La fondazione di parole

PENSIERO E DESTINO

Harold W. Percival

CAPITOLO VIII

DESTINY NOETICO

Sezione 5

Ritorno automatico della luce dalla natura. Il germe lunare. Autocontrollo.

La Luce che un essere umano ha inviato o permesso di entrare nella natura viene restituita all'umano. Esce di nuovo e viene restituito di nuovo. Questo in uscita e in arrivo continuerà fino a quando la Luce non sarà recuperata da tutte le miscele e gli allegati e sarà resa inattaccabile o liberata. Quindi non si spegne più.

La luce viene restituita all'atmosfera noetica dell'essere umano automaticamente o tramite autocontrollo. La rigenerazione automatica viene avviata da un cercatore di luce o un raccoglitore, chiamato germe lunare, ed è realizzato dall'attrazione del respiro noetico lungo il tratto naturale. La rigenerazione da parte di autocontrollo, che è di tre gradi, viene fatta pensando ed è aiutata da un altro germe, chiamato germe solare, che crea un percorso lungo il quale il Sé Triune su cui la Luce può viaggiare.

La rigenerazione automatica della Luce è il ritrovamento e la raccolta da parte del germe lunare della Luce che è entrato con il cibo e il trasporto della Luce raccolta fino ai reni, e quindi l'innalzamento di questa Luce nell'atmosfera noetica nella testa di i respiri psichici, mentali e noetici. Questa rigenerazione automatica può essere fatta solo mentre la Luce è nel corpo in cui è tornata nel cibo, e dopo che è stata estratta dal cibo dagli organi dei quattro sistemi e dal quadruplo respiro fisico.

La luce che è entrata nella natura ritorna automaticamente nel cibo. La Luce che è emersa nei vari modi menzionati non lascia mai l'atmosfera noetica del Sé Trino. Proprio come i pensieri non escono mai dal mentale e i desideri, anche se appaiono come animali, non abbandonano mai l'atmosfera psichica, così la Luce non lascia mai l'atmosfera noetica. Il tempo e le dimensioni della Terra non hanno alcun effetto e non ostacolano la Luce di un'Intelligenza. La Luce di un'Intelligenza che si trova nell'atmosfera noetica del suo Sé Uno e Trino, sebbene esca nella natura fisica, ritorna quindi perché quella Luce ha un'identità. Mantiene questa identità per tutto il tempo in cui circola in natura e in tutte le sue forme e posizioni. Perché la luce è parte di un'intelligenza, che è un'unità ultima, inseparabile, indivisibile.

Parti speciali di Luce circolanti in natura vengono evocate nel cibo, da estrarre per essere bonificate. Ciò che la Luce è così chiamata dipende dal pensiero dell'umano. Potrebbero essere giorni, mesi, anni o vite prima che parte della Luce venga ritirata. Ma quando deve essere reclamato, qualsiasi parte speciale della Luce tornerà al corpo di colui che lo fa uscire, sebbene l'attuale umano non sia consapevole dell'identità e della circolazione della Luce che il suo pensiero chiama a ritornare al corpo.

Non tutta la Luce che viene assorbita dal cibo è la Luce del consumatore. La luce proveniente da altre persone è con essa e colpisce coloro che mangiano il cibo. Di solito c'è qualcosa in comune tra la Luce straniera e colui che la riceve. Proprio come le atmosfere di persone diverse si mescolano in base alla qualità, così la Luce che è con il cibo si mescola.

Il cibo è uno dei quattro elementi e viene assunto come solido, come liquido, nell'aria e nella luce del sole e alla luce delle stelle. Il cibo solido contiene gli altri tre, proprio come il mondo fisico è una precipitazione degli altri tre mondi, poiché il piano fisico è materia condensata dagli altri piani del mondo fisico, e poiché la struttura elementale contiene la forma, il portale e il causale. Le forme solide e liquide del cibo entrano attraverso il sistema digestivo; l'aria e alcuni cibi ardenti entrano attraverso il sistema respiratorio. Ma questi sono solo i modi più apparenti. La luce delle stelle entra anche attraverso gli occhi e attraverso la pelle. Con il respiro il cibo proveniente dai quattro elementi viene assorbito direttamente dalla propria atmosfera fisica dove viene tenuto sospeso. Non importa come il cibo viene assunto, tutto va nel sistema digestivo. Lì ci lavorano anche gli altri tre sistemi.

Il quadruplo respiro fisico, mentre fluisce dentro e fuori dal corpo, provoca un'azione peristaltica negli organi e nei tubi di ciascuno dei quattro sistemi. Ogni respiro provoca la peristalsi nel suo sistema e ogni senso stimola la funzione nel suo sistema sotto quell'impulso peristaltico.

Mentre il cibo viene spostato nel sistema digestivo, questo flusso quadruplo del respiro fisico, ogni flusso che agisce con la sua peristalsi stimolata, influenza il cibo. Vedere il cibo, ciò che viene detto e sentito mentre lo si mangia, assaggiandolo e annusandolo, ha un impatto diretto sulla digestione. Le ghiandole salivari aggiungono le loro secrezioni, il succo gastrico viene versato dalle pareti dello stomaco, il fegato dà la sua bile, il pancreas il suo fluido e le ghiandole digestive intestinali la loro secrezione. I quattro sensi causano l'attività dei succhi e dei fermenti in essi contenuti. In tal modo vengono apportati cambiamenti adeguati nel cibo, che viene trasformato in chime nello stomaco e successivamente in chyle e diventa pronto per l'assorbimento e l'assimilazione nell'intestino.

Nella circolazione i reni filtrano il sangue e lo liberano dalle impurità, e le ghiandole surrenali riversano la loro secrezione, che rafforza i globuli rossi e bianchi, mantiene il sangue e la linfa in circolazione, rinvigorisce le ghiandole sessuali e le ghiandole senza condotto. L'apparato respiratorio aspira l'aria come cibo, fornisce ossigeno al sangue ed elimina i rifiuti. Questo sistema è il canale attraverso il quale la materia stellata fluisce nel sistema generativo. La sede del sistema generativo è il corpo pituitario e ha organi e rami in tutte le parti del cervello e in tutto il corpo.

Il sistema generativo è la fonte degli altri tre sistemi. Inizia nelle cellule fuse come un punto, cresce in una linea e una superficie e diventa un cerchio all'interno di una sfera. Il cerchio si separa nella colonna vertebrale e nel tratto digestivo. Da una parte del sistema generativo viene creato l'allantoide; che successivamente sporge attraverso il sacco amniotico e il corion, si fissa alla parete dell'utero e diventa la placenta. Con la placenta si sviluppano i reni e le ghiandole surrenali, il cuore e i polmoni, e i sistemi circolatorio e respiratorio vengono avviati all'interno del cerchio diviso. I reni che lavorano attraverso il cuore continuano la circolazione, che non è indipendente fino all'assunzione di respiro dopo la nascita.

Il sistema generativo è l'inizio del corpo fisico dalla cellula fecondata, il portatore di vitalità durante l'esistenza del corpo, il governatore del sistema nervoso e delle ghiandole senza condotto. La produzione di semi nell'adulto non è che una delle sue funzioni. Durante la vita il sistema generativo regola le secrezioni delle ghiandole senza condotto, come l'ipofisi, la tiroide, il timo, la milza e le ghiandole surrenali. Con queste secrezioni le attività di tutti e quattro i sistemi sono mantenute dal corpo ipofisario. Il sistema generativo ispira i fermenti e le secrezioni degli organi e provoca quindi digestione, assorbimento e assimilazione. Alla morte si interrompe dagli altri tre sistemi che non sono quindi in grado di funzionare.

Il sistema generativo produce un estratto di quattro gradi di materia radiante da tutti gli alimenti. Il primo è di piccole dimensioni ed è costituito da materia radiante prelevata direttamente tramite i nervi dal cibo nel sistema digestivo; il secondo grado è il più grande in quantità ed è la materia radiante estratta dal cibo che è passato nel sistema circolatorio; il terzo grado è la materia radiante estratta dal cibo nel sistema respiratorio e il quarto e più potente grado viene elaborato dalla materia stellata che ha raggiunto il sistema generativo stesso.

I quattro tipi di estratti sono elaborati nei testicoli e nelle ovaie per i semi e per il suolo. In modo che nel seme e nel terreno siano rappresentate in sostanza tutte le parti del corpo. Dopo che il seme e il terreno sono stati portati a un certo punto, assumono una vita indipendente come spermatozoi e ovuli.

Da questi estratti di materia stellata il sistema generativo crea una tintura tonica e la trasforma nuovamente in altri sistemi e in se stessa. Il sistema generativo è la causa ultima del benessere e delle malattie. Dà la tintura tonica ai nervi involontari e volontari, e in questo modo ritorna ai sistemi digestivo, circolatorio e respiratorio ciò che è fatto dall'estratto del cibo che li attraversava. A causa di questa tintura, gli altri tre sistemi continuano a funzionare, una qualità vitale può essere assorbita dalla respirazione e inviata a tutte le parti del corpo, il sangue può essere fatto circolare e il cibo può essere digerito.

Mentre queste trasformazioni stanno avvenendo, la luce viene estratta dal cibo nelle sue prime e successive forme. I respiri digestivo, circolatorio, respiratorio e generativo lavorano ciascuno sul suo sistema nel corpo per assorbire una certa parte del cibo e della Luce che è in esso e trasportare la Luce nel sistema generativo. Finalmente il respiro generativo trasferisce una porzione della Luce connessa con il cibo a un germe lunare. Fisicamente questi processi sono controllati dal corpo pituitario. Controlla i quattro sistemi e i quattro respiri fisici mediante il sistema nervoso involontario e le sue azioni involontarie. La luce che ritorna nell'atmosfera noetica passa attraverso il sistema generativo.

I quattro gradi di estratto hanno in loro Luce e circolano nel sistema generativo. Mentre sono nella testa, la corrente di fuoco del quadruplo respiro può attirare la Luce. La Luce che si muove su e giù nel sistema generativo è Luce che è contenuta nella materia radiante che è stata estratta dal cibo.

Il trasferimento automatico della Luce nell'atmosfera noetica viene effettuato naturalmente dal sistema generativo al respiro noetico, quando c'è abbastanza Luce nel sistema generativo. L'atmosfera noetica esercita per mezzo del respiro noetico una spinta continua per la propria Luce. Questo tentativo di elevare la sua Luce fuori dal sistema generativo è contrario all'attrazione che la natura fa per la Luce. Il respiro noetico contatta indirettamente il respiro fisico generativo, cioè la corrente di fuoco del quadruplice respiro fisico, nella testa e lì toglie parte della Luce e torna nell'atmosfera noetica.

C'è nel sistema generativo altra Luce, Luce che non viene fuori dalla natura, ma proviene attraverso il corpo pituitario dall'atmosfera noetica. Parte di questa Luce viene inviata mensilmente nel germe lunare per raccogliere la Luce che è venuta dalla natura.

Un germe lunare è fatto di materia dei quattro mondi e si è mescolato con essa materia essenziale dei quattro mondi, cioè materia che è circolata così a lungo che ha raggiunto gli ultimi stati di raffinamento. Oltre alla questione generale e a questa materia essenziale, un germe lunare porta l'impressione di chi agisce e di conseguenza ha in sé Luce dell'Intelligenza. Il germe lunare è materiale ma invisibile.

Sia il germe lunare che il seme o il suolo sono costruttori di corpi. Con il seme e il terreno viene avviato il corpo fisico esterno; con il germe lunare si possono costruire corpi interni. Gli spermatozoi e gli ovuli sono entrambi femmine del germe lunare, ed è maschio per loro. Solo gli elementi fisici grossolani fluiscono attraverso il seme e il terreno e questi sono carenti nelle forze più sottili della materia fisica. Un germe lunare fornisce queste carenze e ha contatti per le forze degli altri tre mondi. Un germe lunare deve essere unito al seme o al terreno per produrre un corpo che non è del tutto carente. Dovrebbe esserci per un vero corpo umano un germe lunare nel seme e un germe lunare anche nel terreno.

Ogni mese, dopo la pubertà, il sistema generativo produce uno di questi germi lunari nel corpo ipofisario (Fig. VI-A, a). Quando il germe lunare è maturato e ha una vita propria, lascia l'ipofisi. Comincia da lì in modo rudimentale, sul lato destro, e passa nel sistema nervoso involontario, avendo una piccola Luce, che attira altra Luce mentre scende nei plessi nervosi che forniscono il sistema digestivo nell'addome, fino a raggiungere il punto più basso (Fig. VI-B). Da quel punto il germe lunare, dopo aver attraversato il lato sinistro, sale lungo il sistema nervoso involontario e viene trasportato dal respiro generativo nella regione del rene sinistro.

Durante tutto questo tempo la luce dal cibo lungo il tratto digestivo, la luce dal sangue e la luce dagli organi del corpo si attacca alla luce nel germe lunare per il recupero automatico. Mentre esiste un germe lunare che trasporta la Luce, può essere privato di parte della Luce da uno scoppio di rabbia o stato di gelosia, invidia o vendetta, ma porterà sempre un po 'di Luce fino alla perdita del germe. Si perde nei semi o nel terreno in uscita. Non è collegato con semi o terreno fino a quando non viene precipitato e perso.

Se il germe lunare è salito con la sua Luce diffusa nella regione dei reni, parte di quella Luce viene portata via dal respiro psichico e portata verso l'alto nel sistema nervoso involontario. Il respiro psichico è fatto per farlo dal respiro mentale che agisce al suo interno e obbedisce alla spinta del respiro noetico per la Luce. Quindi il respiro mentale prende la Luce e la trasporta lungo le vertebre toraciche fino alla regione delle vertebre cervicali. Il respiro mentale è fatto per farlo dal respiro noetico che agisce al suo interno. Il respiro noetico porta la Luce lungo il ponte e la quadrigemina fino al corpo pineale e nell'atmosfera noetica.

Questo ritorno della luce nell'atmosfera noetica è automatico. È fatto senza la conoscenza dell'essere umano e di solito senza la possibilità di interferenze da parte sua, sebbene certe abitudini come il consumo di alcol o di stupefacenti, o l'eccessiva sessualità, possano ostacolare persino la rigenerazione automatica.

Lo scopo della rigenerazione automatica di una certa quantità di Luce è di mantenere abbastanza nell'atmosfera mentale per fornire all'Uomo la Luce necessaria per continuare a vivere e svolgere le sue attività di umano.

Il ritorno della Luce dalla natura continua continuamente in ogni essere umano. Solo una certa quantità di Luce è permessa dal Sé Trino al suo agitore, e l'agente deve marito e rivendicare ciò che la Luce gli è prestata. Senza questo processo automatico di bonifica un committente sarebbe presto fallito e perduto. Nell'atmosfera noetica si muove in azione regolare il respiro noetico. Questo porta la Luce dell'Intelligenza per ispirazione nel corpo fisico alla portata della natura, e porta per aspirazione la Luce disponibile dal corpo, recuperata dalla natura, di nuovo nell'atmosfera noetica.

Il solito mezzo con cui viene sollevata la Luce che è stata nel cibo è il trasporto di un germe lunare. Tale germe viene prodotto una volta al mese, scende sul lato destro e in una settimana raggiunge la regione del plesso solare; in un'altra settimana raggiunge l'intestino crasso e il punto più basso della sua discesa e durante la terza settimana sale ai reni, sul lato sinistro. Di solito il germe lunare, dopo essere salito nella regione dei reni con l'aiuto dell'attrazione esercitata dal respiro generativo a causa del respiro noetico, ricade negli organi sessuali e si perde. Se non fosse per la protezione automatica che il germe mensile riceve a causa del respiro noetico, il germe si perderebbe lungo il suo percorso verso il basso dal plesso solare e non ascenderebbe mai al rene sinistro. La corsa degli esseri umani, a causa dell'attrazione della natura, diventerebbe idioti in una vita, se non fosse per la rigenerazione automatica della Luce e la protezione che il germe lunare di solito riceve. Per questo motivo il germe lunare non può essere perso sul suo cammino dalla testa al plesso solare; dal plesso solare verso il basso e poi verso l'alto verso il rene sinistro è protetto; ma dal rene alla testa, se ci arriva affatto, può andare solo come risultato dell'autocontrollo.