La fondazione di parole

Il karma è pensiero: pensiero spirituale, mentale, psichico, fisico.

Il pensiero mentale riguarda la materia vitale atomica nello zodiaco mentale.

—Lo zodiaco.

IL

PAROLA

Vol 8 DICEMBRE, 1908. No. 3

Copyright, 1908, di HW PERCIVAL.

KARMA.

V.
Karma mentale.

Nel primo articolo sul karma, è stato dimostrato che karma è una parola composta; che i suoi due principi, ka, desiderio e ma, mente, erano uniti R, azione; così, il karma è desiderio e mente in azione. L'azione del desiderio e della mente ha luogo nel segno sagittario (♐︎). Il personaggio del sagittario è pensato. Il karma è pensato. Il karma, pensò, è sia causa che effetto. Il proprio karma, il pensiero, è come effetto il risultato del suo karma precedente, il pensiero. Il karma come causa è il pensiero genitore, che determinerà risultati futuri. L'uomo è circoscritto, trattenuto e limitato dai suoi stessi pensieri. Nessuno può essere sollevato se non per il suo stesso pensiero. Nessuno può essere abbassato se non per il suo stesso pensiero.

L'uomo è un pensatore, che vive nel mondo del pensiero. Si trova tra il mondo fisico dell'ignoranza e delle ombre (♎︎) e il mondo spirituale della luce e della conoscenza (♋︎ – ♑︎). Dal suo stato attuale, l'uomo può andare nell'oscurità o entrare nella luce. Per fare una delle due deve pensare. Come pensa, agisce e con i suoi pensieri e le sue azioni scende o sale. L'uomo non può cadere immediatamente nell'ignoranza e nell'oscurità totale, né può elevarsi alla conoscenza e alla luce. Ogni uomo è da qualche parte sul sentiero che conduce dal grossolano mondo dell'ignoranza al chiaro mondo chiaro della conoscenza. Può girare intorno al suo posto sul sentiero ripensando i suoi pensieri passati e generandoli di nuovo, ma deve pensare ad altri pensieri per cambiare il suo posto sul sentiero. Questi altri pensieri sono i passi attraverso i quali si abbassa o si alza. Ogni passo verso il basso è la trasposizione di un passo superiore sul sentiero del pensiero. I gradini verso il basso causano dolore e dolore mentale, anche se il dolore e il dolore sono causati dallo sforzo di ascendere. Ma per quanto l'uomo basso possa andare, la sua luce mentale è con lui. Con esso può iniziare la salita. Ogni sforzo per pensare alla propria luce e alla vita superiore aiuta a costruire il passo che lo porta più in alto. Ogni passo verso l'alto sul sentiero verso la luce è fatto dei pensieri che hanno formato un passo verso il basso. I pensieri che lo trattengono vengono raffinati e trasformati nei pensieri che lo assorbono.

I pensieri sono di molti tipi. C'è il pensiero fisico, il pensiero psichico, il pensiero mentale e il pensiero spirituale.

Il pensiero fisico è della materia di vita atomica del mondo fisico nel suo zodiaco fisico, il pensiero psichico è della materia di vita atomica del mondo del desiderio nel suo zodiaco astrale o psichico, il pensiero mentale è costituito dalla materia di vita atomica di il mondo del pensiero nel suo zodiaco mentale.

Secondo il suo pensiero, l'uomo è un creatore o un distruttore. È un distruttore quando cambia più in alto in forme inferiori; è un costruttore e un creatore quando cambia in forme più alte, porta la luce nelle tenebre e cambia le tenebre in luce. Tutto ciò avviene attraverso il pensiero nel mondo del pensiero che è il suo zodiaco mentale e sul piano del leo-sagittario (♌︎ – ♐︎), il pensiero della vita.

Attraverso il mondo del pensiero, le cose spirituali entrano nel mondo psichico e fisico e attraverso il mondo del pensiero tutte le cose ritornano nel mondo spirituale. L'uomo, il pensatore, come la mente incarnata, agisce dal segno sagittario (♐︎), ha pensato, sulla materia del segno leo (♌︎), la vita, che è materia vitale atomica. Come pensa, genera karma e il karma generato è della natura dei suoi pensieri.

Un pensiero è generato dal rimuginare della mente incarnata sul corpo informe dei suoi desideri. Mentre la mente rimugina sul desiderio, il desiderio viene risvegliato in energia attiva che vortica dal cuore verso l'alto. Questa energia aumenta con un movimento simile a un vortice. Il movimento simile a un vortice attira in sé la materia di vita atomica dello zodiaco in cui agisce il pensatore. Mentre la mente continua a rimuginare, la materia vitale atomica viene attirata nel movimento simile a un vortice che aumenta in rapidità. La materia vitale è plasmata, levigata, con contorni o colori, o entrambi contorni e colori, dalla mente meditabonda, ed è finalmente nata nel mondo del pensiero come una cosa distinta e vivente. Il ciclo completo di un pensiero è costituito dalla sua gestazione, nascita, durata della sua esistenza, morte, dissoluzione o trasformazione.

La nascita di un pensiero deriva dall'impregnazione del desiderio mentale dovuta alla presenza di un'idea. Segue quindi il periodo di gestazione, formazione e nascita. La durata della vita di un pensiero dipende dalla salute, dalla forza e dalla conoscenza della mente che le ha dato alla luce, e dal nutrimento e dalla cura che il pensiero riceve dopo la nascita.

La morte o lo scioglimento di un pensiero è determinato dall'incapacità o dal rifiuto della sua mente madre di perpetuare la sua esistenza, o dal suo essere superato e sciolto da un altro pensiero. La sua trasformazione è il cambiamento della sua forma da un piano all'altro. Un pensiero ha la stessa relazione con la mente che le ha dato alla luce, da bambino ai suoi genitori. Dopo la nascita, il pensiero come un bambino richiede cure e cura. Come un bambino, ha il suo periodo di crescita e attività e può diventare autosufficiente. Ma come quello di tutti gli esseri, il suo periodo di esistenza deve finire. Una volta che un pensiero è nato e ha raggiunto la sua piena crescita sul piano mentale, esisterà, fino a quando ciò che rappresenta non viene mostrato come falso da una mente che dà vita al pensiero che prende il posto di quello screditato. Quello screditato cessa quindi di esistere come entità attiva, sebbene il suo scheletro sia mantenuto nel mondo del pensiero, più o meno come le reliquie o gli oggetti d'antiquariato sono conservati nei musei del mondo.

Un pensiero del fisico viene chiamato all'esistenza dalla mente che rimugina sui desideri del fisico. Un pensiero fisico svanisce e muore se il suo genitore rifiuta di nutrirlo pensandoci, meditandoci sopra ed energizzandolo con desiderio. I pensieri fisici hanno a che fare direttamente con ciò che si occupa di strumenti e processi meccanici nel mondo fisico.

Case, tuguri, ferrovie, barche, ponti, macchine da stampa, utensili, giardini, fiori, frutta, cereali e altri prodotti, artistici, meccanici e naturali, sono il risultato del continuo rimuginare della mente sui desideri fisici. Tutte queste cose fisiche sono l'incarnazione dei pensieri del fisico nella materia del fisico. Quando la mente umana rifiuta di perpetuare i pensieri delle cose fisiche, le case cadranno in rovina, le ferrovie saranno sconosciute e le barche e i ponti scompariranno, le macchine e le macchine da stampa si arrugginiranno, non ci sarà alcun vantaggio per gli strumenti, i giardini saranno invaso dalle erbacce e coltivato fiori, frutti e cereali ricadranno nello stato selvaggio da cui si sono evoluti dal pensiero. Tutte queste cose fisiche sono karma come risultato del pensiero.

I pensieri psichici si occupano in particolare della struttura organica nel mondo fisico e delle sensazioni vissute attraverso corpi animali biologici viventi. Un pensiero psichico nasce allo stesso modo di un fisico, ma mentre il pensiero fisico è collegato alle cose nel mondo fisico, il pensiero psichico è essenzialmente del desiderio e collegato alla sensazione. La nascita di un pensiero psichico è dovuta alla presenza di un pensiero o di una forza psichica che agisce direttamente sugli organi dei sensi e fa respirare la mente nell'organo o negli organi dei sensi. Dopo che la mente ha meditato e prestato attenzione agli organi dei sensi, e ha causato la materia di vita atomica del suo piano mentale nel suo zodiaco psichico per costruire e riempire il pensiero, il pensiero è finalmente nato nel mondo psichico in il suo zodiaco psichico.

Il pensiero psichico è una massa di desiderio data forma ed entità dall'uomo. Secondo la natura del desiderio organico, la mente le darà forma e nascita e sosterrà la sua crescita e persistenza nel mondo astrale. Questi pensieri psichici che persistono nel mondo psichico sono i tipi di tutti gli animali che esistono nel mondo fisico. Il leone, la tigre, il serpente a sonagli, le pecore, la volpe, la colomba, l'ippopotamo, il pavone, il bufalo, il coccodrillo e l'asp, e tutte le creature animali che cacciano o sono cacciate, continueranno ad esistere nel mondo finché l'umanità continuerà a produrre nell'astrale mondo le forme di desiderio caratteristiche che sono i tipi speciali del regno animale. Il tipo di un animale è determinato dalla forma che la mente dell'uomo ha dato al principio del desiderio. Man mano che i desideri e i pensieri dell'umanità cambiano, cambieranno i tipi di creazione animale. Il ciclo di qualsiasi tipo di animale dipende dalla persistenza o dal cambiamento della natura del desiderio e del pensiero.

La mente dell'uomo agisce con desiderio in chiarezza o confusione. Quando la mente agisce in confusione con il desiderio, in modo tale che alla materia vitale dello zodiaco psichico non venga data una forma sufficientemente distinta, vengono chiamati in essere le forme deformate o i corpi dei desideri, delle passioni e delle emozioni che circolano nel mondo astrale . Queste vaghe forme o corpi mal proporzionati sono il prodotto della grande maggioranza degli uomini. Comparativamente pochi uomini producono pensieri ben definiti e chiaramente formati.

Animali, desideri, passioni ed emozioni sono sia causa che effetto del pensiero psichico dell'uomo mentre agisce dal piano mentale nel suo zodiaco psichico. Le passioni, l'invidia, la gelosia, la rabbia, l'odio, l'omicidio e simili; avidità, generosità, artigianato, spensieratezza, ambizione, amore per il potere e ammirazione, frivolezza, eccitabilità, prodotti con intensità o indifferenza, contribuiscono ai pensieri o al karma psichici di se stessi e del mondo. Questi pensieri non formati sono liberati nel mondo psichico dall'intrattenere tali sentimenti e dall'esprimere l'uomo con un linguaggio energico o con l'azione perpetua di una lingua sonora.

I pensieri psichici informi contribuiscono in gran parte ai dolori e alle sofferenze degli uomini. L'uomo come unità dell'umanità deve condividere il karma generale dell'umanità. Questo non è ingiusto; perché, mentre condivide il karma degli altri, costringe gli altri a condividere il karma che produce. Condivide il tipo di karma degli altri che fa sì che gli altri condividano con lui. Quando si attraversa un periodo di sofferenza mentale, spesso si rifiuta di credere che la sua sofferenza sia giusta e che abbia avuto una parte nella sua creazione. Se fosse nota la verità, avrebbe scoperto di essere davvero la causa di ciò che ora soffre e che ha fornito i mezzi con cui ora soffre.

Chi ha un sentimento di odio per qualsiasi persona o cosa libera la forza dell'odio. Questo può essere diretto a una persona o al mondo. La forza dell'odio liberato agirà sulla persona contro la quale è diretta, solo se quella ha la sensazione di odio in lui. Se diretto contro il mondo, agisce sulla particolare condizione del mondo verso cui è diretto, ma in ogni caso la forza dinamica non formata dell'odio tornerà al suo generatore. Quando ritorna, può intrattenere e inviarlo di nuovo e tornerà di nuovo a lui. Proteggendo in tal modo l'odio, farà provare odio agli altri. A un certo punto, farà o dirà qualcosa per suscitare l'odio e poi fornirà le condizioni che causeranno il suo odio dinamico e disinformato precipitarsi su di lui. Se non vede che il suo stato d'animo infelice è causato dal suo stesso odio, dirà che è ingiustamente trattato dal mondo.

Uno le cui passioni gli hanno fatto fare e dire cose per suscitare le passioni negli altri sopporteranno la sofferenza che la passione porta. La passione che riversa nel mondo psichico ritorna a lui. Non conoscendo il modo in cui lo genera, non potendo tracciare il suo percorso attraverso il mondo psichico, e dimenticando o ignorando di aver intrattenuto la passione, non vede la connessione tra la passione che ha gettato nel mondo e il sofferenza che il suo ritorno gli porta. Chi è senza passione non genererà passione e quindi non avrà la propria passione di cui soffrire; né può soffrire la passione di un altro, perché, se non lo desidera, la passione di un altro non riesce a trovare alcun accesso nella sua mente.

Coloro che calunniano gli altri, o dal desiderio di nuocere o dall'abitudine di pettegolezzi frivoli, liberano nel mondo psichico pensieri meschini e mal formati che possono trovare il loro sfogo sulle persone a cui sono diretti; ma in ogni caso contribuiscono ai pensieri di calunnia nel mondo e sicuramente ritorneranno e saranno precipitati su coloro che li generano. Coloro che hanno calunniato soffrono di calunnia per poter comprendere il dolore mentale che ne deriva e apprendere che la calunnia è ingiusta.

Chi si vanta e si vanta dei suoi poteri, possedimenti o conoscenze non fa male a nessuno come se stesso. Genera un corpo di desiderio simile a una nuvola che sovrasta o appesantisce le menti degli altri. Aumenta la nuvola di pensiero psichico di vantarsi. Ne è più illuso di altri fino a quando non esplode e ne viene sopraffatto. Vede che gli altri vedono che si stava solo vantando e vantandosi e questo lo fa sentire piccolo come il suo vantarsi era destinato a renderlo grande. Sfortunatamente, chi soffre di tale karma mentale spesso non vede che è stato causato da se stesso.

Chi pensa e dice una bugia porta nel mondo del pensiero una forza violenta e nefasta come quella dell'omicidio. Un bugiardo si contrappone alla verità eterna. Quando uno dice una bugia sta cercando di uccidere la verità. Tenta di mettere una falsità al posto di un fatto. Se una menzogna potesse essere messa con successo al posto di un fatto, l'universo potrebbe essere sbilanciato. Dicendo una bugia si attacca il principio di giustizia e verità più direttamente che in qualsiasi altro modo. Dal punto di vista del karma mentale, un bugiardo è il peggiore di tutti i criminali. È a causa delle menzogne ​​delle unità dell'umanità che l'umanità nel suo insieme e le unità stesse devono sopportare la sofferenza e l'infelicità nel mondo. Quando una bugia viene pensata e raccontata, nasce nel mondo del pensiero e colpisce le menti di tutti coloro con cui viene in contatto. La mente brama, aspira a vedere la verità nella sua stessa purezza. Una bugia impedirebbe di vedere la verità. La mente desidera sapere. Una bugia la ingannerebbe. Nella sua massima aspirazione, la mente cerca la sua felicità nella verità. Una bugia impedirebbe tale raggiungimento. Le bugie che sono universalmente raccontate e che circolano nel mondo mentale, si appannano, annebbiano e oscurano la mente, impedendole di vedere il suo giusto corso. Il karma di un bugiardo è un perpetuo tormento mentale, il cui tormento viene attenuato mentre inganna se stesso e gli altri, ma il tormento si accentua al ritorno delle sue menzogne. Il racconto di una bugia induce il bugiardo a dire a due di nascondere la sua prima. Quindi le sue bugie si moltiplicano finché non si precipitano su di lui; poi vengono scoperti e ne viene sopraffatto. Mentre gli uomini continuano a mentire, la loro ignoranza e infelicità continueranno.

Se uno conoscesse il vero karma mentale, deve smettere di mentire. Uno non può vedere chiaramente le proprie o le operazioni mentali di un altro mentre continua a oscurare la propria e la mente degli altri. La felicità dell'uomo aumenta con l'amore della verità per se stessa; la sua infelicità scompare quando si rifiuta di mentire. Il paradiso in terra sarebbe realizzato in modo più completo e rapido che con qualsiasi altro mezzo se le persone parlassero di ciò che sanno e credano che sia vero. Un uomo può fare progressi mentali più rapidi dicendo la verità come la conosce che in qualsiasi altro modo.

Tutte le cose nascono come il karma dei propri pensieri precedenti: tutte le condizioni fisiche della vita, come salute o malattia, ricchezza o povertà, razza e posizione sociale; la propria natura psichica, come la natura e il tipo dei suoi desideri, la sua tendenza alla medianità o lo sviluppo dei sensi e delle facoltà interiori; anche le facoltà mentali, come la capacità di apprendere e assimilare gli insegnamenti dalle scuole e dai libri e l'inclinazione a indagare in modo persistente. Molti dei possedimenti, afflizioni, tendenze psichiche e facoltà o difetti mentali che ora ha, possono essere ricondotti da lui o da qualcuno che conosce la sua carriera come risultato dei suoi pensieri e sforzi persistenti. In tal caso la giustizia è evidente. D'altra parte, ci sono molte cose fisiche, tendenze psichiche e doti mentali, che non possono essere ricondotte a qualcosa che potrebbe aver fatto nella vita presente. In questo caso, lui e altri possono dire che non merita ciò che ha ora e che è ingiustamente favorito o abusato. Tale giudizio è errato e dovuto all'incapacità di collegare gli effetti presenti alle loro cause passate.

Come risultato delle molte incarnazioni della mente nei corpi umani e degli innumerevoli motivi, pensieri e azioni buoni e cattivi che sono stati sostenuti, pensati e fatti dalla mente in altre vite, viene immagazzinata una quantità immensa di credito e debito verso il conto della mente. Ogni mente ora incarnata ha al suo attivo molte delle cose buone e delle cose cattive che desidera, disprezza e teme. Potrebbe anche essere al merito delle conquiste psichiche che ora desidera, o potrebbe mancarle. Poteri intellettuali ben al di là dei risultati attuali o ottusità della mente possono essere in serbo. Tutti questi possono essere del tutto opposti agli attuali possedimenti e abilità, ma alla fine devono tornare a casa dai loro genitori.

Il karma che sta per avere è determinato dall'uomo stesso. Consciamente o inconsciamente, l'uomo determina quella parte particolare del suo karma di cui soffrirà o godrà, elaborerà o rimanderà. Sebbene non sappia come lo fa, tuttavia chiama nel presente dal grande magazzino del passato, le cose e le facoltà che ha. Fa precipitare il proprio karma, alcuni attesi da tempo, altri che non dovrebbero ancora arrivare. Tutto ciò che fa con il suo pensiero e l'atteggiamento mentale che assume. Il suo atteggiamento mentale decide se è disposto o meno a fare ciò che dovrebbe. Per un po 'può sfuggire al suo attuale karma, nel bene o nel male, rifiutando di attraversarlo quando arriva, o rimandandolo lavorando energicamente in un'altra direzione. Tuttavia non può liberarsi del suo karma se non dal farlo e dalla sofferenza.

Esistono quattro classi di individui in base al karma mentale che ricevono. Il modo in cui lo ricevono determina in gran parte il modo e il tipo di karma che creano per il futuro.

C'è prima l'individuo che pensa poco. Potrebbe essere pigro o attivo. Prende ciò che trova non perché non lo prenderebbe meglio, ma perché è troppo pigro o nel corpo o nella mente o in entrambi per lavorarci. È pesante o spensierato, e viene portato sulla superficie della vita. Tali sono i servitori dell'ambiente perché non cercano di capirlo e dominarlo. L'ambiente non crea né determina le loro vite, ma scelgono di accettare le cose come le trovano e, con quali poteri mentali hanno, continuano a modellare le loro vite in base all'ambiente in cui si trovano. Come questi risolvono il loro karma come viene. Sono servi in ​​inclinazione, natura e sviluppo.

La seconda classe è quella degli individui i cui desideri sono forti, che sono attivi ed energici, e la cui mente e pensieri sono in accordo con i loro desideri. Non sono soddisfatti della loro condizione e, con l'uso della loro mente latente e attiva, cercano di scambiare una condizione della vita con un'altra. Mantenendo costantemente occupata la mente, vedono opportunità di guadagno e ne approfittano. Migliorano le loro condizioni e acuiscono la mente per vedere altre opportunità. Superano le condizioni fisiche invece di essere soddisfatte o governate da esse. Rimandano il karma cattivo il più a lungo possibile e fanno precipitare il karma buono il più rapidamente possibile. Il cattivo karma chiamano ciò che non porta alcun vantaggio materiale, che provoca perdita di proprietà, problemi o malattie. Il buon karma lo chiamano ciò che dà loro ricchezza materiale, famiglia e divertimento. Ogni volta che appare il loro cattivo karma, si sforzano di prevenirlo. Possono farlo con un lavoro diligente nel corpo e nella mente, nel qual caso incontrano il loro karma come dovrebbero. Con il loro atteggiamento mentale nei confronti della loro onestà nell'incontrare debiti e perdite e nel cercare onestamente di ripagarli, fanno precipitare gran parte del loro cattivo karma; a tutti i quali sono uguali fintanto che la loro determinazione ad agire giustamente continua, nel qual caso precipitano e risolvono il loro cattivo karma e creano e mettono in moto le giuste e giuste condizioni per un buon karma in futuro. Ma se si rifiutano di riconoscere o pagare i propri debiti, e con astuzia o inganno li eludono, possono impedire che il loro cattivo karma si precipiti quando appare naturalmente. In questo caso, il lavoro immediato del presente li risolverà per un po ', ma rifiutando di soddisfare il loro cattivo karma aggiungono altro ai loro debiti. Possono portare avanti i loro debiti, ma più a lungo li portano più pesanti saranno. Finalmente non sono in grado di soddisfare le richieste fatte su di loro; non possono più pagare gli interessi pesanti, perché per portare avanti il ​​karma cattivo, richiede un'azione sbagliata. Quando il karma cattivo diventa pesante, le loro azioni devono diventare più malvagie per portare con sé il karma cattivo, finché alla fine il tasso e la quantità di interesse sono così pesanti che non sono in grado di affrontarlo, non perché non lo farebbero, ma perché altri con il cui interesse interferiscono impedendoli. Non potendo più a lungo con astuzia e doppiezza nascondere le loro azioni e scongiurare il disastro, lo vedono alla fine e li sopraffanno.

A questa classe appartengono gli individui le cui menti sono dirette a barattare denaro, beni e terre, che commettono un atto disonesto e per coprirlo commettono un altro e un altro, che pianificano e si convincono a trarre vantaggio dagli altri, che continuano ad accumulare anche sebbene i loro atti siano ingiusti e chiaramente disonesti. Non prosperano perché la giustizia viene superata, ma perché secondo la giustizia ottengono ciò per cui lavorano alla massima distanza. Lavorando disonestamente con le loro menti acquisiscono ciò per cui lavorano disonestamente, ma le loro opere sono finalmente pagate. Il loro lavoro li supera; sono schiacciati dalla legge giusta dei propri pensieri e azioni.

Tra questi ci sono gli individui che sono i capi o dietro i capi di grandi istituzioni industriali, banche, ferrovie, associazioni assicurative, che privano fraudolentemente i cittadini dei loro diritti, che acquisiscono grandi proprietà e vaste fortune applicando le loro menti a materiali e materiali le estremità. Molti di questi sono per un certo periodo considerati modelli da coloro che desiderano occupare posizioni e influenza simili, ma quando il loro conto è dovuto e viene presentato dalla banca del karma e non possono o non lo incontrano, viene scoperta la loro disonestà. Diventano oggetto di scherno e disprezzo e la loro sentenza fisica è pronunciata in tribunale che è composta da giudice e giuria, o è una malattia o una disposizione malvagia, che porterà presto una punizione fisica.

Coloro che feriscono non sono senza il loro karma. Il loro karma è sia nell'apprendimento di come soddisfare le condizioni sia nel pagamento di azioni passate quando loro stessi facevano azioni sbagliate, e tutti questi sono testimoni in mente contro il male fatto dal colpevole che ha così accumulato disonestamente ricchezza e proprietà . Secondo la sua ascesa sarà la profondità della sua caduta.

Questo è il lato meccanico automatico del karma che ha a che fare con la frase pronunciata sul corpo fisico; ma nessuno ascolta o vede pronunciata la frase del karma mentale di un tale. La frase del karma mentale è pronunciata nelle corti mentali del karma, testimoni e avvocati in cui sono i propri pensieri e in cui il giudice è il proprio Ego superiore. Il colpevole sconta la sentenza volontariamente o involontariamente. Scontare volentieri la frase è riconoscere i propri misfatti e la giustizia della sentenza; in questo caso apprende la lezione che i suoi atti e pensieri sbagliati dovrebbero insegnargli. In tal modo paga il debito del karma mentale, cancella il conto mentale. Una riluttanza a scontare la pena è il suo sforzo di scusarsi mentalmente, di tracciare come superare la difficoltà e ribellarsi alla sentenza; nel qual caso non smette di soffrire mentalmente, non riesce a imparare la lezione prevista e crea condizioni malvagie per il futuro.

Del terzo tipo di individui vi sono ambizioni e ideali, il cui pensiero è impiegato per raggiungerli e preservarli. Queste sono persone orgogliose della loro nascita o della loro posizione che preferirebbero essere gentili signori o signore della "famiglia" piuttosto che dei ricchi volgari che sono dei nobili; e quelli impegnati in attività educative e letterarie; quelli di temperamento artistico e sforzo; gli esploratori che cercano di scoprire nuove regioni; inventori che avrebbero messo in funzione nuovi dispositivi; coloro che cercano la distinzione militare e navale; coloro che si impegnano nella ricerca di controversie, dibattiti e vantaggi mentali. Gli individui di questa classe elaborano il loro karma mentale naturalmente finché mantengono l'ambizione o l'ideale particolare che hanno in vista e lavorano solo per quello. Ma ogni sorta di difficoltà e pericoli affligge quelli di questa classe che, perdendo di vista la loro particolare ambizione o ideale nel mondo del pensiero, tentano di deviare dal loro particolare percorso. Quindi fanno precipitare il karma che hanno subito in passato mentre agivano in altre capacità.

Lui, per esempio, che è orgoglioso del suo lignaggio, deve mantenere l '"onore di famiglia" e attribuire altri allori al suo attivo. Se entra in transazioni che richiedono inganni, può continuare per un po ', ma prima o poi uno che lo invidia o uno che è stato ingiustamente trattato da lui, renderà note transazioni disoneste e vergognose e porterà alla luce scheletri nascosti nel guardaroba. Quando un tale karma sta per precipitare, allora può, se tenta di nascondere la sua azione ingiusta, o ha intenzione di togliersi di mezzo chi sarebbe il mezzo per disonorarlo, rimandare il suo cattivo karma per un po ', ma non lo rimuove. Lo mette sul suo conto in futuro, e accumulerà interesse e precipiterà in qualche momento futuro quando cerca di rivendicare onori e distinzioni che non gli appartengono giustamente. D'altra parte, se deve affrontare il karma cattivo in modo virile e affrontarlo in modo onorevole, pagherà il debito, con la quale condotta renderà il karma buono futuro. Il suo atteggiamento può persino accrescere l'onore e la probabilità della famiglia, e ciò che all'inizio poteva sembrare una vergogna per la sua azione aumenterebbe il valore del cognome.

Colui la cui ambizione è nel mondo mentale, sebbene questa ambizione sia rappresentata nel mondo fisico per posizione, può ottenere la sua ambizione usando la sua mente a tal fine; ma il suo sforzo deve essere in linea con le sue ambizioni, nel qual caso lavora secondo la linea del suo pensiero passato e non fa precipitare alcun karma malvagio. Ma se dovesse discostarsi da questo, si mette fuori dalla sua classe e si fa chiamare rapidamente dalla punizione per molte azioni diverse da quelle garantite dalla sua particolare ambizione.

Coloro che sono impegnati in attività educative raggiungeranno il successo se l'educazione è l'oggetto del loro pensiero. Non sussiste alcun pericolo e nessun cattivo karma viene fatto fintanto che mantengono le ambizioni educative. Ma quando cercano istruzione in vista di affari o profitti, o quando si ricorre a mezzi ingiusti per ottenere posizioni educative, i pensieri contrastanti nel loro mondo mentale finiranno per scontrarsi e si scatenerà una tempesta per liberare l'atmosfera mentale. In quel momento quei pensieri non in linea con l'oggetto di ricevere e diffondere l'educazione vengono portati alla luce e queste persone devono quadrare i loro conti o, se riescono a rimandare il giorno della resa dei conti, devono rispondere in futuro, ma rispondere che devono.

Soldati, marinai e statisti lavorano secondo la legge, solo quando cercano di servire il loro paese, ciò significa il benessere delle persone. Se il loro oggetto è il benessere delle persone e solo quello, nessuna circostanza può intervenire per cui possono essere screditate. I loro servizi potrebbero non essere desiderati inizialmente dalle persone, ma se persistono nel fare solo ciò che è per il bene delle persone, le persone, in quanto agenti inconsci del karma, lo scopriranno e loro, come i grandi agenti intelligenti di il karma, si avvarrà dei servizi di tali uomini, che guadagnano forza rifiutando i vantaggi personali. Ma se dovessero abbandonare il loro oggetto e barattare la posizione che detengono per denaro, o usare l'influenza della loro posizione per promuovere il loro pregiudizio, allora precipiteranno su se stessi il karma delle proprie azioni. Le persone lo scopriranno. Diventeranno disonesti agli occhi degli altri e di se stessi. Se viene appresa la lezione dell'azione giusta, possono riguadagnare il loro potere pagando la penalità dell'azione sbagliata e continuando nella giusta.

Inventori e scopritori sono esploratori del mondo mentale. Il loro obiettivo dovrebbe essere il bene pubblico, e lui tra loro avrà più successo nella sua ricerca, che cerca con più entusiasmo il bene pubblico. Se uno usa un'invenzione o una scoperta per fini personali e contro gli altri, può prevalere per un tempo considerevole, ma alla fine ciò che ha usato contro gli altri sarà rivolto contro di lui, e perde o soffre di ciò che ha scoperto o inventato. Ciò può non accadere nella vita in cui ha abusato del suo successo, ma sicuramente arriverà, come nei casi delle persone le cui invenzioni sono state prese e utilizzate da altri, di coloro che trascorrono gran parte del loro tempo, del lavoro e denaro nel tentativo di scoprire o inventare qualcosa a scopo di lucro, ma che non ci riesce, o di quelle persone che hanno scoperto o inventato ciò che causa la propria morte, deturpazione o cattiva salute.

Quelli di un temperamento artistico o letterario, che cercano il loro ideale per raggiungere la perfezione nella letteratura e i cui sforzi sono tutti per quel particolare scopo, realizzeranno il loro ideale secondo il modo in cui hanno lavorato per esso. Quando le loro ambizioni sono prostituite a scopi inferiori, incorrono nel karma del loro lavoro particolare. Ad esempio, quando gli artisti volgono i loro sforzi per fare soldi, l'oggetto dell'arte viene sostituito dall'oggetto di denaro o guadagno e perdono la loro arte, e anche se non è in una volta, perdono la loro posizione nel mondo mentale e scendere ai livelli inferiori.

La quarta classe di individui è quella che è desiderosa o che possiede le facoltà mentali superiori. Mettono la conoscenza di qualsiasi tipo al di sopra della distinzione sociale o della ricchezza materiale. Si occupano di tutte le domande di giusto e sbagliato; con filosofia, scienza, religione e politica. La politica di cui si occupano non è lo spirito di partito meschino, l'inganno, i travagli e gli intrighi disonorevoli a cui fanno ricorso quelli che vengono chiamati politici. La politica di cui si occupa questa quarta classe è principalmente il benessere dello stato e del bene del popolo, a parte qualsiasi partito, fazione o cricca. Queste politiche sono prive di inganni e riguardano solo i migliori mezzi per amministrare la giustizia.

Questa quarta classe è ampiamente divisa in due gruppi. Coloro che cercano la conoscenza di natura puramente intellettuale e quelli che cercano la conoscenza spirituale. Coloro che cercano la conoscenza dell'intelletto arrivano alla verità spirituale dopo lunghi processi di ricerca intellettuale. Coloro che cercano la conoscenza spirituale in sé, vedono nella natura delle cose senza lunghi processi di ragionamento e quindi usano il loro intelletto nell'applicare la verità spirituale secondo i bisogni del tempo.

Finché la conoscenza viene cercata per se stessa e per trasmetterla al mondo, ciascuno di questi gruppi vive secondo la legge della conoscenza, che è giustizia; ma se il grado di conoscenza raggiunto viene utilizzato per fini personali, subordinato alle ambizioni o come mezzo di baratto, allora il cattivo karma viene subito precipitato o sicuramente seguirà.

Il circolo sociale dell'individuo di prima classe è composto da quelli del suo genere e si sente a disagio con gli altri. La seconda classe trova il suo più grande divertimento socialmente tra coloro che comprendono e apprezzano le loro capacità imprenditoriali e in cui vengono discussi argomenti affini. A volte, man mano che la loro influenza e il loro potere aumentano, i loro obiettivi sociali possono essere per circoli diversi dai loro e provano per l'impiallacciatura della società. La vita sociale della terza classe sarà più soddisfacente tra la cultura del temperamento artistico o le conquiste letterarie. Le inclinazioni sociali della quarta classe non sono per le convenzioni della società, ma piuttosto per la compagnia di coloro che hanno conoscenza.

Con uno di prima classe i singoli pregiudizi sono forti quando suscitati. Di solito ritiene che il paese in cui è nato sia il migliore; che altri paesi sono barbari rispetto ai suoi. È governato dai suoi pregiudizi e dallo spirito di partito in politica. La politica dell'individuo di seconda classe dipende dagli affari. Non vorrebbe immergere il suo paese in una guerra o in nessuna impresa, né favorisce alcuna istituzione che interferirebbe con i suoi interessi commerciali. Le riforme in politica sono approvate o tollerate a condizione che non riducano le scorte o interferiscano con il commercio, e quindi incidano sulla sua prosperità. La politica dell'individuo di terza classe sarà influenzata da questioni di etica e convenzione; manterrà le usanze consolidate da tempo e darà la precedenza al pedigree e all'educazione in materia politica. Le politiche dell'individuo di quarta classe sono quelle del governo giusto e onorevole, che difende i diritti dei cittadini e dello stato, in un'ottica di giustizia verso altri paesi.

Nella prima classe l'individuo eredita e segue la religione insegnata dai suoi genitori. Non avrà altro perché nessun altro gli è familiare, e preferisce usare ciò che ha piuttosto che mettere in discussione il suo diritto. Nella seconda classe la religione dell'individuo è quella che offre di più a lui. Sostituirà quello che gli è stato insegnato, se così facendo l'altro lo assolverà per l'incarico di alcuni crimini e gli darà il miglior affare per il paradiso. Può non credere nella religione come una regola di vita, ma conoscendo l'incertezza della morte e non essendo disposto a lasciarsi sfuggire da esso, essendo un buon uomo d'affari, si prepara alle contingenze. Sebbene sia giovane e forte, potrebbe non credere in una vita futura, ma poiché sa che è meglio essere sicuri che dispiaciuti, acquista quote di quella religione che gli daranno il miglior rapporto qualità-prezzo e aumenta le sue polizze assicurative mentre si avvicina a quel futuro. La religione dell'individuo di terza classe è di natura morale ed etica. Può essere una religione di stato frequentata con lunghe cerimonie e rituali, con sfarzo e magnificenza, o una religione eroica, o che fa appello alla natura sentimentale ed emotiva. Gli individui della quarta classe hanno la religione della conoscenza. Non sono zelanti riguardo a questioni di credo o dogmi. Cercano lo spirito piuttosto che la forma che anima.

La filosofia dell'individuo di prima classe è sapere come guadagnarsi da vivere nel modo più semplice. L'individuo della seconda classe considera la vita un grande gioco pieno di incertezze e opportunità; la sua filosofia è prepararsi contro il primo e sfruttare al massimo il secondo. È uno studioso appassionato delle debolezze, dei pregiudizi e dei poteri della natura umana, e li usa tutti. Assume quelli della prima classe che non sono in grado di gestire gli altri, si combina con gli altri della sua stessa classe e negozia per talenti e poteri della terza e quarta classe. Gli individui della terza classe vedranno il mondo come una grande scuola in cui sono studenti e posizioni, circostanze e ambienti come le materie del loro studio e comprensione nella vita. La filosofia dell'individuo della quarta classe è quella di trovare il suo vero lavoro nella vita e come svolgere i suoi doveri in relazione a quel lavoro.

(Continua.)