La fondazione di parole

PENSIERO E DESTINO

Harold W. Percival

CAPITOLO VI

DESTINIO PSICICO

Sezione 2

Forma il destino. Influenze prenatali. Sei classi di destino psichico.

Il primo tipo di destino psichico, forma il destino, comprende le influenze prenatali che modellano il corpo fisico. Queste influenze sono i desideri del passato del committente mentre si trovano in forme animali, che si riuniscono di nuovo quando vengono convocati per la discesa del colpevole. La madre e l'ereditarietà sono semplicemente i canali per la forma e le doti del neonato. Il periodo di sviluppo prenatale sottopone la madre e il bambino a influenze dal mondo della forma, poiché la gravidanza è chiaramente un periodo psichico.

Il secondo tipo di destino psichico, il destino strettamente psichico, si manifesta dopo la nascita, nelle doti e nelle condizioni in cui l'agente opera nella vita. Le influenze formative compaiono nei primi anni, altre arrivano più tardi nella vita; tutti sono esteriorizzazioni di pensieri. Quindi arrivano l'allegria, il contenuto, il coraggio, la modestia, la franchezza e i loro opposti. In alcuni casi le caratteristiche speciali appaiono come destino psichico, come nella medianità e nello sviluppo prematuro del funzionamento sul piano della forma. Ma dal momento che gli uomini non sono in grado di governare i loro sentimenti e desideri, è bene che non si sviluppino in questo senso. Tra le pratiche per forzare tale sviluppo ci sono le posture e la respirazione in un certo modo. Di solito finiscono in modo disastroso, poiché l'interferenza con il respiro fisico provoca disturbi di vasta portata. La natura psichica non dovrebbe essere temuta a causa di questi pericoli; molti benefici possono derivare da uno sviluppo normale e naturale dei poteri psichici, ora latente nella maggior parte delle persone.

La capacità di diagnosticare e prescrivere malattie, l'acquisizione del magnetismo personale e il potere di guarire mediante l'imposizione delle mani sono vantaggi che possono derivare dallo sviluppo psichico. Viene dato spazio a coloro che spiegano tutte le cose con la legge delle vibrazioni, e a coloro che credono che uno studio dei colori sia la chiave per i poteri occulti, e a coloro che vogliono essere astrologi. Sentire astralmente ciò che è normalmente nascosto viene come risultato della crescita naturale del senso della vista. Se lo sviluppo è prematuro o viene abusato, colui che agisce invece di controllare forze ed esseri negli elementi sarà controllato da loro.

Le religioni sono psichiche e sono destino psichico. Colpiscono le emozioni e soddisfano il bisogno di chi soffre e la richiesta di essere salvati, cioè di non poter morire dopo la morte.

Il governo, le istituzioni, le leggi e la politica sono in gran parte un destino psichico e i cambiamenti in essi dovuti sono dovuti alle reazioni emotive di coloro che ne sono colpiti. Lo spirito di partito non è semplicemente una figura retorica; è un'entità che rappresenta i sentimenti e i desideri di molti, uniti in una forma. Allo stesso modo ci sono spiriti di classi definite che si aggrappano al loro speciale conservatorismo e pregiudizi. Questi spiriti fanno impressione sul corpo astrale dell'embrione di chi appartiene a loro, e così arriva la predisposizione innata a favore o contro certe istituzioni. Abitudini, costumi e mode sono effetti psichici. Questi vari aspetti del destino psichico si riferiscono alla forma del destino e alla prima e seconda classe del destino psichico, quelli che comprendono il sentimento attraverso il corpo fisico e il sentimento di chi agisce senza contatto.

Le sei classi del destino strettamente psichico sono tutti stati soggettivi. Questi, oltre al destino mentale e noetico, sono le interiorizzazioni e i loro effetti, che sono prodotti su un uomo da ciò che accade al suo corpo sul piano fisico.

Alcuni degli effetti interiori della prima classe, che sono quelli del piacere e del dolore dovuti al contatto fisico, risultano con certezza. Questi sono direttamente ricompensa e punizione e, sebbene non siano decretati dalla legge del pensiero, risultano necessariamente. Sono utilizzati per effettuare o applicare pagamenti e per insegnare lezioni. Anche se non ne consegue che non ci può essere apprendimento senza un pagamento precedente, nella maggior parte dei casi non c'è apprendimento senza di esso. Inoltre, il pagamento fa parte dell'adeguamento universale e, poiché consiste nel provare piacere o dolore come risultato immediato di esteriorizzazioni in eventi fisici, non può essere evitato.

Anche il destino psichico della seconda classe - gioia o dolore senza contatto fisico - è inevitabile.

La terza classe riguarda il carattere dell'essere umano, la sua disposizione, le dotazioni, i sentimenti, gli istinti, le virtù e i vizi. Mentre il trucco della porzione di chi agisce nel corpo è impresso in forma rudimentale sull'aia, l'essere umano può esercitare un diritto di scelta se si sottometterà o combatterà contro il suo temperamento, disposizione e desideri. Pertanto il carattere non deriva necessariamente dall'esteriorizzazione del pensiero e dei pensieri da solo. Il personaggio portato dalla vita passata è stato colpito dall'aia e quando il tempo, la condizione e il luogo sono adeguati, i tratti appariranno in azioni fisiche. Gli effetti psichici compaiono anche in alcuni dei vizi, come l'ubriachezza e il gioco d'azzardo, e in alcuni stati psichici, come l'oscurità, il pessimismo, la malizia, la paura e la disperazione e, d'altra parte, come la speranza, la gioia, la fiducia e la facilità.

La quarta classe del destino psichico è il sonno e altri stati in cui l'agente non ha il controllo dei quattro sensi, come allucinazioni, sonnambulismo, ipnosi e auto-suggestione.

La quinta classe è la morte e il processo della morte.

La sesta classe si riferisce agli stati dopo la morte (Fig. VD), il Giudizio, gli inferni e il paradiso. Dal cielo il colpevole affonda infine alla pienezza della sua eternità, sul piano di luce del mondo forma e attende la connessione con il corpo fisico che si sta preparando per esso e nel quale riapparirà.

Il destino psichico della quarta, quinta e sesta classe è inevitabile.

Con queste osservazioni preliminari sul destino psichico come base, possiamo ora procedere a una discussione più dettagliata del destino della forma e del destino strettamente psichico.