La fondazione di parole

PENSIERO E DESTINO

Harold W. Percival

CAPITOLO VII

MESTAL DESTINY

Sezione 30

Stati dell'essere umano nel sonno profondo.

Gli stati degli esseri umani nel sonno profondo, nelle trance e dopo la morte sono generalmente psichici, ma alcuni a volte vanno oltre l'atmosfera psichica, che è il limite entro il quale gli eventi sono psichici. Una persona che passa oltre è cosciente in alcune parti della sua atmosfera mentale.

Si può essere consapevoli nel sonno profondo di ciò di cui non è cosciente mentre è sveglio, ma solo quando ha nello stato di veglia pensato a questioni connesse con quegli stati trans-psichici o mentali. Quando è di nuovo nel suo stato di veglia, può o meno essere cosciente di ciò di cui era consapevole negli stati trans-psichici. Se riporta qualsiasi informazione di cui è diventato consapevole, viene tradotto in termini di stato di veglia. Se non è cosciente nel suo stato di veglia delle cose di cui era consapevole negli stati trans-psichici, avrà almeno un'impressione mentale.

Quando si è nel sonno profondo, chi agisce nel corpo viene disconnesso dai quattro sensi e dalle loro ramificazioni nervose nel cervello esterno e dal corpo ipofisario; affonda di nuovo attraverso i ventricoli nel cervelletto e passa fino alle vertebre cervicali e non è in contatto con il sistema nervoso involontario. Se il colpevole contatta qualsiasi organo al di sotto del cervelletto, potrebbe essere cosciente della sua atmosfera mentale e del mondo della vita, ma questa è una condizione insolita.

Durante il sonno profondo chi lo fa non può vedere, sentire, gustare, annusare o toccare nulla; può provare, ma quel tipo di sensazione è così diverso dalla sensazione delle sensazioni, che non può essere inteso come sensazione di dolore o piacere. Ciò che è o può essere attivo nel sonno profondo è colui che agisce sul Sé Trino e non semplicemente la porzione di colui che si incarna. Qualsiasi soggetto di pensiero trattato viene trasmesso all'autore, come soggetti astratti collegati alla vita fisica, come la matematica o una qualsiasi delle scienze, o con la vita emotiva come la probabilità o il coraggio.

Colui che agisce è al di là di ogni fase in cui potrebbe vedere chiaroveggentemente; non è sul piano della forma. L'effetto del suo essere cosciente è che comprende senza ostacoli. Comprende la natura, le proprietà, le qualità e il valore delle cose fisiche, nonché la natura dei desideri, della rabbia o di qualsiasi delle forze che si muovono nella vita fisica.

Tuttavia, ci sono limiti a ciò che può essere compreso in questo stato. Chi agisce non può comprendere la propria natura ultima o ciò che è l'Intelligenza. Il pensiero continua senza interferenze. La cognizione è diretta, perché la Luce dell'Intelligenza si concentra verso il soggetto, che diventa così il centro della Luce. Nello stato di veglia, il pensiero è un processo di confronto, selezione e giudizio, e la Luce diffusa che viene trasmessa attraverso il corpo ipofisario, deve essere focalizzata dal pensiero.

Ci sono alcuni stati in cui l'agente può essere cosciente nell'atmosfera mentale. Ciò che è attivo in tali stati è l'autore del Sé Trino. La parte incarnata del colpevole è scollegata dalla forma del respiro e dal sistema nervoso involontario; la circolazione e la respirazione a volte si fermano e il corpo sembra essere morto. Mentre la parte che agisce può essere ancora nel corpo se così scollegata, è come se non fosse lì.

Trance in cui colui che agisce nel corpo è cosciente semplicemente nell'atmosfera psichica e nel mondo della forma e sperimenta solo l'esaltazione psichica, qui non vengono affrontate. I santi e le persone religiose possono avere simili trance. I mistici, specialmente quelli che sentono di essere in unione con Dio, sono di solito in una trance psichica. La prova di se fossero nel mondo della vita è, se hanno imparato qualcosa di preciso che possono esprimere chiaramente. Una sensazione di esaltazione non equivale a questo.

È possibile che alcune persone si mettano in uno stato in cui sono consapevoli della loro atmosfera mentale e del mondo della vita. Quindi la loro mente-sentimento o mente-desiderio è attiva e possono imparare le cose di cui sopra come il tipo di informazioni che possono essere ottenute nel sonno profondo, fatte salve le stesse limitazioni che esistono nel sonno profondo.

Gli stati mentali possono verificarsi naturalmente, cioè senza alcuno sforzo a tale scopo. In questi casi sono il risultato di azioni precedenti, come gli sforzi infruttuosi per comprendere i problemi delle scienze naturali o della filosofia. A volte il cervello offre un ostacolo. Questi sforzi, se è stato fatto abbastanza lavoro, portano a una condizione in cui il desiderio accumulato interrompe le interferenze fisiche. Tali stati sono rari. Ancora più rari sono gli stati in cui l'agente è intenzionalmente cosciente nella sua atmosfera mentale. Questi stati derivano solo da sforzi definiti per entrare in un tale stato, come esercizi mentali per controllare i desideri e regolare il pensiero.

Una persona che entra in trance di solito entra solo nella sua atmosfera psichica; in quello stato è consapevole delle cose sul piano della forma del mondo fisico; di solito è consapevole solo delle cose negli stati inferiori lì. I colori, i panorami, i suoni e i sentimenti lì lo sopraffanno. Suppone che queste esperienze siano di una varietà divina esaltata. Anche le persone a cui racconta di loro la pensano così. La chiaroveggenza è considerata una "visione spirituale", le vibrazioni la chiave di tutto, i colori per indicare le distinzioni "spirituali" e per essere l'ultima parola della saggezza, sembra essere Maestri della Saggezza, luci, stelle e fuochi d'artificio come segni di Dio, belle figure per essere santi, emozioni sul piano della forma per essere gioie celesti, estasi per essere unione con Dio.

La ragione per cui le persone esagerano le condizioni psichiche in questo modo è che queste condizioni rappresentano gli stati più alti che possono concepire; che il tempo e le dimensioni sono diversi dal tempo fisico e dalla dimensione sul piano fisico, che sono i limiti di ferro entro i quali si muovono normalmente; che i loro standard di realtà sono inapplicabili; di non avere uno standard in base al quale giudicare le loro nuove esperienze. Pertanto, qualsiasi esperienza oltre il mondo tangibile è considerata superna e solitamente suprema. Inoltre, l'autocontrollo aiuta ad amplificare l'importanza dei valori nelle trance psichiche, in modo che si creda che siano mentali e persino noetici. Ma le luci e i colori visti non sono la Luce dell'Intelligenza, né sono percepiti dalla Luce dell'Intelligenza. Le luci viste nelle consuete visioni e trance sono lo scintillio, il bagliore o il bagliore del desiderio sulla materia dello stato astrale o del piano della forma. Anche se è il desiderio di una persona morale, è ancora desiderio.

Gli stati di trance sono stati di natura. Tutto ciò che viene eseguito o ascoltato o visto in uno stato di trance è di apparenze, fenomeni, illusioni, fascino della natura, percepito attraverso i sensi riguardanti gli oggetti della natura. Il pensiero attivo intenzionale su un argomento è della Luce Conscia; che impedisce la trance.

In uno stato mentale non si vedono luci, colori, persone o scene. Uno stato mentale è una condizione di intuizione, comprensione, senza emozione. Può dare esaltazione, ma nessuna emozione. È possibile che in uno stato mentale il veggente sia consapevole dei processi attraverso i quali raggiunge l'intuizione. I processi consistono nel focalizzare la Luce diffusa dell'intelligenza pensando. Nello stato di veglia lo fa attraverso lo sforzo di pensare, ma in uno stato mentale, come nel sonno profondo, i processi vengono eseguiti senza quello sforzo. Ma tutti questi stati mentali sono collegati alla natura e verrebbero dallo sforzo di pensare quando sono svegli.