La fondazione di parole

PENSIERO E DESTINO

Harold W. Percival

CAPITOLO XI

IL GRANDE MODO

Sezione 1

La "discesa" dell'uomo. Non c'è evoluzione senza, prima, involuzione. Il mistero dello sviluppo delle cellule germinali. Il futuro dell'umano. La grande via. Confraternite. Misteri antichi. Iniziazione. Alchimisti. Rosacroce.

IN OGNI età alcune persone trovano La Grande Via. Conquistano la morte rigenerando e ripristinando i loro corpi nel Regno della Permanenza. Ma questa è una faccenda individuale e privata di ciascuno di questi attori. Il mondo non lo sa; altri esseri umani non lo sanno. Il mondo non lo sa perché l'opinione pubblica e il peso del mondo sarebbero contrari ad esso, e frenerebbero coloro che scelgono di rigenerare i loro corpi e riportarli nel Regno della Permanenza.

Prima che un essere umano accetti persino l'idea di una "Via" per un "Regno di Permanenza", si sarà allontanato dal concetto di "ascesa dell'uomo" o "evoluzione"; cioè quell'uomo, con i suoi grandi doni, è asceso da un semplice granello di materia. Al contrario, si sarà convinto della "discesa" dell'uomo, da una proprietà superiore alla sua attuale condizione bassa in un corpo umano deperibile.

L'evoluzione è preceduta dall'involuzione. Non può esserci un'evoluzione se non c'è stata un'involuzione di ciò è essere evoluto.

Non è semplicemente irragionevole, non è scientifico supporre che qualsiasi forma di vita possa evolversi da una cellula germinale che non è stata coinvolta in quella cellula. Una quercia non può evolversi dal germe di un cavolo o di una felce, anche attraverso innumerevoli sviluppi da quei germi. Deve esserci l'involuzione di una quercia nella sua ghianda affinché possa esserci l'evoluzione da quella ghianda a una quercia.

Allo stesso modo ogni uomo o donna è disceso in questo mondo umano di cambiamento da un essere ancestrale senza sesso del Regno della Permanenza. La discesa è stata fatta per variazione, modifica, mutazione e divisione. L'evidenza di questa procedura è mostrata dalla spermatogenesi e dall'ovulazione, dello spermatozoo e dell'ovulo in gameti, cellule sposabili. Ogni cellula deve essere cambiata dal suo stato o condizione originale, ed essere modificata e divisa, fino a diventare una cellula sessuale distintamente maschile o femminile. Questi cambiamenti e divisioni rievocano le registrazioni biologiche della storia delle cellule, dal tempo del tipo ancestrale di assenza di sesso fino a quando non diventano cellule sessuali maschili o femminili.

Finora non è stata data alcuna spiegazione definita per spiegare questi misteriosi fatti, ma una comprensione del fatto che lo sviluppo dei sessi è la degenerazione e l'abbandono da un precedente stato di assenza di morte nel mondo umano inferiore di nascita e morte e di nuova esistenza, spiegherà i fatti e aprono la strada alla comprensione che ci sarà il ritorno dall'umano al precedente stato superiore. Ecco parte delle prove:

La scienza ha fornito prove che sia nella spermatogenesi che nell'ovulazione le cellule germinali devono dividersi due volte prima che lo spermatozoo possa entrare nell'ovulo e iniziare la generazione di un nuovo corpo maschile o femminile. Il motivo è che lo spermatozoo è inizialmente una cellula senza sesso. Con la sua prima divisione rimanda a se stesso ciò che è senza sesso e che si trasforma in una parte maschio-femmina; ma come tale non è ancora adatto a sposarsi. Con la sua seconda divisione butta via la sua parte femminile ed è quindi un gamete, una cellula sposabile, ed è pronto per la copulazione. Allo stesso modo, l'ovulo è inizialmente senza sesso; deve essere trasformato in una cellula sessuale prima che possa sposarsi. Dalla sua prima divisione si libera della sua parte senza sesso ed è quindi una cellula femmina-maschio, inadatta al matrimonio. Dalla sua seconda divisione la parte maschile viene scartata ed è quindi la cellula sessuale femminile pronta per il matrimonio.

Per ogni vita la storia della transizione da un corpo senza sesso ancestrale viene rievocata da ciascuna delle due cellule germinali. I cambiamenti che avvengono sono determinati dal pensiero inscritto nella forma del respiro o nell'anima vivente del corpo attraverso una lunga serie di vite di crocifissioni e resurrezioni, ogni vita essendo una crocifissione, seguita da un ritorno o risurrezione. La forma del respiro ha su di sé il tipo originale del corpo perfetto senza sesso, ma viene cambiato in maschio o femmina secondo il pensiero del sentimento e del desiderio.

Il sé cosciente nel corpo è sentimento e desiderio, che è simbolicamente inchiodato attraverso il corpo del sesso alla sua croce.

La sua croce è l'invisibile forma di respiro del corpo visibile. Il corpo è il materiale carnale della croce del corpo.

Il sentimento e il desiderio sono legati alla croce del corpo dai nervi, il desiderio è legato alla croce del corpo dal sangue.

Vista, udito, gusto e olfatto sono i quattro sensi che sono essi stessi una croce e che sono le unghie simboliche con cui il sé cosciente è inchiodato alla sua croce a forma di respiro.

Respirando, il sé del sentimento e del desiderio viene mantenuto sulla sua croce di forma del respiro per tutta la vita della sua croce di corpo.

Quando il sé del sentimento e del desiderio rinuncia al respiro, il corpo è morto. Quindi il sé lascia la croce del corpo.

Ma, come il sé cosciente, continua con la sua forma di respiro attraverso i suoi stati dopo la morte (Fig. VD).

Con la sua croce a forma di respiro, il sé assumerà un'altra croce-corpo di carne e sangue: —per prepararsi ad esso per la sua prossima vita sulla terra.

Il sé cosciente del sentimento e del desiderio assumerà di nuovo la croce del corpo di carne e sangue e sarà inchiodato agli oggetti della natura con la vista e l'udito, e con il gusto e l'olfatto.

Quindi il sentimento e il desiderio coscienti devono continuare le sue crocifissioni vita dopo vita in questo mondo di nascita e morte, fino a quando non rigenera il suo corpo di morte in un corpo eterno di vita. Quindi, come Figlio, ascende e si unisce al suo pensatore e conoscitore come il Padre, il Sé Trino completo nel Regno della Permanenza da cui originariamente discese.

Gli insegnamenti sui misteri e le iniziazioni non riguardavano la Grande Via.

Le informazioni su The Great Way non potevano essere rese note ai governanti e ai conquistatori e le persone che hanno costituito le civiltà sono state troppo selvagge e brutali. Le civiltà si sono basate sulla conquista attraverso l'omicidio.

Questa è la prima volta in qualsiasi periodo storico in cui, si dice, c'è libertà di parola; e che uno può scegliere di essere, di pensare e di fare ciò che pensa meglio, specialmente se è a beneficio degli altri. Ecco perché ora vengono fornite informazioni su The Great Way, per coloro che scelgono e vogliono.

Quando The Great Way viene reso noto a pochi, lo faranno conoscere al popolo. Quando sarà generalmente noto, quelli delle persone che sono stanchi del tapis roulant della vita umana, che vogliono qualcosa di più della gloria dei possedimenti, della fama, della sfilata e del potere, si rallegreranno della buona notizia della Grande Via. Quindi i pochi individui che hanno fatto il loro destino per La Via saranno liberi di dare le informazioni a coloro che desiderano e scelgono di essere sulla Via.

In passato, le crescite nei mondi interni non erano insolite; in effetti, quello era il normale corso del progresso. E a meno che questa civiltà non venga portata a termine dalla continua rapacità e indulgenza sessuale fuori stagione, in futuro diventeranno di nuovo frequenti. Quindi gli esseri umani non dovranno andare contro l'intera natura, perché i loro corpi fisici saranno sviluppati secondo le linee qui indicate. Inizieranno a ricostruire una colonna vertebrata di fronte (Fig. VI-D), contenente un cavo frontale o naturale. In questo cordone anteriore si fondono le corde destra e sinistra dell'attuale sistema nervoso involontario. Il cordone si dirama lateralmente e nel bacino, nell'addome e nel torace, sostituendo attualmente gli organi interni; le sue ramificazioni riempiono queste cavità di strutture nervose in qualche modo mentre il cervello cefalico ora riempie la cavità del cranio. Quindi alla fine ci saranno quattro cervelli: un cervello, ciascuno, nella pelvi per il corpo perfetto, nell'addome per il colpevole, nel torace per il pensatore e nella testa per il conoscitore. I corpi avranno forme in cui la materia diventerà cosciente a livelli superiori più facilmente di quanto non faccia attualmente.

Colui che agisce nel corpo è principalmente cosciente of sentimento e desiderio e, in misura minore, of pensando, ma non è cosciente as sentimento e desiderio, né as pensiero; ancora meno è cosciente as la sua identità. È consapevole di una differenza tra sentire e desiderare, ma non è consapevole di una differenza tra correttezza e ragione, in quanto due diversi aspetti del pensatore del Sé Trino. Né è consapevole delle sue tre menti di cui gli esseri umani usano principalmente la mente-corpo. Di coscienza, che deriva dall'egoismo che parla attraverso la giustezza, non è cosciente come proveniente dalla fonte superiore. Non è consapevole delle tre parti del suo Sé Trino e non è consapevole della Luce dell'Intelligenza. È consapevole della natura come riportato dai quattro sensi, ma non è cosciente as natura o anche of natura nella carne in cui dimora. Sente dolori o conforto in alcune parti del corpo, ma è consapevole di provare una sensazione e non cosciente as natura o as sensazione. Quando ci sono sensazioni, cioè elementali che giocano sui nervi in ​​cui è l'aspetto sentimentale di chi agisce, l'umano non è cosciente of or as gli elementali, o che sono elementali, o addirittura as sentirsi separato da questi elementali, ma è cosciente of la sensazione come sensazioni. Non si sa come distinguere se stesso come sentimento e sensazioni che prova, e quindi deve diventare consapevole of lui stesso as ciò che si sente, distinto dall'impressione della natura che si fa sul sentire. Per superare questi limiti l'essere umano deve prendere coscienza della sua forma di respiro, del modo in cui opera e delle azioni dei quattro sensi. Quando queste limitazioni vengono superate, la parte che agisce è consapevole come sentimento e desiderio, ma il sentimento e il desiderio vengono intensificati e raffinati. Accettano il sentimento e il desiderio in tutta l'umanità, nella natura nel corpo e attraverso quella nella natura all'esterno.

Nell'era attuale le fasi in cui gli esseri umani sono consapevoli sono così basse che è richiesta una formazione speciale. Loro stessi devono prepararsi; non possono convincere nessuno a insegnare loro o fare il lavoro per loro. Lo fanno imparando dalle loro esperienze, attraverso il pensiero.

Ma che dire degli insegnanti, delle iniziazioni, delle confraternite e delle logge di cui si sente così tanto parlare? Che dire di simboli segreti, linguaggio criptico e "The Way"? La risposta è che questi non riguardano la Grande Via qui citata, che viene trovata e percorsa dall'aiuto della Luce dell'Intelligenza. Si occupano del percorso leggendario, che al suo meglio è solo una parte correlata di ciò che è La Grande Via. Hanno a che fare con simboli e linguaggio che si riferiscono ai germi lunari, sebbene non con quel nome, e alle trasformazioni nel corpo fisico che provocano la conservazione di questi germi.

Ci sono confraternite composte da coloro che hanno il comando di molte delle forze della natura e che hanno conoscenza di molte cose che sono nascoste ai sensi della corsa degli esseri umani ed è ugualmente sconosciuta agli uomini dotti del mondo. In queste confraternite ci sono membri che hanno discepoli, portati fuori dal mondo di volta in volta. Non c'è modo in cui il pubblico o coloro che non sono attrezzati possano entrare in queste scuole. Quando lo sviluppo interiore di un essere umano mostra che è adatto a diventare discepolo di una di queste logge, viene chiamato ad esso. Deve rispettare determinate regole nella sua vita quotidiana, seguire un corso di studi, affrontare prove, tentazioni, pericoli, iniziazioni e cerimonie. Queste logge esistono allo scopo di sviluppare l'essere umano in adorazione di una divinità.

Ci sono altri gruppi di iniziati che non sono così numerosi oggi come lo erano in passato quando fiorivano con gli antichi Misteri. L'oggetto di tutti questi misteri - eleusiniano, bacchico, mitraico, orfico, egiziano e druidico - era il culto della natura; i loro dei erano dei della natura. Nei riti di queste istituzioni religiose c'era spesso qualcosa che dava, se uno si prendeva cura di riceverlo, informazioni sulla natura e sui poteri di chi agisce nell'essere umano. Quindi l'insegnamento della Sala delle Due Verità era una rappresentazione equa del Giudizio che attende l'umano dopo la morte, quando è nudo, non vestito con la forma del respiro, nella Luce della sua Intelligenza. Nei Misteri Druidici il primo raggio all'alba che entrava nel cerchio di pietre all'equinozio di primavera, rimase da un passato sconosciuto come simbolo dell'afflusso della Luce dell'Intelligenza per incontrare il germe solare al suo ingresso nella testa, indicato dal cerchi di pietre che erano simboli del cranio e del cervello. I druidi interpretarono questo simbolo, ovviamente, come riferito al risveglio della natura o all'atto procreativo, e di conseguenza il cerchio di pietre esterno era il bacino e l'utero interno.

Generalmente, nei Misteri, sacrificare gli animali era una rappresentazione degenerata di un discepolo che sacrificava le proprie passioni, che simboleggiava il toro o la capra; i sacrifici umani erano una degenerata falsa rappresentazione della rinuncia alla propria vita sessuale umana per una vita rigenerata. Ma questi significati interiori di ciò che divennero esibizioni brutali, rumorose e sensuali, andarono persi.

I misteri, cioè quelli che erano segreti, furono adattati alle stagioni dell'anno. Il significato aveva a che fare con la vita di chi agisce in natura. Divinità e divinità personificavano la natura. La venuta della parte del colpevole nella vita fisica, la sua discesa nel corpo, i pericoli e le seduzioni incontrate durante la vita, e la morte e lo stato del colpevole dopo la morte, furono drammaticamente presentati.

Vi furono anche iniziazioni che il neofita doveva passare. Privazioni e sofferenze, pericoli, incontri e ostacoli dovevano essere superati prima che potesse essere iniziato e unirsi ai purificati. Dopo aver ottenuto la più alta iniziazione, scoprì che gli anni che gli erano occorsi per qualificarsi erano pieni di insegnamenti simbolici su ciò che sarebbe stato dopo la morte, in modo che quando la morte era effettivamente arrivata e doveva passare attraverso la morte, aveva stato così addestrato in questi misteri che sapeva cosa fare. Quello era l'oggetto interiore dei misteri e ovviamente non era stato detto al mondo, né è stato scoperto da tutti coloro che vi hanno preso parte. Solo le persone superiori potevano attraversarle. Un vero discepolo, in qualsiasi epoca, potrebbe ottenere attraverso queste forme una visione del percorso reale al di là di esse. L'addestramento che ricevette fu una preparazione per adattarlo alla vita di The Great Way.

Tra le confraternite di una data successiva, alchimisti e rosacroce hanno acquisito notorietà. Lo sfavore in cui sono talvolta trattenuti è dovuto a impostori e ciarlatani che fingevano di appartenere ai veri ordini.

Gli alchimisti, mentre studiavano o sembravano studiare leggi di natura esterna, si preoccupavano di trasmutare e perfezionare i metalli più bassi del corpo fisico, che doveva diventare un raffinato corpo astrale e da loro chiamato un corpo "spirituale". I loro termini fantasiosi possono essere interpretati come riferiti a processi alchemici nel corpo di carne mediante i quali la sua quadruplice materia è stata raffinata e trasmutata. La pietra filosofale, il leone rosso e l'aquila bianca, la tintura bianca e il rosso, la polvere bianca e la polvere rossa, il sole e la luna, i sette pianeti, il sale, lo zolfo e il mercurio, l'elisir e molti termini strani collocati insieme in un gergo incomprensibile, nascondono significati definiti. Quando erano arrivati ​​a un certo punto, dove potevano attraverso i propri corpi comandare alcune delle forze della natura, potevano trasformare il piombo e altri metalli di base in oro. Ma poiché non avevano alcun desiderio o uso per i possedimenti, la creazione dell'oro non era un oggetto. I passi alchemici che portano alla produzione dell'oro erano processi nei loro stessi corpi e costituivano e vitalizzavano gli organi in modo tale da contenere l'elisir della vita. L'elisir era l'essenza conservata del flusso procreativo nel sistema generativo. Quando gli organi erano in grado di trattenere l'elisir, il germe lunare poteva estrarre la luce dal contenuto degli organi. Quando abbastanza era stato raccolto dal germe lunare, si scoprì che il germe solare era la Pietra filosofale.

I Rosacroce erano molto simili agli Alchimisti. Erano un corpo di uomini che cercavano di crescere in una vita interiore mentre vivevano nella maschera delle loro stazioni mondane. Nel Medioevo lasciarono che l'esistenza del loro ordine fosse conosciuta con il nome di Brothers of the Rosy Cross o Rosicrucians, a beneficio di chiunque si trovasse in disaccordo con la Chiesa e desiderasse condurre una vita interiore. Le loro pubblicazioni sono apparse con simboli e un linguaggio strano. È improbabile che quelli conosciuti al mondo siano stati veri fratelli, anche se alcuni di loro potrebbero essere stati discepoli. Chiunque abbia sentito parlare dei loro insegnamenti, ha cercato di vivere una vita interiore, è stato scoperto da loro con il suo sforzo serio. Fu chiamato e, se avesse potuto seguire il loro corso, sarebbe diventato un Fratello della Croce Rosea. La Rosa Rossa è il nuovo cuore che viene aperto dalla Luce dell'intelligenza nel pensiero, e la Croce d'oro è il nuovo corpo astrale che è stato sviluppato all'interno del solido corpo fisico. Il cuore ordinario è come una rosa con petali chiusi. Quando si apre alla Luce e sente i bisogni del mondo, è simboleggiato dalla rosa con petali aperti. Era per loro una cosa "spirituale", così come il nuovo corpo, sebbene in realtà la rosa aperta fosse uno stadio, vale a dire, uno stadio mentale di grado psichico, e il nuovo corpo era il corpo astrale che quando sviluppato aveva un lustro. Questo corpo d'oro doveva essere trasmutato fuori dal corpo ordinario, che è come il piombo. Passò dal piombo al mercurio, all'argento e poi all'oro. Il cuore era chiamato una rosa vivente su una croce d'oro. Dovevano fare un lavoro alchemico per trasmutare il corpo di piombo nel corpo d'oro. Le fornaci, i crogioli, le storte e gli alambicchi erano organi del corpo. Le polveri erano i fermenti nel corpo, che nelle fasi critiche causavano, come i catalizzatori, un passaggio da un elemento alchemico o stadio in un altro. Con la pietra e l'elisir hanno cambiato in questi organi i metalli del corpo dal piombo all'oro.