, ogni mente adora il proprio dio particolare come l'Essere Supremo. Se l'uomo ha una pluralità di divinità, l'Essere Supremo è per lui il più potente dei suoi dei, come Zeus tra gli dei dell'Olimpo era per molti greci.

Se l'uomo adora l'Essere Supremo come l'Intelligenza Universale senza forma e non in termini sensuali, o lo adora come un fantasma, antromorfizzato e dotato di qualità umane, non importa quanto eccellente e onnicomprensivo, o adora fantasmi elementali o semplici immagini, volontà essere conosciuto dai termini in cui si rivolge o parla dei suoi fantasmi.

C'è l'Intelligenza Suprema, che governa su tutte e quattro le sfere. Ciò che l'intelligenza suprema non può essere descritto né compreso in termini di senso. Dire che è la Suprema Intelligenza, è quanto è necessario per consentire all'uomo di raggiungerla con la sua intelligenza individuale. Sui quattro grandi dei elementali delle sfere, ci sono intelligenze, cioè menti. Sono le quattro intelligenze delle sfere.

All'interno delle sfere e sotto i grandi dei, distinti dalle intelligenze delle sfere, ci sono esseri elementali. Tutti gli esseri elementali sono esseri senza mente. L'elemento di ogni sfera è l'elemento elementare dell'intera sfera. Questi elementali sono anche venerati come dei e non solo dagli esseri elementali inferiori all'interno di quella sfera ma dagli uomini.

C'è poi, nella sfera del fuoco, l'elemento del fuoco e l'intelligenza della sfera. L'elemento è l'elementale della sfera. Questo elementale è un grande essere del fuoco, un grande fantasma del fuoco, il Grande Respiro. La sfera di fuoco nel suo insieme è quell'essere, e al suo interno vi sono esseri di fuoco minori. La sfera dell'aria è un grande essere. È la vita nel suo insieme; al suo interno vi sono vite minori, esseri. Un'intelligenza è il donatore della legge qui, così come l'intelligenza della sfera di fuoco in quella sfera. Allo stesso modo, la sfera dell'acqua è un grande essere elementale, una grande forma, contenente al suo interno elementali minori, forme; e un'intelligenza è il legislatore. La sfera della terra è un grande essere elementale, in cui sono elementali minori. Il grande essere elementale, che è il fantasma della terra, è lo spirito del sesso. Esiste un'Intelligenza della Sfera della Terra che dà la legge nella sfera della terra e realizza nella terra vista e invisibile le leggi delle altre sfere.

Lo spirito del sesso dà sesso alle entità che entrano nella sfera della terra dalla sfera dell'acqua. Lo spirito della forma dà forma alle entità che provengono dalla sfera dell'aria nella sfera dell'acqua. Lo spirito della vita dà vita alle entità che provengono dalla sfera del fuoco nella sfera dell'aria. Il respiro dà movimento e produce cambiamenti in tutto.

Quanto sopra è necessario per capire cosa si dirà di Fantasmi che non sono mai stati uomini e per vedere la distinzione tra le intelligenze nelle quattro sfere e gli esseri elementali o i fantasmi in queste sfere e per vedere che l'uomo può entrare in contatto solo con quelle parti delle sfere e gli esseri elementali in esse, che si fondono con la sfera della terra e, al massimo, se l'uomo ha uno sviluppo psichico sufficiente, con quelle che si fondono in certe parti della sfera dell'acqua.

Questo schema mostra il piano secondo il quale le sfere sono come sono in se stesse e sono in relazione l'una con l'altra. La parte qui rilevante per il tema di Fantasmi che non sono mai stati uomini, riguarda la sfera della terra nei suoi lati non manifestati e manifestati. Ma va ricordato che le entità delle altre tre sfere penetrano in questa sfera della terra. La sfera di fuoco e la sfera dell'aria prendono forma nella sfera dell'acqua se si manifestano nella sfera della terra e devono manifestarsi nella sfera della terra se l'uomo fisico li percepisce attraverso uno o più dei suoi cinque sensi fisici.

I nomi sotto i quali le quattro classi di elementali erano parlate dagli alchimisti e dai rosacrociani, salamandre per gli elementali del fuoco, silfidi per gli elementali dell'aria, ondulati per gli elementali dell'acqua e gnomi per gli elementali della terra. La parola "salamandra" applicata dagli alchimisti per designare i fantasmi del fuoco, è un termine alchemico arbitrario e non si limita a nessuna forma simile a una lucertola. Nel trattare qui alcuni elementali, la terminologia dei filosofi del fuoco non verrà applicata. I loro termini sono applicabili e compresi nelle condizioni prevalenti quando vivevano questi uomini, ma se lo studente di oggi non è in grado di mettersi in contatto con lo spirito dei tempi degli alchimisti, non sarà in grado di seguire il loro pensiero come espresso in il loro peculiare linguaggio criptico, né di entrare in contatto con i fantasmi a cui si riferivano gli scrittori.

Le intelligenze hanno il piano della terra e questi esseri elementali costruiscono secondo il piano. I costruttori non hanno intelligenza; eseguono i piani delle intelligenze. Da dove provengono i piani e quali leggi li forniscono, non si parla qui dei piani. Il soggetto ha già causato quasi troppo allargamento per conoscere la posizione relativa di Fantasmi che non sono mai stati uomini.

Tutte le funzioni della natura sono svolte da questi elementali, qui chiamati fantasmi che non sono mai stati uomini. La natura non può agire senza gli elementali; formano il suo corpo nel suo insieme; sono il lato attivo della natura. Questo mondo fisico è il campo su cui vengono elaborate le involuzioni e le evoluzioni della natura. Il corpo umano è costituito, mantenuto e distrutto, dagli elementali.

Lo scopo dell'involuzione e dell'evoluzione dei quattro elementi è che gli elementali della natura diventino elementali umani, cioè coordinando i principi formativi dei corpi fisici umani, sui quali brilla la luce dell'intelligenza. L'elementale umano svolge le funzioni involontarie degli organi nel corpo e del corpo nel suo insieme, indipendentemente dalla mente. Lo fa naturalmente, ma la mente può interferire con esso, e spesso interferisce così.

È a causa della mescolanza delle tre sfere nella sfera della terra, che gli stati della materia fisica vengono cambiati dal solido al liquido, gassoso e radiante, e ritorno. Tutti i cambiamenti nelle apparenze che le cose hanno sulla terra sono dovuti all'azione, dei quattro elementi occulti. (Si comprenderà che queste affermazioni si riferiscono all'azione dei quattro elementi occulti, che agiscono all'interno della sfera terrestre sulla terra fisica). I quattro stati della materia fisica sono gli effetti della mescolanza dei tre elementi nella sfera della terra. I processi e le cause sono invisibili; solo gli effetti sono sensibilmente percepibili. Per produrre un aspetto fisico, chiamato oggetto fisico, i quattro elementi devono essere legati e tenuti insieme in determinate proporzioni come quell'oggetto. Scompaiono come elementi quando appaiono come oggetto. Quando vengono slegati, quando la combinazione si dissolve, l'oggetto scompare e gli elementi che lo compongono riappaiono nelle loro sfere.

Gli elementi sono combinati e legati insieme nel corpo di un uomo nel suo stesso mondo. L'uomo ha dentro e agisce attraverso l'apparenza fisica chiamata uomo, una porzione di ciascuna delle quattro sfere occulte. Queste porzioni sono sue; appartengono al singolo uomo. Sono suoi per l'intera serie delle sue incarnazioni. Sono elementali. Ognuno dei quattro è un elementale. Quindi il corpo fisico di un uomo è il visibile, degli invisibili quattro fantasmi, di fuoco, aria, acqua e terra. Ognuno di questi quattro elementali contiene altri elementali. Gli dei agiscono sull'uomo e lui reagisce su questi dei, attraverso gli elementali del suo corpo.

Allo stesso modo la terra fisica è composta dai quattro grandi elementi occulti, che circolano attraverso il fisico visibile, che appare dall'invisibile mentre passano e si ripassano attraverso la linea o la superficie del mondo terrestre visibile; sono invisibili dopo essere passati all'interno e ripassare all'esterno del mondo terrestre.

I fantasmi in ciascuna delle quattro sfere sono divisi in quattro razze: la corsa al fuoco, la corsa aerea, la corsa in acqua e la corsa sulla terra. In modo che nella sfera del fuoco vi sia la corsa al fuoco, la corsa aerea, la corsa all'acqua, la corsa alla terra, della sfera di fuoco. Nella sfera dell'aria c'è una corsa al fuoco, una corsa aerea, una corsa acquatica e una corsa terrestre, di quella sfera. Nella sfera dell'acqua c'è una corsa al fuoco, una corsa aerea, una corsa in acqua e una corsa sulla terra. Nella sfera della terra c'è una corsa al fuoco, una corsa aerea, una corsa acquatica, una corsa terrestre, della sfera terrestre. Ognuna di queste razze ha numerose suddivisioni.

Ogni elementale quando agisce nel mondo fisico dell'uomo partecipa in qualche grado delle altre tre razze elementali della sfera terrestre. Quindi un elementale di terra della sfera terrestre ha in sé qualcosa del fuoco, dell'aria e della corsa dell'acqua; ma l'elemento terra predomina.

Luce, suono, forma e corpo sono elementali. Sono esseri, per quanto strano possa sembrare ad alcune persone. Ogni volta che un uomo vede qualcosa, vede in virtù di un fuoco elementale, ma non vede il fuoco elementale. L'elementale in lui, attivo come vedere, gli consente di ottenere la percezione dell'oggetto visto. L'elementale del suono non può essere visto né ascoltato dall'uomo, ma consente all'elementale attivo come, per ciò che l'uomo chiama udire, di sentire l'oggetto. L'elementale della forma non può di per sé essere visto né sentito dall'uomo, ma gli consente, attraverso un elementale attivo in lui, di percepire la forma. Qui potrebbe sembrare una mancanza di chiarezza nella relazione della forma con il senso elementare attraverso il quale la forma viene percepita. Apparentemente la forma è percepita attraverso la vista, o l'udito o il sentimento, ma senza l'acqua elementale, che, nel corpo umano, agisce come gusto, la percezione della forma è impossibile. Così l'uomo è abilitato, attraverso l'attivo elementale in lui come degustazione, a percepire la forma. L'elementare della solidità all'esterno è percepito attraverso un elementale all'interno attivo nell'odorato, attraverso il quale l'uomo percepisce l'oggetto solido.

Il senso del sentimento non appartiene a nessuna di queste quattro classi di elementali.

L'uso di uno di questi quattro sensi - che, si ricorderà, sono elementali - invoca l'attività degli altri sensi. Quando vediamo una mela, allora la nitidezza del suono mentre viene morso, il gusto, l'odore e la solidità, vengono percepiti o immaginati allo stesso tempo. Questo perché l'azione di uno degli elementali chiama e coinvolge gli altri elementali dei sensi.

Il senso e l'oggetto della percezione sensuale, sono aspetti dello stesso elemento. Il senso è l'elemento rappresentato da un elementale nell'uomo; l'oggetto è l'elemento al di fuori dell'uomo. Il senso è l'aspetto personale, umano dell'elemento. Ciò che in natura è un elemento, è nel corpo umano un senso; e ciò che nell'uomo è un senso, è in natura un elemento. Tuttavia, nel senso del sentimento, c'è qualcosa di diverso dai quattro elementali.

Nella sfera terrestre ci sono quattro regni degli elementali corrispondenti a quelli che sono noti all'uomo come i regni minerale, vegetale, animale e umano. Nei primi tre regni, le azioni degli elementali di quei regni non sarebbero state riconosciute come quelle dei fantasmi. Eppure appartengono alla classe di fantasmi che non sono mai stati uomini. Se l'uomo dovesse rendersene conto, apparirebbero o agirebbero come scoppi di fuoco, o ruote infuocate, linee di colori, suoni strani, indistinti, forme vaporose e come odori, piacevoli o meno. Le persone chiaroveggenti o chiaroveggenti possono percepirle come un evento normale, ma l'uomo quotidiano non le percepisce, a meno che una circostanza speciale non porti alla manifestazione.

In quel regno degli elementali, che corrisponde al regno umano, le forme assunte dai fantasmi quando appaiono all'uomo, sono umane o hanno una parvenza umana. Tali apparizioni hanno la parte superiore umana e la parte inferiore di una capra o un cervo o un pesce, o hanno caratteristiche umane allungate, distorte o con le corna aggiunte ad esse, o hanno forme umane, ma con appendici come ali. Questi sono alcuni esempi delle molte varianti.

(Continua.)