La fondazione di parole

PENSIERO E DESTINO

Harold W. Percival

CAPITOLO VIII

DESTINY NOETICO

Sezione 1

Conoscenza dell'io cosciente nel corpo. Il mondo noetico. Conoscenza di sé del conoscitore del Sé Triune. Quando la conoscenza del sé cosciente nel corpo è disponibile per l'uomo.

Il destino noetico della maggior parte degli esseri umani è la condizione dell'atmosfera noetica dell'umano (Fig. VB). Tale condizione include la quantità di conoscenza del sé cosciente nel corpo disponibile per l'essere umano, la quantità della Luce dell'intelligenza presente o poco, la qualità di quella Luce come attaccabile agli oggetti della natura e le conseguenze di tutto ciò per il umano. Gli esseri umani pensano al destino solo come fisico, eppure il loro destino noetico domina gli altri tre tipi.

Il destino noetico potrebbe non sembrare ovvio come il destino mentale. Si manifesta attraverso il destino fisico principalmente come il potere generativo e l'uso a cui è destinato; attraverso il destino psichico come capacità o incapacità di controllare le proprie passioni e desideri; e attraverso il destino mentale come il potere o la mancanza di potere di fare il vero pensiero. Può essere visto nelle cose fisiche perché gli esseri umani lasciano entrare la Luce dell'intelligenza nella natura attraverso l'azione dei quattro sensi e attraverso il potere generativo; e i risultati fisici sono le uniche indicazioni che sono in grado di notare. Il destino noetico nell'attuale stadio degli esseri umani appare principalmente come i loro problemi, le loro afflizioni, le loro malattie, sebbene la causa immediata di tutto ciò sia la parte psichica del Sé Trino, l'agente e i pensieri che genera. Il destino noetico è uno sfondo nell'atmosfera noetica piuttosto che una forza attiva.

Quando ci sono abbastanza persone che pensano in questo modo, i loro pensieri saranno esteriorizzati in parole secondo il genio della lingua e verrà creato un vocabolario. Nel frattempo, qui vengono usati termini che possono essere presi in un certo senso approssimando le cose sconosciute nominate, come il Sé Triune, la sua atmosfera noetica, il conoscitore come la parte noetica del Sé Triune, il respiro noetico, il mondo noetico e la luce dell'intelligenza.

La conoscenza, che è il risultato permanente come realizzazione nell'atmosfera noetica proveniente dal pensiero dell'umano, è immagazzinata nell'atmosfera noetica dell'umano. Dipende dal pensare e non può venire senza di essa. Il pensiero che porta conoscenza nell'atmosfera noetica e rafforza i poteri di quell'atmosfera è un pensiero come quello sull'origine, la natura e il destino del sentimento e del desiderio come colui che agisce, e sulla sua relazione con il Sé Triune e con gli altri. Ma pensare all'egoismo, all'avidità, alla lussuria, alla meschinità, all'ipocrisia, alla menzogna, alla disonestà e all'ingratitudine, crea pensieri che portano via dalla conoscenza immagazzinata. Sia la conoscenza dell'autore molto o poco, è acquisita solo attraverso il pensiero con la mente che utilizza e quindi deve essere raggiunta attraverso l'atmosfera mentale. Non può essere ottenuto attraverso azioni, sentimenti, emozioni, estasi o trance. La conoscenza del sé cosciente nel corpo può venire solo come risultato del pensiero attivo. Questa conoscenza è del lato intelligente dell'Universo ed è immagazzinata nel mondo noetico. Questo mondo è dentro ma non appartiene al mondo della luce, che appartiene al lato della natura. Nel mondo della luce gli esseri sono tutti, dal più alto al più basso, privi di intelligenza, ad eccezione di ciò che ottengono dagli uomini. Dal lato intelligente non ci sono mondi nel senso dei mondi della natura-materia. Sul lato intelligente ci sono Triune Selves. Il termine mondo noetico è figurativo come mondo scientifico o letterario.

Il mondo noetico è un mondo di conoscenza ed è un nome per la parte comune delle atmosfere noetiche dei conoscitori del Sé Trino nella sfera terrestre. Gli esseri umani di questi Sé Triune sono diversi l'uno dall'altro. Ma c'è una parte dell'atmosfera noetica di ogni Sé Triune che ha in comune con tutti gli altri Sé Triune. Vi è unicità tra Triune Selves. Quella parte comune è qui chiamata il mondo noetico o il mondo della conoscenza. Ha un'identità e un'unità nel Grande Sé Triune del mondo. Il Grande Sé Triune del mondo è il Sé Triune della Suprema Intelligenza e ha una relazione simile a quella esistente tra un Sé Triune e la sua Intelligenza. Il mondo noetico è il deposito della conoscenza di tutti i Sé Triune nella sfera terrestre e questa conoscenza è disponibile per ogni Sé Triune.

Nel mondo noetico c'è la conoscenza di tutto ciò che riguarda la sfera terrestre, le croste terrestri che sono state e l'attuale crosta terrestre; con la loro materia, le forze che agiscono attraverso di loro; con le unità degli elementi nella sfera terrestre e le leggi con cui lavorano. Contiene anche la conoscenza di divinità, esseri e razze elementari, passato e presente, dei continenti e delle razze della terra fisica, della sua fauna, flora e struttura, passato e presente; del trucco dei lati esterno e interno della crosta terrestre; di come le stelle e gli altri corpi oltre la terra fisica vengono prodotti, continuati e cambiati; della natura del sole e della luna e delle loro funzioni e dei tempi e delle loro misurazioni. Tutto ciò è conoscenza della natura-materia. Inoltre la conoscenza delle origini e della natura di tutti i Sé Triuni, le modalità del loro progresso e del loro destino finale e la relazione che la Luce delle Intelligenze ha con i loro Sé Triuni e con la sfera terrestre, è contenuta nel mondo noetico. Non esiste un destino noetico nel mondo noetico. In quel mondo, quindi, c'è il tesoro della conoscenza di tutto ciò che è o tocca la materia, le forze e gli esseri nei quattro mondi della sfera terrestre.

La conoscenza che un essere umano acquisisce è a sua disposizione solo durante quella vita, fatta eccezione per una piccola parte, l'essenza di quella conoscenza, che è assimilata e immagazzinata dall'agente nel corpo. La conoscenza che il colpevole acquisisce così attraverso i suoi numerosi esseri umani, spesso assiste l'attuale essere umano. In una crisi e persino negli affari ordinari del commercio e del lavoro, un essere umano trova poi quella conoscenza nascosta del suo agire che viene in suo aiuto.

Su questioni morali questa conoscenza nascosta si rivela attraverso la giustezza e parla come coscienza. Questa conoscenza rende un umano responsabile. È il suo destino noetico e fa il destino fisico.

L'autoconoscenza del conoscitore del Sé Triune è sempre certa, che sia molto o poco, e non lascia dubbi. Non lascia spazio al pensiero, perché è la sommatoria in cui il pensiero ha trovato il suo completamento.

L'autoconoscenza del conoscente può giungere a chi agisce anche come intuizione. L'intuizione è una conoscenza certa e certa relativa a un soggetto che ha una relazione con chi agisce. L'intuizione arriva attraverso il pensatore e fornisce informazioni umane e una comprensione di tipo superiore. La comprensione è una comprensione dal vivo e poiché proviene dall'autoconoscenza del conoscente non è soggetto a discussione. L'intuizione non è un sentimento, non un istinto, non un pregiudizio o una preferenza. È imparziale, non viene a tutti, e quelli a cui viene di solito non lo menzionano. L'intuizione è insegnamento dal proprio Sé dall'interno.

La conoscenza del sé cosciente nel corpo arriva ad alcuni inaspettatamente, non come intuizione definita e non come coscienza, ma come fiducia e come aiuto generale nella realizzazione di un piano. Questo è il destino noetico dell'umano.

Secondo lo scopo per il quale si usa questa assistenza, si chiude o si apre come canale per ulteriori contatti con la Conoscenza di sé del conoscente. Se non avrà nessuno, se non lui stesso, beneficerà del contatto con tale aiuto, si chiuderà come canale e chiuderà l'aiuto. Se è disposto a condividere i vantaggi, si tiene aperto e può persino stabilire un contatto migliore. Più è disposto a condividere senza restrizioni, più riceve questa conoscenza, dalla quale la maggior parte delle persone si chiude a causa del proprio desiderio egoistico.

Man mano che diventa più evidente per lui che esiste una fonte interiore, sarà guidato da essa a pensarci, e quindi apre la strada alla fonte, che è attraverso l'esercizio e la disciplina del suo pensiero, fino a quando questo diventa un pensiero senza attaccamento, che non crea pensieri. Pertanto, alla fine uno che agisce può avere nel suo stato di veglia l'accesso al mondo noetico.

Un aspetto del destino noetico è la quantità di Luce dell'Intelligenza presente nell'atmosfera noetica e disponibile per l'umano. Un'Intelligenza presta al suo Sé Uno e Trino una certa quantità di Luce, in modo che il facente possa usarla per educare se stessa e per passare attraverso le esperienze necessarie per acquisire la conoscenza del sé consapevole nel corpo. A volte l'Intelligenza presta più Luce, a volte ritira la Luce, a seconda dell'uso che gli umani fanno della Luce prestata a lui. Quando l'uomo acquisisce la conoscenza del sé cosciente nel corpo, riceve più Luce. L'atmosfera noetica mostra da un disco quanta luce è stata ricevuta, quanto è emerso nella natura, quanto l'intelligenza si è ritirata, quanto rimane nell'atmosfera, cosa è stato fatto con la luce che è andata nella natura e dove natura che è la luce.

Il record nell'atmosfera noetica dell'umano è il destino noetico. La condizione dell'atmosfera noetica è il record. Si mostra nell'atmosfera mentale, nell'atmosfera psichica e nel corpo fisico.

Un altro aspetto del destino noetico è la qualità della Luce nell'atmosfera noetica. La Luce quando si trova nell'atmosfera noetica non è attaccata agli oggetti della natura ma è attaccabile o non attaccabile. La Luce attaccabile uscirà nella natura. La Luce che è inattaccabile è la Luce che è uscita molte volte e che alla fine è stata resa inattaccabile in modo che non possa mai più essere legata al desiderio e inviata alla natura. È la Luce che è stata liberata dall'azione del desiderio con giustizia e ragione, liberata dal desiderio dal desiderio. L'atmosfera mostra ciò che usa la Luce è stata messa nell'azione stessa e nella natura e come è stata resa inattaccabile. C'è nell'atmosfera noetica della piccola luce umana media che è stata resa inattaccabile. Ciò si manifesta nelle azioni degli uomini, che attraversano ripetutamente le stesse esperienze, senza apprendere nulla, senza cambiare la loro posizione di body body, senza il desiderio di liberarsi dalla natura, senza il desiderio di guardare nella Luce.

Il destino noetico è ricondizionato. Non è visibile come è il destino fisico, né si manifesta come è il destino mentale, ma ci sono fatti fisici che sono immediatamente e soprattutto altri collegati al destino noetico e ne sono quindi indicazioni.