La fondazione di parole

PENSIERO E DESTINO

Harold W. Percival

CAPITOLO XIII

IL CERCHIO O ZODIACO

Sezione 2

Cosa simboleggiano lo zodiaco e i suoi dodici punti.

Il cerchio rappresenta un tutto, un'unità. Rappresenta tutto ciò che esiste, lo spazio, il tempo, gli esseri, gli eventi e tutto questo come uno, nel suo insieme, inseparabile. Nessuna parte di questo insieme può essere eliminata, più di quanto una parte di un cerchio. Questo insieme ha dodici aspetti, dietro i quali si trovano quelli che qui sono chiamati dodici punti astratti, che quando simbolizzati mostrano relazioni e progressione all'interno del tutto. E tutti sono legati alla Coscienza.

La coscienza non è un essere, o una cosa o uno stato (Fig. VII-A). Tutti gli esseri, le cose e gli stati che esistono, esistono a causa della presenza della Coscienza in essi. Non è spazio, tempo, materia, forza o Dio. È indipendente da tutto ciò, ma loro e tutto il resto dipendono dalla Coscienza. Non può essere modificato, qualificato, interessato, diviso, distrutto, migliorato, pesato o misurato. Non ci sono gradi di coscienza. Non ha attributi, proprietà, qualità, stati. Non ha limiti, né inizio, né fine. È presente ovunque e in tutto. Per sua presenza, tutto è cosciente e tutto cambia dal grado in cui l'essere o la cosa è cosciente al livello superiore successivo nell'essere cosciente. La coscienza non è mai manifestata.

Toro o Movimento simboleggia il punto senza nome che è una presenza, e la cui presenza rende possibili tutte le deviazioni dalla super-natura, e l'attività e il movimento nella natura. La presenza del movimento è la causa del movimento nella materia; non muove le cose direttamente perché non è materia, ma è dentro o dietro la materia e la sua presenza provoca l'impulso o la spinta nella natura.

Gemelli o Sostanza simboleggia il punto senza nome che è una presenza e dalla presenza di quale Sostanza è come è e ha la potenzialità di diventare materia. La sostanza è spazio, omogeneo, lo stesso dappertutto. Non ha dimensioni, nessuna estensione, nessuna spinta, nessuna trazione. Eppure sostiene, contiene, è dentro e attraverso tutta la materia come l'oceano dentro e attraverso una spugna; in essa tutta la materia appare e svanisce, come una nuvola fa nell'aria. È un punto, un vuoto, niente, per percezione umana. Ne deriva tutta la materia. Ha un potenziale attributo e questa è la dualità. Attraverso quella potenzialità si manifesta e quindi si presenta come materia. Questa materia diventa parte degli stati manifestati e non manifestati dell'Universo.

Cancro o respiro simboleggia il punto senza nome che è una presenza e dalla presenza della quale la sostanza diventa le unità di fuoco e l'elemento fuoco nel suo insieme, e il non manifestato può manifestarsi. Il respiro o il fuoco è attività come l'inizio e la fine di tutta la materia. È la pervasività e la permanenza dell'Universo o del macrocosmo. È lo stadio in cui la materia che esce dalla Sostanza appare per la prima volta come una manifestazione. Con essa la super-natura cessa e si manifesta la Sostanza man mano che la natura viene o continua, e la natura si manifesta come unità di fuoco, come unità primordiali indivisibili e attraverso e oltre la natura come unità sviluppate alla massima completezza. L'idea di unità è con il respiro; poiché tutte le unità iniziano come fuoco e, come unità, finiscono come fuoco. Ogni essere nell'Universo manifestato nasce e nasce dal Respiro, viene mantenuto dal Respiro e rimane nel Respiro.

Leone o Vita simboleggia il punto senza nome che è una presenza e quale presenza è dietro le unità di aria e l'elemento aria nel suo insieme. Dalla sua presenza l'attività si trasforma in crescita, in tutta la natura. La vita o l'aria è il principio di combinazione e crescita. La sua presenza fa sì che il lato attivo della materia si ecciti e cambi il lato passivo e si combini e cresca. Ma conserva tuttavia la pervasività e la permanenza del respiro che contiene tutto e pervasivo. Da Life, il corriere di Breath, viene mantenuta tutta la vita e l'attività.

La Vergine o la Forma simboleggia il punto senza nome che è una presenza e che è dietro le unità di acqua e l'elemento acqua nel suo insieme. Per sua presenza le unità di acqua funzionano come forma. La forma è il principio in base al quale le attività di massa e di vita si svolgono entro limiti definiti. La Vergine o la Forma limita la combinazione e limita la crescita. La Vergine o la Forma è la portatrice della vita, la controlla, la tiene e la circoscrive. Fa sì che il lato passivo della materia si limiti, preservi e trattieni il lato attivo.

Bilancia o sesso simboleggia una presenza, la presenza dietro le unità della terra e l'elemento terra nel suo insieme. Il sesso non è i sessi. Il sesso non è la mascolinità e la femminilità che si manifestano nella materia in modo che i lati attivo e passivo della materia siano diversi. Il sesso è equilibrio, uguaglianza, indiviso e indivisibile, mentre la virilità e la femminilità sono l'una nell'altra. Il sesso è l'equilibrio e l'equilibrio. Il sesso è l'aia, il risultato della terra, che stimola il respiro della forma del respiro, in modo che la forma della forma del respiro venga rivitalizzata; e la forma della forma del respiro si riveste nella materia fisica e riappare come un corpo maschile o come un corpo femminile. Il sesso come aia è il mezzo con cui i sessi sono separati, uniti, adattati ed equilibrati. Per la presenza del punto senza nome simbolizzato dalla Bilancia o dal Sesso, le unità di un corpo umano che ora funzionano come attive o passive possono avere ciascuna il suo lato attivo e il suo lato passivo resi uguali tra loro, in modo che un corpo umano composto da tale le unità non saranno un corpo maschile o un corpo femminile. I sessi in tali corpi saranno quindi scomparsi, saranno stati trasformati in corpi di perfetto equilibrio ed equilibrio, corpi in cui il cambiamento ha dato luogo alla permanenza come corpi fisici immortali. Un uomo che agisce in un simile corpo, mentre svolge il proprio lavoro, forma ciascuna delle unità naturali ad essa collegate per funzionare come un perfetto equilibrio. La Bilancia segna il limite della natura, cioè il limite della progressione della materia in natura. La materia non può progredire ulteriormente in natura. Le leggi applicabili alla materia-natura non si applicano alla materia che ha superato il punto di equilibrio della Bilancia, e che quindi è diventata materia intelligente.

Lo Scorpione o il Desiderio simboleggia il punto senza nome che è una presenza e quale presenza è dietro il desiderio di ogni uomo e di ogni Intelligenza. Con la sua presenza ogni porzione di incarnato, come vuole, si rende schiava del suo corpo di natura e rimane ignara della sua schiavitù; oppure può prendere coscienza della sua schiavitù e desiderare la libertà, ma lasciare comunque che la natura la regoli attraverso altri suoi desideri; oppure, può decidere di impegnarsi effettivamente nel lavoro per la libertà; e può continuare nel lavoro fino a quando non è consapevole di se stesso come sentimento e come desiderio e raggiunge l'unione del suo sentimento e desiderio.

Sagittario o Pensiero simboleggia il punto senza nome che è una presenza. Per sua presenza, la legge e la giustizia sono mantenute tra tutti i Sé Triune e tra tutte le Intelligenze. Per la sua presenza, ogni aspetto di ogni azione ha la Luce a cui ha diritto dal suo pensiero. Per la sua ragione di presenza amministra senza ostacoli la sua porzione di incarnato incarnata da ciò che quell'umano ha fatto il suo destino e aiuta a determinare il destino di altre porzioni di incarnatore incarnato a cui è correlata la sua stessa porzione di incarnatore incarnato. La sua presenza fa sì che la materia delle sfere si mescoli e si combini con la materia dei mondi e fa sì che questa materia venga sollevata, abbassata, accelerata, ritardata, limitata ed estesa. Tutto ciò viene fatto secondo le capacità dell'uno, come un essere umano, un Sé trino o un'Intelligenza, che gestisce la materia pensando.

Capricorno o Conoscenza di Sé simboleggia il punto senza nome che è una presenza e quale presenza è dietro l'identità e la conoscenza di tutti i Sé Triuni e di tutte le Intelligenze. La sua presenza imposta la sfera della terra come limite della conoscenza della natura a cui Triune Selves può andare e imposta la sfera di fuoco come limite della natura, a cui le Intelligenze possono andare. La sua presenza è il legame o la relazione tra il lato intelligente e il lato super-intelligente dell'Universo. Per la sua presenza, la conoscenza di ogni Sé Triune è comune a tutti gli Sé Triune e la conoscenza di ogni Intelligenza è comune a tutte le Intelligenze. L'intelligenza è ciò che dà indivisibilità, permanenza, carattere distintivo, identità, responsabilità e completezza alla materia. La materia che ha queste qualità ha raggiunto lo stadio della perfezione come materia intelligente. Tale materia è pronta per diventare Coscienza Conscia.

Acquario o Sameness cosciente simboleggia il punto senza nome che è una presenza. L'identità cosciente non è mai manifestata. Come la sostanza, è omogenea; ma Sameness è cosciente dappertutto, cosa che la Sostanza non lo è. È l'unità attraverso la dualità, la diversità e la separazione. Per la presenza del punto senza nome che simboleggia, la Sameness è l'unità onnicomprensiva nel suo insieme attraverso le unità della natura, dei Sé Triune e delle Intelligenze. Per sua presenza, le Intelligenze, che vanno oltre il più alto sviluppo come unità, cessano di essere unità separate senza perdere la loro identità di individui. Con la sua presenza, le Intelligenze possono farlo estendendo la loro unicità e separazione in e come unità nella totalità della Coscienza Conscia.

Pesci o volontà astratta è pura intelligenza e simboleggia il punto senza nome che è una presenza. Per sua presenza, la Consapevolezza Sameness diventa Volontà Astratta o Intelligenza Pura, che è non manifestata, distaccata e inattaccabile, e quindi libera. È vicino all'ultimo passo del piano: attraverso il quale la super-natura diventa natura, come unità della natura; con cui le unità della natura diventano unità aia; con il quale le unità aia diventano unità del Sé Trino; con il quale queste unità diventano unità di intelligenza; con cui le unità di Intelligenza diventano Consapevolezza Conscia; mediante la quale l'identità cosciente diventa pura intelligenza; e, mediante la quale la Pura Intelligenza diventa Coscienza, quando vuole essere Coscienza. La volontà come pura intelligenza non è potere, ma è la fonte del potere, secondo le capacità e le capacità dei Sé Trino e dell'Intelligenza di usare il loro potere.

Ariete o Coscienza simboleggia il punto senza nome che è una presenza e che rappresenta la Coscienza. Il punto senza nome come presenza non è Coscienza ma rappresenta Coscienza. Dalla sua presenza vengono fatti tutti gli inizi e tutte le estremità, se il passaggio attraverso gli stati nell'ordine della progressione può essere chiamato inizio e fine. Per sua presenza, super-natura e super-intelligenza sono unite e completate. Per la sua presenza come passaggio, nell'ultimo passo del divenire, la Pura Intelligenza diventa Coscienza quando vuole essere Coscienza.

Si realizza così lo scopo dell'Universo: che tutto continua a progredire nell'essere cosciente in gradi sempre più elevati; e che questo scopo viene raggiunto, passo dopo passo o fase per fase, secondo il piano: le presenze dei Dodici Punti Senza Nome. I dodici possono essere chiamati passi, cause, gradi, stati, stadi o in altri termini, ma sono le presenze nella scala circolare dalla super-natura all'unità della natura, all'unità aia, all'unità del Sé Trino, a l'unità di Intelligenza, per la Sameness di tutti, per l'Intelligence di tutti, per la presenza che rappresenta la Coscienza, e infine per l'unica e ultima realtà: —CONSCIOUSNESS.

Questa figura del cerchio con i dodici punti è di per sé senza nome e non è trattata a lungo, ma i nomi dati per simboleggiare i dodici punti senza nome indicano qualcosa del significato che hanno per gli esseri umani sul piano fisico. Il motivo è che ognuna delle dodici parti dell'autore di un Sé trinitario corrisponde a uno dei dodici punti senza nome nel Cerchio senza nome. Pertanto è possibile che una parte di un uomo in un essere umano diventi consapevole della Coscienza e di tutto ciò che c'è dentro e oltre l'Universo.

Nel Cerchio dei Dodici Punti Senza Nome un diametro orizzontale dividerebbe il cerchio astratto in una parte superiore e una inferiore. Nella parte inferiore ci sono i punti che, se avessero avuto un nome, sarebbero il cancro, il leone, la vergine, la bilancia, lo scorpione, il sagittario e il capricorno.

L'origine della sostanza, che simboleggia uno dei punti senza nome sul cerchio astratto, non può essere spiegata. Il pensiero può portare uno alla Sostanza, ma non oltre.

I problemi di sostanza come materia, cioè, si manifestano quando il Toro, il Movimento e il cancro, il Respiro, la influenzano. La Coscienza non agisce, ma per la presenza di Coscienza, il Toro e il Cancro agiscono sulla Sostanza. Poi c'è un problema da Sostanza, a cancro; questo problema diventa unità della sfera di fuoco; il loro numero equivale al numero di unità della natura che diventano unità intelligenti e delle unità di Intelligenza che diventano Unità di coscienza. In tal modo viene mantenuto il numero di unità costante, l'Unità, nell'Universo manifestato. Questo universo è la sfera di fuoco ed è simboleggiato dalla prima figura zodiacale (Fig. VII-B). Questo è un cerchio con i dodici punti segnati dai segni dello zodiaco. Questo cerchio è così disegnato nella metà inferiore del cerchio astratto, che il suo punto ariete è al centro del cerchio astratto e il suo punto bilancia coincide con il punto bilancia del cerchio astratto. Questo cerchio è esso stesso simboleggiato dal punto cancro. Una linea orizzontale tracciata in questo cerchio dal cancro al capricorno divide il cerchio in una parte non manifestata in cui sono capricorno, acquario, pesci, ariete, toro, gemelli e cancro, e una parte manifestata in cui sono cancro, leone, vergine, bilancia, scorpione, sagittario e capricorno. Il cancro e il capricorno sono collegati sia al non manifestato che al manifestato, perché sono le porte sulla linea di divisione, dove inizia la materia e dove finisce la materia. Quando un'unità di materia attraversa la porta del Capricorno e non si manifesta nell'acquario, un equivalente di Sostanza, gemelli, supera la porta del cancro e si manifesta come materia; compensazione, qualcosa per qualcosa. Un'azione corrispondente ha luogo in tutte le sfere, i mondi, i piani e gli esseri fino alla cella più bassa.

Nella metà inferiore di questo zodiaco del cancro è simboleggiato lo zodiaco della sfera d'aria, che è esso stesso un cerchio con i dodici punti ed è simboleggiato dal punto leo. Lo zodiaco leo, che è la seconda figura zodiacale, ha il suo punto ariete al centro dello zodiaco della sfera di fuoco e il suo punto di Bilancia coincide con il punto di Bilancia dello zodiaco della sfera di fuoco. Nella metà inferiore del leone lo zodiaco è il terzo zodiaco, o sfera d'acqua. È simboleggiato dalla Vergine e ha il suo punto ariete al centro dello zodiaco della sfera aerea e il suo punto di Bilancia coincide con il punto di Bilancia dello zodiaco della sfera aerea. Infine, nella metà inferiore del terzo o dello zodiaco vergine è un quarto cerchio, lo zodiaco della sfera terrestre simboleggiato dalla bilancia, con il suo punto ariete al centro del terzo o zodiaco vergine e il suo punto bilancia che coincide con il punto bilancia di il terzo zodiaco e il secondo e il primo zodiaco.

La sfera della terra o della bilancia è l'universo di Triune Selves. La più alta concezione di Dio come l'intelligenza suprema, onnipresente, onnisciente e onnipotente, si riferisce a lui come l'intelligenza suprema della sfera terrestre. Le parti di coloro che agiscono nei corpi umani non vanno nella vita o dopo la morte oltre il mondo fisico umano. Chi agisce in corpi perfetti è limitato ai mondi nella sfera terrestre. Solo quando diventano un trionfo di intelligenze possono entrare nelle altre tre sfere di vergine, leone e cancro.

La sfera della terra, simboleggiata dalla Bilancia o dal quarto zodiaco, ha quattro mondi, la luce, la vita, la forma e i mondi fisici. Questi mondi sono simboleggiati da altre quattro figure zodiacali all'interno dello zodiaco Bilancia che rappresenta la sfera della terra, disposte in modo tale che il punto di Ariete del mondo di luce sia al centro della sfera di Terra, il punto di Ariete della vita il mondo è al centro del mondo della luce, il punto ariete del mondo della forma è al centro del mondo della vita e il punto ariete del mondo fisico è al centro del mondo della forma, e i punti della bilancia di tutti questi mondi coincidono con i punti della bilancia degli zodiaci delle sfere. Tutte e otto le figure zodiacali sono divise in una parte non manifestata e una manifestata, da una linea tracciata dal cancro al capricorno di ciascuna. Il lato manifestato del mondo fisico è diviso da piani, che sono linee che vanno dal cancro al capricorno, il piano della luce; da Leo a Sagittary, il piano di vita; e dalla Vergine allo Scorpione, il piano della forma, essendo la Bilancia il piano fisico di tutti gli zodiaci.

In ciascuno dei quattro mondi di cancro, Leo, Vergine e Bilancia, della sfera terrestre, ci sono quattro piani di materia, e su ogni piano ci sono stati di materia. Ciò vale per il mondo fisico permanente o il regno della permanenza e anche per il mondo umano del cambiamento (Fig. VB, a). Va ricordato che questo libro tratta dell'umano e che, quando si parla del mondo fisico, si intende il mondo umano temporale, e non il mondo fisico permanente o il Reame di Permanenza, a meno che non sia indicato. I corpi, i possedimenti e gli interessi dell'essere umano si trovano nelle quattro suddivisioni dello stato solido o bilancia della materia sul piano bilancia del mondo bilancia. Gli esseri umani non vanno oltre il quarto o ultimo stato della materia su quell'aereo, cioè gli stati geo-geogeno, fluo-geogeno, aero-geogeno e pirogenoogeno.

Ogni sfera, mondo, piano e stato della materia sono quattro fasi rimosse da quella sopra di essa. La sfera dell'aria è quindi a quattro stadi dalla sfera di fuoco; la sfera dell'acqua è a quattro stadi dalla sfera dell'aria e la sfera della terra è a quattro stadi dalla sfera dell'acqua. È così con i mondi, i piani, gli stati della materia e i loro sottostati. Il mondo in cui vivono gli esseri umani, che è costituito dai sottostati solido-solido, fluido-solido, arioso-solido e radiante-solido della materia, è costituito dalla materia, i cui sottostati distano tutti e quattro i livelli da ciascuno altro. Quindi il sottostato solido-solido è separato da quattro stadi non manifestati dal fluido-solido, e quello da quattro stadi non manifestati simili dal solido arioso, e quello da quattro stadi non manifestati dal solido radiante e quello da quattro stadi non manifestati da lo stato fluido.

I quattro stadi sono, in ogni caso, dalle sfere, dai mondi, dai piani alle suddivisioni più basse dello stato solido sul piano fisico, la parte non manifestata o il lato di ciò che diventa la parte manifestata della sfera, del mondo, del piano, stato e stato secondario. I quattro stadi sono sempre, come mostrato dal simbolo zodiacale, gli stadi rappresentati dai segni Ariete, Taurus-Pesci, Gemini-Acquario e Cancro-Capricorno. Le quattro fasi non manifestate sono presenti durante le fasi manifestate.

Il cerchio che simboleggia la sfera della Bilancia o della Terra è diviso in due parti da una linea dall'Ariete alla Bilancia. Dal lato del cancro c'è la materia che è semplicemente cosciente, chiamata materia naturale; dal lato capricorno è la materia che è consapevole di essere cosciente e si chiama materia intelligente. Il corpo umano è dalla parte della natura di questa linea di demarcazione, dove la materia natura incontra la materia intelligente. Il corpo umano è il terreno comune per entrambi. La materia-natura è per mezzo del fuoco, del cancro, in ciascuno dei mondi che continuano a circolare attraverso i mondi, e il corpo umano è il punto bilancia per tutta la materia che circola. I gradi della materia naturale al di fuori di un corpo umano sono unità di cancro, leo, vergine e bilancia, qui chiamate unità di fuoco, aria, acqua e terra del piano fisico e all'interno di un corpo umano, cancro, leo, vergine e bilancia unità, qui chiamate respiro, vita, forma e unità cellulari.

Quando un'unità di materia-natura diventa un'unità di materia intelligente, è ancora un'unità di materia, ma le leggi della materia-natura non sono più applicabili ad essa. È un Sé trino nel regno della permanenza. Ma il creatore di un Sé Trino nel mondo del cambiamento, vive periodicamente nei corpi umani. L'essere umano ha i suoi quattro sensi, il senso della vista, il cancro; di udire, Leo; di degustazione, vergine; e di odore, bilancia. Le tre parti del Sé Triune sono, il colpevole, lo scorpione; il pensatore, sagittario; e il conoscitore, il capricorno. L'aia, rappresentata dalla forma del respiro, è la linea di demarcazione tra Ariete e Bilancia del corpo fisico, che divide le parti del Sé Trino dai sensi, ed è la Bilancia del Sé Trino.

In questo modo il cerchio, che è in ogni cosa dal più grande al più piccolo, rivela la sua natura. Colui che fa, il pensatore e il conoscente, sono mostrati nella loro vera relazione dalla figura zodiacale. Il Superiore del Sé Trino è la sua Intelligenza, all'interno della sfera in cui è sempre il Sé Trino. Lo zodiaco mostra che l'intelligenza è di tre sfere (Fig. VC), proprio come il Sé Triune è di tre mondi. Lo zodiaco mostra inoltre la relazione tra i tre Ordini di Intelligenza, i Desirer, i Pensatori e i Conoscitori. Le divinità della natura che le porzioni degli incarnati adorano sono ugualmente mostrate nella loro vera relazione come entità di fuoco, aria, acqua e terra o cancro, leo, vergine e bilancia, chiamate con nomi diversi, secondo il linguaggio dei fedeli.

Lo zodiaco rivela che ogni sfera, mondo, piano ed essere ha una parte non manifestata e una manifestata. Il non manifestato è ciò in cui sono le cose che possono manifestarsi o che possono manifestare. C'è quello del non manifestato che non si manifesta, ma è sempre dentro e attraverso e rimane non manifestato. Il manifestato è ciò che è uscito dal non manifestato. Quello del non manifestato che è nel manifestato è quello per cui il manifestato può cambiare da ciò che è in ciò che deve diventare. Il non manifestato è ciò per cui il manifestato può diventare nuovamente non manifestato. Non fa nulla con il manifestato, ma poiché è dentro e attraverso di esso il manifestato lavora con se stesso e cambia. Il non manifestato contiene potenze che diventano effettive quando il manifestato libera e le rende tali. Il manifestato si manifesta in due modi, uno attivo come spirito o forza e uno passivo come materia; e a causa dell'essere non manifestato dentro e attraverso di loro si può dire che agiscono e reagiscono l'uno sull'altro, e che i cambiamenti sono causati dall'attivo e dal passivo. Così il manifestato progredisce fino a quando non diventa di nuovo il non manifestato, ma cosciente in misura maggiore rispetto a quando ha smesso di essere non manifestato. Pesci, Ariete e Toro non si manifestano. Questo è vero per tutti gli zodiaci. I Gemelli si manifestano in parte attraverso il cancro; e l'acquario è il mezzo con cui ciò che è passato attraverso la manifestazione progredisce nel non manifestato.