La fondazione di parole

PENSIERO E DESTINO

Harold W. Percival

CAPITOLO VIII

DESTINY NOETICO

Sezione 6

Bonifica della luce per autocontrollo. Perdita del germe lunare. Ritenzione del germe lunare. Il germe solare. Concezione divina o "immacolata" nella testa. Rigenerazione del corpo fisico. Hiram Abiff. Origine del cristianesimo.

La rigenerazione automatica viene eseguita dal respiro psichico che allontana la Luce dal germe lunare e lungo i nervi del sistema digestivo verso l'alto dalla regione del rene sinistro e del surrene. Le tre fasi della bonifica per autocontrollo sono fatte da colui che fa, dal pensatore e dal conoscitore. Quindi queste tre parti del Sé Triune tolgono la Luce dal germe lunare e portano il germe stesso nel midollo spinale del sistema nervoso volontario. La base di tutti e quattro i tipi di bonifica è il processo automatico mediante il quale la Luce, dal cibo, è preparata per il germe lunare.

Il primo stadio della rigenerazione volontaria della Luce che è entrata nel corpo è il recupero di quella Luce dovuto al desiderio di fare bene. Questo primo stadio ha a che fare con il togliere la Luce dal germe lunare, con il trasporto di quella Luce nel sangue e nel cuore e nei polmoni e con l'innalzamento del germe lunare stesso dal punto più basso a circa la giunzione del primo lombare e il dodicesimo vertebre dorsali sul lato sinistro lungo il sistema nervoso volontario. Il primo stadio della rigenerazione della Luce nel corpo è fatto da un essere umano che non vuole essere guidato dalla natura nel fare cose che sente che la natura vuole; chi vuole essere guidato a fare ciò che è meglio per lui e chi fa i suoi doveri, non a malincuore, ma allegramente. Ciò riguarda in particolare il cibo e il sesso, i desideri di beni, un nome o fama e potere.

Se tale controllo è lo sforzo di un essere umano, il suo desiderio, senza che lui ne sia consapevole, toglierà parte della Luce che viene trasportata dal germe lunare quando si è alzato fino al rene sinistro.

Dopo che i respiri psichici e mentali hanno preso un po 'di Luce per l'atmosfera noetica, nel corso del salvataggio automatico, il desiderio di vivere nel sangue può portare via parte della Luce rimanente nel flusso sanguigno. L'unica volta in cui il desiderio può ottenere questa Luce è durante uno o tre giorni di ogni mese in cui un germe lunare è vicino ai reni. La Luce che il desiderio ottiene in questo modo si confonde con essa, ma non si fonde. L'essere umano non è a conoscenza della bonifica, tranne per il fatto che può provare una leggera sensazione di allegria.

Nel sangue c'è Luce legata e Luce libera. La luce che è stata estratta dal sistema digestivo del corpo, è legata alla luce e non può essere assorbita dal desiderio fino a quando un germe lunare non l'ha estratta. La luce che il desiderio ha portato nel sangue è libera e rimane libera, fino a quando non viene recuperata dal pensiero o fino a quando il desiderio si unisce alla Luce quando il respiro incontra il sistema circolatorio nel cuore e nei polmoni, e solo quando un pensiero è concepito o intrattenuto .

La corsa degli esseri umani perde i loro germi lunari entro il mese e con il germe lunare va la Luce che è in esso. Ma se una parte della Luce viene prelevata dal germe dalla rigenerazione automatica, quella parte della Luce viene restituita dal respiro psichico alle atmosfere e viene salvata per il tempo. Se inoltre una parte della Luce viene assorbita dal desiderio da questa inconsapevole bonifica nel sangue, anche quella viene salvata quando il germe viene perso e la Luce rimanente in essa ritorna nelle circolazioni della natura.

Viene raggiunto il secondo stadio della rigenerazione della Luce che è tornata nel corpo, quando un essere umano sta acquisendo l'autocontrollo pensando. Il pessimismo, il misticismo e l'ascetismo sono inutili. Ostacolano piuttosto che aiutare. Non è necessario sapere nulla delle frasi "Luce dell'intelligenza" o "recupero". È sufficiente che egli intenda ciò che il suo Uno interiore, suo Padre, la Luce in lui, mostra di avere ragione. Ogni essere umano ha quella Luce dentro, anche se non la conosce come tale e non fa ciò che dimostra di avere ragione. Il secondo stadio richiede un atteggiamento mentale simile all'ottimismo, che favorisce il pensiero onesto e chiaro e un godimento dei piaceri della vita con temperanza e senza odio, avidità o invidia. Per quanto riguarda i suoi doveri, è necessario che li compia volontariamente e con intelligenza.

Con il desiderio che porta il primo grado di bonifica e con questo atteggiamento mentale, sviluppa, sebbene a volte possa scivolare indietro, un insieme mentale che provocherà una bonifica volontaria. Con questo set mentale il suo pensiero senza che ne sia consapevole, estrae la Luce che è libera nel flusso sanguigno e parte della Luce che è legata in un pensiero e bilancerà anche alcuni pensieri. Può anche aumentare il germe lunare lungo il sistema nervoso volontario fino alla più alta delle vertebre toraciche.

Il pensiero può ottenere la Luce dal sangue circolante solo quando è sangue di cuore e sangue di polmone, e solo quando regna la giustezza e il desiderio è in accordo con esso.

Le stagioni del corpo presentano una condizione favorevole quando il germe solare, discendente e ascendente nei due emisferi del midollo spinale, è opposto al cuore. Ciò si verifica due volte l'anno, durante i tre giorni successivi al ventunesimo giorno di giugno e di dicembre. Ottenere luce nel pensiero, tuttavia, non è limitato a questi tempi favorevoli; può accadere in qualsiasi momento, a condizione che il germe lunare sia salito sopra i reni.

Dal sangue del cuore e del sangue del polmone, il pensiero, mediante il respiro mentale che agisce attraverso il respiro respiratorio, solleva la Luce dal cuore e dai polmoni al cervelletto e al cervello. Il pensiero lo solleva con uno sforzo per mantenere la Luce su un argomento definito, come chi si è e chi è il proprio conoscente o il Padre celeste. Il pensiero che rivendica la Luce è inteso a imparare dagli errori del passato. È diverso dal pensiero ordinario, casuale, passivo. È anche più del pensiero attivo su una questione di religione o filosofia. Sta pensando in modo intenzionale e limitato da essere un pensiero attivo su argomenti come l'immortalità, l'abitante nel corpo, la verità, la castità, l'onestà, lo scopo della vita o del servizio e della buona volontà. È il pensiero attivo con il preciso scopo di apprendere il progresso morale e mentale personale. Supera tutti gli ostacoli di desideri, attrattive e debolezze. È accompagnato da eventi nel corpo. Quando questo tipo di pensiero continua, impedisce alla Luce che circola nel corpo di fuoriuscire e autorizza il germe lunare ad assorbire più Luce.

Durante questo sforzo la Luce nell'atmosfera mentale rivendica e prende la Luce dal sangue del cuore. Quando la Luce del sangue diventa Luce mentale e viene portata via dal desiderio, il desiderio cerca di seguire la Luce e quindi dà forza al pensiero. Il pensiero porta la Luce al cervelletto e al cervello. La Luce rimane in quella parte dell'atmosfera noetica nel cervello che è collegata all'argomento del pensiero.

Il pensiero prende luce non solo dal sangue del cuore ma anche dai pensieri, ma solo a determinate condizioni. Il pensiero deve essere nel cuore o nei polmoni e il pensiero deve essere fatto in relazione all'esecuzione volontaria e comprensiva di un dovere o deve pensare al ripudio del pensiero. Tale pensiero può produrre due tipi di risultati. Può togliere parte della Luce dal pensiero, indebolirla e ripristinare la Luce nell'atmosfera mentale, oppure può togliere tutta la Luce perché equilibra il pensiero. L'umano non è consapevole del risultato prodotto dal suo pensiero, ma gli effetti della Luce rigenerata saranno percepiti da lui come leggerezza, ariosità e vitalità nel corpo e facilità mentale e la capacità di vedere le cose più chiaramente.

Il pensiero può estrarre parte della Luce che è legata in un pensiero mentre il pensiero è nel cuore o nei polmoni. Lo fa quando disapprova il pensiero, e quindi allontana la Luce da esso, limitandolo e ritardandolo.

Il pensiero può anche togliere tutta la Luce da un pensiero. Quando un pensiero è stato concepito e non è ancora stato emesso, viene gestito nel cervelletto e nel cervello. C'è una comunicazione tra il pensiero e il cuore in cui è stato concepito. Il pensiero è alimentato dal pensiero attivo e passivo. Se durante questo tempo l'umano decide di abbandonare lo scopo e l'oggetto del pensiero, il pensiero viene riportato nel cuore e la Luce viene separata dal desiderio dal pensiero e viene restituita all'atmosfera mentale dal cuore e dai polmoni.

La luce può anche essere recuperata da un pensiero dopo che il pensiero è stato emesso, ma prima che sia esternalizzato. Il pensiero ha quindi lasciato la testa attraverso i seni frontali ed è nell'atmosfera mentale. Se l'umano decide di abbandonare lo scopo e l'oggetto, il pensiero va nella parte dell'atmosfera mentale che si trova nel cuore e nei polmoni. Lì il pensiero separa la Luce dal desiderio, e la Luce viene trasferita al mentale e il desiderio all'atmosfera psichica.

Può darsi che il pensiero non sia stato esteriorizzato nel suo insieme, ma che solo il design sia stato esteriorizzato interamente, parzialmente o in una forma modificata. In questo caso non viene estratta alcuna luce. Se il pensiero nel suo insieme viene esteriorizzato con la prima esteriorizzazione, tutta la Luce viene estratta, altrimenti la Luce viene estratta quando il pensiero è equilibrato, il che potrebbe non avvenire fino a dopo molte esteriorizzazioni.

Un pensiero è bilanciato dal pensare quando il sentimento e il desiderio sono in accordo l'uno con l'altro ed entrambi sono in accordo con la giustezza e che e la ragione sono in accordo con l'io riguardo all'atto, all'oggetto o all'evento, a cui era stato assistito dall'I-ness . Quindi il pensiero estrae la luce dal pensiero e la trasferisce al corpo pineale dove viene ripristinata nell'atmosfera noetica.

La luce può essere estratta solo quando il pensiero è nel cuore e nei polmoni. Nel primo e nel secondo caso la decisione di abbandonare lo scopo e l'oggetto invia lì il pensiero. Nel terzo caso, quando il pensiero è equilibrato alla prima esteriorizzazione a causa dell'atteggiamento mentale, questo atteggiamento lo chiama al cuore e ai polmoni.

È diverso nei casi che sono reazioni ai risultati della legge del pensiero. Lì il bilanciamento viene fatto in un momento in cui un ciclo del pensiero ha riportato il pensiero nel cuore e nei polmoni per il bilanciamento, o quando circostanze come associazioni mentali, ricordi o un evento fanno sì che il pensiero venga attirato improvvisamente nel cuore e nei polmoni, oppure quando si pensa a un soggetto astratto, come il destino, la vita per sempre, il servizio o la consapevolezza del desiderio di conoscenza di sé. Quindi qualcosa colpisce il cuore e i polmoni e costringe l'essere umano a mettere in discussione.

Questo sondaggio e ricerca è l'inizio del terzo stadio della bonifica volontaria, che è intenzionale e consapevole. A volte il ricercatore trova ciò che cerca, a volte scopre ciò che non si aspettava. Il suo pensiero apre il pensiero e dalla Luce che usa e la Luce che è nel pensiero, gli mostra i sentimenti e i desideri nel pensiero come sono realmente. Quando riconosce che questi sono come la Luce mostra che sono e determina che li farà come dovrebbero essere, la Luce di quel pensiero va con la Luce nell'atmosfera mentale al corpo pineale ed è quindi trasferita al noetico atmosfera e il pensiero è equilibrato.

Il terzo stadio della rigenerazione della Luce che è entrato nel corpo dalla natura è il recupero della Luce grazie alla conoscenza acquisita nelle due fasi precedenti. Questa consapevolezza è che, secondo il suo pensiero, non dovrebbe attaccarsi a nulla o attaccare qualcosa a se stesso. Il terzo stadio è raggiunto quando un essere umano applica questa conoscenza nella sua vita. Mentre continua, gli ingombri e le interferenze diminuiscono gradualmente. Acquisisce sicurezza nell'azione, forza nello scopo, penetrazione nel guardare una cosa o una condizione. Né amici né estranei lo influenzano. Il denaro, i beni e le conquiste cessano di attrarre per lui. Mangia e beve ciò che manterrà il suo corpo in salute, gli piace il suo cibo anche se non mangia per il piacere di mangiare. Non è amaro o acido più di quanto non sia un edonista. Si occupa delle sue occupazioni perché sono il suo lavoro. Ma tutto il suo sforzo in qualunque cosa pensi, faccia o ometta è di recuperare la Luce e di non vincolarla di nuovo.

Anche con una di queste, il recupero automatico funziona meglio ed è più efficace che con uno che non sa o se ne frega niente. La rigenerazione volontaria si basa su un desiderio più costante che controlla tutti gli altri desideri e su un set mentale per rivendicare la Luce, intenzionalmente e intelligentemente. I pensieri che sono bilanciati sono una delle due principali fonti della Luce che viene recuperata, sebbene ciò non sia noto a chi le equilibra e quindi ottiene la Luce che era in esse. L'altra fonte è la Luce che viene trasportata da un germe lunare nella testa.

La protezione automatica di un germe lunare termina quando è salito fino al rene sinistro; e il germe si perde, di solito attraverso professioni sessuali, dopo che il respiro psichico ha tolto automaticamente della Luce. Tuttavia, può essere sollevato lungo il midollo spinale nella regione della vertebra dorsale e cervicale fino a raggiungere il mesencefalo. Lì arriva come un germe maturato fisicamente e, quando unito a seme o suolo, può essere usato nella generazione di un corpo fisico, superiore nella salute e nella forza di quelli che affollano il mondo. Tuttavia, se viene preservato, si unirà al prossimo germe mensile che si fonderà in esso. Quindi scenderà e farà un secondo giro attraverso il corpo, essendo automaticamente protetto fino al rene sinistro. Se non si perde, arriverà alla testa per la seconda volta, alla fine del secondo mese lunare, rafforzato dalla luce aggiuntiva che ha raccolto.

Mentre è possibile per uno che ha sviluppato un germe lunare di gradi più alti, cioè uno portato per due, tre o quattro mesi, generare un corpo in cui un agente più perfetto di quelli nei corpi della corsa degli esseri umani può entrare, e mentre in effetti ci sono stati uomini sulla terra che sono nati da semi contenenti germi lunari conservati per molte lunazioni, è anche possibile conservare il germe lunare in cui si sono fusi i successivi germi lunari mensili, per la rigenerazione del corpo, per l'auto-impregnazione e per la costruzione di tre corpi interni, in cui le tre parti del Sé Triune vivranno anche nella forma, nella vita e nei mondi leggeri. Quando tutti i successivi germi lunari sono stati uniti al primo, c'è una concezione divina nella testa, a causa della presenza del germe solare.

Il germe solare è una parte dell'azione e rappresenta il Sé Trino e ha con sé parte della Luce chiara. Non ha un corpo di materia naturale, come il germe lunare. C'è un solo germe solare per ogni vita, anche se il germe si rinnova ogni anno. Appare durante la pubertà, nel corpo pituitario e scende nella parte destra del midollo spinale fino a quando, dopo circa sei mesi, raggiunge la fine del midollo proprio attorno alla prima vertebra lombare (Fig. VI-A, d). Quindi gira e sale nella parte sinistra, per circa sei mesi, e arriva al corpo pineale. Mentre è nella testa, si rinnova e inizia alla discesa successiva. Continua questo attraverso la vita. Alla morte del corpo diventa di nuovo uno con l'agente.

Il germe solare con i suoi viaggi, a sud e nord nel midollo spinale, pattuglia la Via. Mantiene aperta la dimora del Sé Triune, mentre le tre parti del Sé Triune, allo stato attuale, non abitano nel midollo spinale. Con la corsa degli esseri umani il germe solare non fa più nulla.

Le sue potenziali attività dipendono dalla presenza di un germe lunare nel suo campo di attività. Ogni germe lunare deve passare il germe solare almeno una volta all'anno, cioè mentre il germe lunare sta scendendo. Con la corsa degli esseri umani non passa il germe solare una seconda volta.

Se un germe lunare non viene perso, ma sul percorso di ritorno alla testa sale più in alto rispetto alla stazione delle vertebre lombari dove il respiro psichico decolla Luce nel corso della rigenerazione automatica, è vicino al percorso del germe solare e nel campo della sua influenza. Il germe solare assiste quindi il germe lunare, dandogli forza e spingendolo verso l'alto. Se un germe lunare viene preservato in modo da fare il secondo round, riceve ulteriore assistenza. Quindi è in ogni round successivo. Quando un germe lunare ha completato tredici round in dodici mesi, avendo ovviamente con sé i dodici germi mensili consecutivi che si sono uniti in esso e avendo la Luce che riceveva ogni volta che passava il germe solare e torna alla testa, è incontrato lì dal germe solare e riceve luce da esso. Con quella luce c'è un raggio diretto di luce dell'intelligenza. Questa è un'autoimpregnazione o concezione divina, immacolata, vergine, e da essa inizia la ricostruzione del corpo fisico in un corpo fisico immortale. Con la ricostruzione del corpo si ottiene la rigenerazione di tutta la Luce che è entrata ed era eccezionale in natura. Il recupero di tutta la Luce non può essere realizzato se non in un corpo fisico ricostruito. Nella misura in cui un umano rivendica la Luce, diventa consapevole della Luce in lui e con quella consapevole di se stesso as l'agente.

La ricostruzione è iniziata dal germe lunare che è stato conservato durante tredici lunazioni. Si realizza quando il corpo è a due colonne e senza sesso. Fino ad allora tutta la Luce della natura può essere recuperata, e anche allora una parte della Luce nei pensieri sarà ancora eccezionale. Gli esseri umani che vivono in corpi a una colonna non possono reclamare tutta la Luce eccezionale perché tali corpi non hanno l'organizzazione necessaria.

L'unica indicazione in qualsiasi scuola o tradizione di ricostruzione del corpo fisico in un corpo immortale si trova negli insegnamenti massonici su Hiram Abiff, che è il germe lunare; sulla colonna spezzata, che si riferisce alla parte mancante sotto lo sterno (Fig. VI-E), e riguardo al tempio non fatto con le mani, eterno nei cieli, che è il corpo fisico ricostruito e rigenerato.

È probabile che circa al tempo in cui gli insegnamenti cristiani hanno avuto origine, un uomo fosse riuscito a trattenere un germe lunare per tredici lunazioni, di conseguenza avesse recuperato la Luce ed era diventato consapevole e come Luce del suo Sé Trino, il suo "Padre nei cieli". Avrebbero potuto impartire insegnamenti su come gli altri potevano raggiungere questo risultato. Questo evento probabilmente si è verificato in un momento in cui si è verificato un ciclo minore, quando i pensieri degli uomini sono stati stimolati dalla filosofia greca, dal dubbio e dall'insoddisfazione, quando gli uomini si aspettavano qualcosa di nuovo e sono stati fatti per preparare un'atmosfera per il suo aspetto.