La fondazione di parole

MASSONERIA EI SUOI ​​SIMBOLI

Harold W. Percival

SEZIONE 2

Significato dei preliminari. Un uomo libero. Raccomandazione. Preparativi nel cuore e per l'iniziazione. Il disinvestimento. Il cappuccetto. Il quadruplo cavo. Il candidato è il sé cosciente nel corpo. Viaggi. Lo strumento affilato. Istruzioni. L'impegno. Le tre grandi luci e le luci minori. Ciò che il candidato apprende su questi simboli. Segni, prese e parole. Il simbolo della pelle di agnello. La scena della povertà. Il muratore come un uomo retto. I suoi strumenti di lavoro. Dichiarazione dell'apprendista. I segni e i loro significati. La parola. Le quattro virtù I sei gioielli. Il piano terra del tempio di re Salomone. Scopo dei simboli e delle cerimonie.

Prima che uno possa diventare un massone deve essere un uomo libero. Uno schiavo non può essere un massone. In senso lato, non deve essere schiavo della lussuria e dell'avarizia. Deve essere sufficientemente libero da scegliere il proprio libero arbitrio e il proprio accordo, cioè non essere vincolato dalla base desideri o cieco al fatti della vita. Per diventare un massone il candidato deve essere raccomandato come carattere. Deve essere in qualche misura un ricercatore dei misteri della vita. Lui deve desiderio più luce ed essere alla ricerca di essa.

La prima preparazione deve essere fatta nel suo cuore. Si nomina un muratore e si prepara con un cuore sincero e pulito. Quando un muratore incontra un uomo simile, lo farà, credendo che l'altro sarà un buon membro, porterà la conversazione su argomenti che porteranno il candidato ad esprimere il suo desiderio cercare l'ammissione in un lodge. Dopo che la domanda è stata presentata, esaminata e raccomandata, il candidato sarà preparato per l'ammissione. Dopo che è stato ammesso, c'è un'ulteriore preparazione per l'iniziazione nell'anticamera della loggia.

È lì spogliato dei suoi vestiti. Quella cerimonia rappresenta la rimozione delle cose che lo tengono al mondo esterno, come possedimenti e indicazioni di posizione e grado. Significa che è separato dal passato, in modo che possa entrare in un nuovo corso. Quando viene spogliato, sembrerà che sia un uomo, non una donna. Una bacchetta magica o un cieco viene messo sugli occhi, in modo che si senta nell'oscurità, senza luce, e non riesca a trovare la sua strada. Quindi la cosa che più ha desideri è leggero.

Una corda, un cavo di rimorchio - dovrebbe essere una corda di quattro fili - viene messa attorno a lui. Simboleggia il legame con il quale tutti gli apprendisti, gli artigiani e i massoni sono stati introdotti, iniziati, passati e sollevati alla luce della massoneria. Il cavo di rimorchio rappresenta il cordone ombelicale con cui tutti i corpi sono preparati per la nascita. Rappresenta i sensi della vista, dell'udito, del gusto e dell'olfatto con cui il candidato (il sé cosciente nel corpo) è trattenuto dopo la nascita, che lo lega alla natura e lo conduce nelle tenebre. Sta per massoneria che lo porta fuori dal mondo fisico delle tenebre nella Luce. Il cavo di rimorchio rappresenta la cravatta che si lega, in una fratellanza di qualsiasi tipo. Il cavo di traino è anche la linea sul respiro-form che si lega alla Massoneria, a destino, per rinascere e riapparire.

Comincia il suo lavoro e viaggia nudo, nell'oscurità, legato all'umanità e ai suoi comuni fallimenti. Sente il tocco di uno strumento affilato; la sua carne è pungente per ricordargli la tortura a cui può essere sottoposto e che deve comunque perseverare nel lavoro a cui si dedicherà. È istruito nella condotta della vita, sempre con il suo lavoro come fine in vista. Invita Dio, il suo Sé Trino, a testimoniare il suo obbligo e si impegna a preservarsi inviolato all'opera. Per continuare il suo lavoro ha bisogno di più luce e dichiara quello che più gli piace desideri è leggero. Il simbolico cappuccio o cieco viene rimosso e viene portato alla luce. Alla nascita nel mondo il cordone viene reciso. Allo stesso modo quando l'Apprendista viene portato alla luce, che è la nuova cravatta, viene rimosso il cavo di traino. Quindi gli viene detto che la Bibbia, la piazza e la bussola, a cui ha preso il suo obbligo e a cui si è dedicato, rappresentano le tre grandi Luci. Le tre candele accese, gli viene detto, rappresentano le tre luci minori: il sole, la luna e il Maestro della Loggia.

Se l'Apprendista mantiene i suoi obblighi e fa il lavoro, con questi simboli, mentre avanza, impara che riceve la Parola di Dio, la Luce delle luci, attraverso il suo Conoscitore. Impara che mentre la bussola descrive una linea ugualmente distante dal punto attorno al quale è disegnata, così la mente, secondo la sua luce, mantiene le passioni e desideri in limiti che sono misurati dalla ragione e che sono di uguale distanza dalla giustezza, il centro. Impara che quando il quadrato viene utilizzato per disegnare e dimostrare tutte le linee rette, per creare due linee ad angolo retto l'una con l'altra e per unire gli orizzontali con le perpendicolari, così da solo come il chi fa tutti sentimenti e desideri si raddrizzano, si mettono nella giusta relazione l'uno con l'altro e si uniscono.

Imparerà, dopo essere stato sollevato, che le tre grandi Luci sono in verità simboli delle tre parti del suo Sé Trino; che la Bibbia, o scritti sacri, che è simbolico del suo Conoscitore, che è la Gnosi, è la fonte attraverso cui deve ottenere la Luce; e che invece che i punti della bussola si trovino sotto il quadrato, devono trovarci sopra per ottenere quella Luce, vale a dire Giustizia, il punto giusto e Ragione, il punto a sinistra, della bussola, devono stabilire dei limiti a sensazione, la linea giusta e a desiderio, la linea sinistra del quadrato.

Imparerà che al momento sono collegati a lui solo due delle grandi luci, la Bibbia e la bussola; che i punti del quadrato sono sopra la bussola; vale a dire, il suo sensazione e desiderio non sono controllati dalla sua Giustizia e Ragione, e che la terza Luce, il quadrato, è oscura, cioè la Luce non raggiunge la sua sensazione-E-desiderio. La terza luce fu spenta alla distruzione del primo tempio; è solo potenziale e non sarà una vera Luce fino alla ricostruzione del tempio.

Le tre luci minori, il sole, la luna e il Maestro della Loggia simboleggiano il corpo, sensazione-E-desiderioe le loro menti. Il lodge è il corpo umano. La luce per il corpo, cioè la natura, è il sole. La luna riflette la luce del sole. La luna è sensazione, su cui si riflettono gli oggetti della natura da parte del corpo, che è natura personalizzata ed è al servizio della natura esterna. La terza luce è il Maestro o desiderioe dovrebbe sforzarsi di governare e governare la sua loggia, cioè il corpo. Il corpo-mente dovrebbe essere usato per governare il corpo e i suoi quattro sensi; il sensazione-mente dovrebbe governarsi, e il desiderio-mente come il Maestro dovrebbe governare se stesso nel coordinamento del sentimenti e il controllo del corpo.

L'Apprendista, mentre avanza, riceve i segni, le prese e le parole con le quali può provare se stesso o un altro, nella luce o nell'oscurità, e tra quei non massoni, secondo il grado della sua luce in Massoneria. Impara a camminare come un muratore dovrebbe, sulla piazza.

Riceve una pelle di agnello, o grembiule bianco, un simbolo del suo corpo fisico. Chi indossa la pelle di agnello come distintivo di un massone viene continuamente ricordato di quella purezza di vita e condotta che è necessaria. Il grembiule copre la regione pelvica ed è un simbolo che dovrebbe essere tenuto pulito. Si riferisce al sesso e cibo. Man mano che cresce nella conoscenza, dovrebbe preservare il corpo non nell'innocenza, ma nella purezza. Quando è in grado di indossare il grembiule come dovrebbe fare un massone, il lembo che può essere un triangolo equilatero o ad angolo retto, pende sul quadrato con gli angoli rivolti verso il basso. Il grembiule come un quadrato simboleggia i quattro elementi della natura che lavora nel quadruplice corpo attraverso i suoi quattro sistemi e i quattro sensi. Il lembo triangolare rappresenta le tre parti del Sé Triune e le tre menti come sostitute del Sé Triune. Sono sopra il corpo o non interamente nel corpo nel caso dell'Apprendista, e all'interno del corpo o completamente incarnati nel caso del Maestro.

Quando gli viene chiesto di contribuire a una causa degna, l'Apprendista scopre di essere senza un soldo, incapace di farlo, nudo e un oggetto di carità. Questo è un promemoria per aiutare coloro che trova nella vita e che hanno bisogno di aiuto. La scena dovrebbe fargli sentire che non è niente di più o di meno di quello che è come un uomo; che dovrebbe essere giudicato da ciò che è e non essere valutato in termini di abbigliamento, proprietà, un titolo o denaro.

Gli è quindi permesso di richiudersi; si mette il grembiule e viene portato davanti al Maestro della Loggia che lo indica di stare alla sua destra e gli dice che ora è un uomo retto, un massone, e lo incarica di camminare e agire come tale. Come muratore, deve avere strumenti di lavoro. Gli vengono forniti gli strumenti di lavoro di un apprendista che sono il calibro di ventiquattro pollici e il martelletto comune.

L'indicatore è il simbolo della mascolinità. Ha a che fare non solo con le ore ma con l'arco della vita. Il calibro è la regola della vita e la regola del diritto. Il primo terzo è per l'Apprendista quando dovrebbe, come dice il rituale massonico, ricordare il suo Creatore nei giorni della sua giovinezza. Questo è il servizio di Dio, non sprecando il potere creativo. In tal modo si adatta a seguire il suo lavoro massonico in seconda laurea come Amico. Quindi sta ricostruendo il suo corpo, il tempio non è stato realizzato con le mani. L'ultimo terzo è per il Maestro massone che è rinfrescato dal potere conservato ed è un capomastro.

Si dice che il martelletto sia uno strumento che i muratori operativi usano per rompere gli angoli superflui delle pietre grezze per adattarli all'uso del costruttore, ma con il muratore speculativo il martelletto rappresenta la forza di desiderio che dovrebbe essere usato con il calibro, o regola del diritto, per rimuovere inclinazioni e vizi ereditati, in modo che ogni vita del massone possa essere modellata e diventare una pietra viva, un perfetto ashler, nel tempio finale del Sé Trino. La sua prima vita, quella in cui diventa un apprendista, si dice che sia una pietra angolare, dalla quale dovrebbe sorgere una sovrastruttura di un corpo fisico immortale.

L'Apprendista dichiara di essere entrato in massoneria per imparare a reprimere le sue passioni e migliorarsi in massoneria. È la professione del suo scopo. Gli viene chiesto come saprà di essere o come può essere conosciuto per essere un massone, e dichiara che lo farà con alcuni segni, un segno, una parola e i punti perfetti della sua entrata.

I segni, dice, sono angoli retti, orizzontali e perpendicolari, che devono essere paralleli. Questi segni significano molto di più di come deve calpestare o tenere le mani o posare il suo corpo.

Gli angoli retti significano la sua quadratura sensazione (una riga) con la sua desiderio (l'altra riga) in tutte le azioni.

Gli orizzontali significano il suo bilanciamento uguale sensazione e dei suoi desiderio.

Le perpendicolari significano che la sua sensazione e desiderio sono elevati alla rettitudine dall'ignoranza.

Il token è una presa. Vuol dire che deve tenere il suo sensazione e la sua desiderio con una presa salda, e questo significa anche che sensazione e desiderio dovrebbero aggrapparsi nella stessa misura e provarsi a vicenda.

Una parola è quella usata nel grado di apprendista ed è un simbolo. Le linee formano lettere e lettere una parola. Sono necessarie quattro lettere per creare la Parola. L'apprendista può fornire solo una lettera, quella lettera è A ed è composta da due righe, sensazione e desiderio. La Parola viene trovata dal Royal Arch Mason.

I punti perfetti dell'ingresso dell'apprendista sono quattro. Sono le quattro virtù cardinali: la temperanza è abituale autocontrollo o controllo dei propri impulsi e appetiti appassionati; fortezza significa costante coraggio, pazienza e resistenza senza paura di pericolo; prudenza significa abilità nel retto pensiero e nell'esecuzione della giusta azione; e la giustizia è conoscenza dei diritti di se stessi e degli altri, e nel pensare e agire in accordo con quella conoscenza.

Il candidato viene a conoscenza dei gioielli. Ci sono sei gioielli, tre mobili, che sono il ruvido ashler, il perfetto ashler e il cavalletto. Il ruvido ashler è il simbolo del corpo fisico attuale, imperfetto; il perfetto ashler è il simbolo del corpo fisico dopo che è stato perfezionato, e il cavalletto il simbolo del respiro-form, su cui sono disegnati i disegni dell'edificio. Questi tre gioielli sono chiamati mobili perché muoiono dopo ogni vita o sono trasportati di vita in vita. I gioielli immobili sono la piazza, il livello e il piombo. La piazza simboleggia desiderio, il livello sensazione e il filo a piombo lo schema del corpo perfetto che si trova sul respiro-form. Questi tre sono chiamati immobili, perché appartengono al Sé Trino e non muoiono.

Il primo grado, quello dell'apprendista iscritto, riguarda l'avvio di se stesso come chi fa of sensazione-E-desiderio. Questo viene fatto al piano terra del Tempio di Salomone, cioè nella regione pelvica. L'apprendista si prepara dapprima nel suo cuore, poi si prepara all'iniziazione essendo separato dal suo passato. Dopo che ha viaggiato, è stato portato alla luce, ha ricevuto alcune informazioni sulle tre Luci maggiori per mezzo delle tre luci minori, ha ricevuto il suo grembiule bianco, è di nuovo vestito e ha visto la stella ardente, gli sono stati dati gli strumenti di lavoro di un apprendista inserito e quindi rilascia alcune dichiarazioni. Tutti i simboli e le cerimonie hanno lo scopo di impressionare su di lui cosa fare del suo desideri e l'uso del suo desiderio-mente, sensazione-mente e corpo-mente nella sua condotta verso se stesso, i suoi fratelli e il suo Dio.