La fondazione di parole

PENSIERO E DESTINO

Harold W. Percival

CAPITOLO IX

RE-ESISTENZA

Sezione 6

Quarta civiltà. Civiltà minori.

Durante il periodo in cui c'era un'era terrestre, quando l'elemento terra era dominante e le persone si adeguavano ad essa, c'erano grandi civiltà che superavano nei risultati qualsiasi cosa riportata nella storia. Queste civiltà erano basate sull'agricoltura e sulla lavorazione della pietra e del metallo. A partire dall'uso di animali per il potere, la civiltà ha avanzato l'uso di macchine complicate. Queste le persone gestite dalle forze della natura.

C'è solo una forza. È trasformato in molti canali e appare sotto molti aspetti. Oggi si manifesta come luce, calore, gravità, coesione, elettricità e altro. Untold years ago la stessa forza si manifestava diversamente. La materia solida, fluida, ariosa e radiante della terra, viene continuamente decomposta e ricomposta. La materia risultante che oggi assume la forma di minerali, carbone o petrolio era diversa in epoche diverse. Una circolazione degli stessi quattro elementi e dei quattro stati della materia sul piano fisico viene mantenuta continuamente per mezzo della manifestazione di questa forza terrestre. In passato questa forza era liberata non tanto per mezzo del legno, del carbone o del petrolio, come lo è oggi, ma sfruttando le correnti terrestri in cui si manifestava. La capacità della forza fondamentale della terra di manifestarsi in momenti diversi in modi diversi si traduce nelle diverse direzioni dei poli della crosta terrestre e in connessione con questi cambiamenti nei cicli di quattro epoche di terra, acqua, aria e fuoco. Il tipo di manifestazione della forza dipende dalla classe di unità, terra, acqua, aria e unità di fuoco, con le quali gli umani possono entrare in contatto direttamente attraverso il loro sistema nervoso involontario, o indirettamente attraverso oggetti esterni, come legno, carbone, petrolio, rame o radio e simili.

All'altezza della terra, le correnti che attraversavano la terra in determinati punti venivano rilasciate e collegate a macchine per il funzionamento meccanico. Strade ampie e permanenti furono costruite sopra e attraverso le montagne e attraverso le pianure. La gente non ha usato l'acqua per viaggiare e il trasporto. Alcune di queste strade verso l'interno della terra rimangono oggi. La gente non usava una forza aerea, ma sollevava grandi pesi di pietra dalle loro macchine. Potevano focalizzare la forza terrestre in modo tale da produrre calore o luce in qualsiasi luogo in cui fosse intercettata o in uscita attraverso una macchina ricevente. Questa forza potrebbe essere utilizzata per rendere i metalli duri lavorabili senza calore. Le persone hanno avuto processi per rendere i metalli teneri duri. Avevano macchine per tagliare e lucidare la pietra, per fondere, agitare e renderla solida, per filare e tessere fibre vegetali e peli di animali. Avevano materiale che non era tessuto, ma era solido come la pelle e poteva essere provato contro i tagli delle armi.

Viaggiavano non su ruote, ma su veicoli chiusi che scivolavano facilmente lungo le strade. Queste slitte erano di metallo e talvolta di una composizione trasparente. Il materiale è stato così indurito che è stato appena influenzato dall'attrito anche se i veicoli sono stati mossi con grande velocità dalla forza terrestre. La massima velocità, che era di molte centinaia di miglia all'ora, fu sviluppata quando le macchine viaggiarono sottoterra. La distanza è stata praticamente eliminata. Questo viaggio è andato avanti sotto la crosta esterna della terra, ma i viaggiatori non hanno acquisito alcuna conoscenza della terra interna, dei suoi mondi e dei suoi esseri, non più di quanto gli umani ora conoscano gli esseri che vivono in quella che viene chiamata l'aria. Tutta la terra non era abitata da un popolo che aveva raggiunto questo stadio; da alcune parti c'erano persone meno avanzate e in altre parti selvagge.

Avevano i loro sport che erano talenti di resistenza, giochi con la palla, wrestling e combattimenti amichevoli. I giochi con la palla erano di grande varietà; correre non era tanto una caratteristica quanto lanciare, catturare e intercettare la palla in modo intelligente. Potevano lanciare una palla in modo che formasse un cerchio sul terreno e il gioco doveva intercettarla. L'acqua e l'aria erano estranee e non familiari nei loro sport e nel loro lavoro.

L'apprendimento riguardava l'agricoltura, la lavorazione dei metalli, la lavorazione della pietra, l'architettura, le correnti terrestri e il loro funzionamento. Le lingue parlate differivano da quelle odierne per suono e connotazione. C'erano estesi sistemi di letteratura. Il principale mezzo di registrazione era incidere o timbrare i segni a colori su una sottile piastra di metallo. C'era un metallo bianco che non si offuscava, ma assorbiva e tratteneva coloranti indelebili. Furono arrotolati fogli di metallo sottile, o furono fatti libri fissando i piatti sui cardini. Questi fogli sono stati realizzati sottili e flessibili come la carta oggi. Avevano anche una composizione fatta di una pianta che conservava un'impressione di scrittura. Questo materiale era insolubile e non infiammabile dopo essere stato trattato.

C'erano molte di queste civiltà in ogni epoca terrestre. Sono partiti da inizi maleducati e talvolta raggiunti da fasi lente ad altezze sorprendenti. Altre volte sbocciavano all'improvviso a causa delle informazioni fornite dai Magi.

Un'era terrestre è stata succeduta da un'era dell'acqua. Mentre alcuni popoli erano in un'era terrestre, altri erano entrati in un'era acquatica. Si sono resi conto delle unità dello strato acquoso, si sono messe in contatto con loro e hanno imparato a usarle. A volte questo avveniva all'inizio di un altro periodo dopo che la civiltà della terra era stata spazzata via, a volte dall'adattamento graduale di un popolo a nuovi dintorni, quando un lento declino della terra. Più frequentemente l'era dell'acqua si è sviluppata dall'età terrestre e le persone esistevano contemporaneamente in entrambi. I corpi delle persone di un'era acquatica erano più flessibili e più veloci di quelli di un'era terrestre. In generale, la forma umana è rimasta la stessa per tutta la Quarta Civiltà.

C'erano grandi laghi con isole galleggianti ben popolate. La gente costruì case coltivando piante e viti insieme, solidificò le pareti con un'argilla e le decorò artisticamente. Le case non erano più alte di tre piani. La gente coltivava frutti e fiori dalle viti che facevano parte delle case.

Costruirono barche per l'alloggio di una persona, che si adattava ai loro corpi e in cui potevano viaggiare sott'acqua. Altre barche erano abbastanza grandi da contenere diverse centinaia. L'aria veniva aspirata dall'acqua da un apparecchio nella barca. Tali barche erano costruite con legno flessibile o con lische di pesce e cementate da succhi di piante in modo che le barche avessero flessibilità. Alcune persone impararono a guidare le barche, non con i macchinari o la forza del vento, ma con una certa sensazione nei loro corpi che impartivano al timone della barca. Questa sensazione è stata generata dalle cavità addominali e pelviche e spinta in avanti. Quindi il navigatore tenne le mani sul timone e così collegato a una corrente nell'acqua, che fu così utilizzata per spingere la barca.

L'oceano in quei momenti non era diviso come adesso. Gli enormi laghi erano collegati da corsi d'acqua sotterranei e divisi da catene montuose. Le barche potevano viaggiare sott'acqua da un lago all'altro. Le persone potrebbero rimanere in acqua, calde o fredde, per molto tempo. È stato usato un olio o una tuta isolante quando l'acqua era troppo fredda. Non dovevano nuotare con gli arti, ma potevano usare la loro sensazione per connettersi con la corrente d'acqua. Sopra le loro teste indossavano cappucci che permettevano loro di respirare. I pesci non li attaccano. Potevano nuotare veloci come i pesci, per una distanza, e ucciderli con l'uso di una forza d'acqua.

Non hanno funzionato bene i metalli. Se non esisteva un'età terrestre contemporanea in fiore, usavano le ossa, i gusci e le squame di pesce affilati, alcuni dei quali erano come pietra focaia. Con tali strumenti tagliavano il legno e coltivavano il terreno sulle loro piccole isole. Hanno tessuto le fibre in stoffa e hanno ricavato un raffinato lino dalle piante acquatiche. Decorarono i loro abiti con molti colori, dai succhi di viti e bacche e con squame e gemme. I loro cibi erano pesce, piante marine e frutti salati che ottenevano dal fondo e dalle sponde dei laghi. Li hanno mangiati cotti, ottenendo calore da un dispositivo che è stato lavorato da una forza d'acqua. Sapevano come accendere il fuoco, ma non lo usavano ampiamente, poiché ottenevano in altri modi il calore e l'energia di cui avevano bisogno. Fecero tutte queste cose come facevano le persone della terra, ma erano consapevoli di qualcosa che le persone della terra non potevano toccare o usare. Erano consapevoli dello strato d'acqua che si trovava nella terra solida ed erano consapevoli di viverci quando si trovavano nei corsi d'acqua e nei laghi. Usarono forze che erano all'interno dello strato d'acqua per raggiungere i loro fini con la materia allo stato solido.

Vivevano in piccole comunità o in città, alcune delle quali costruite sull'acqua. Gli edifici erano su barche e collegati tra loro. C'era un vivace commercio tra popoli diversi. Hanno seguito commerci molto diversi. I selvaggi erano di solito sulla terraferma e avevano paura dell'acqua. Queste persone in acqua avevano sport ed esercizi fisici, tutti collegati all'acqua. Tra i loro giochi ce n'era uno in cui i concorrenti cavalcavano alcuni pesci, che correvano e si gettavano uno sopra l'altro.

Avevano le loro arti e scienze, una musica melodiosa, una peculiare architettura acquatica e le loro barche quasi indistruttibili. La loro lingua consisteva principalmente in suoni vocalici. Avevano letteratura e documenti, su stoffa filata di fibre di piante acquatiche. Queste civiltà dell'età dell'acqua hanno visto un alto sviluppo dell'umanità. Corpi di grande resistenza, nobiltà di funzionalità, abilità nelle loro arti e grandi risultati intellettuali hanno contraddistinto la gente di alcune di queste razze acquatiche.

Un'era aerea successe all'età dell'acqua quando le persone divennero consapevoli e adattarono i loro corpi alle unità aeree che si muovevano attraverso lo strato d'aria. Tali età di solito iniziavano con la scoperta da parte degli individui della forza della leggerezza e della forza del volo in se stessi. Queste forze esistono sempre, ma al momento non possono essere utilizzate dagli umani.

La forza della leggerezza è una forza distinta, tanto quanto il calore. È una delle manifestazioni della forza fondamentale della terra. La sua manifestazione rimuove il peso in misura maggiore o minore. Se in misura minore della gravitazione, riduce il peso, se in misura maggiore fa sì che l'oggetto in cui si manifesta si discosti dagli oggetti circostanti. Alzarsi in aria significa solo allontanarsi dalla crosta terrestre. L'aumento quando un oggetto viene mosso dalla leggerezza può essere fatto nell'aria all'interno della terra e nell'aria all'esterno della terra. La leggerezza influenza il sentimento come estasi senza produrre follia. È messo in gioco da un atteggiamento mentale che mette in contatto le unità aeree sul loro lato attivo, che è la forza aerea, e respirando, che libera la forza e la attrae attraverso i nervi del sistema nervoso involontario. Quando la forza viene avvertita nel sistema nervoso volontario, è leggerezza e il corpo si alza in aria. La sua leggerezza è uguale all'atteggiamento mentale, in modo che un corpo possa sollevarsi e fluttuare come un cardo o sparare via dalla terra.

La forza del volo è una forza dello strato d'aria ed è simile a quella della leggerezza, ma è distinta come una forza. La leggerezza si allontana dalla crosta terrestre; il volo generalmente si muove parallelamente ad esso, ma può spostarsi su una pendenza, su o giù. La sua caratteristica è la direzione. Riceve questo dall'insieme mentale ed è indotto nel corpo respirando. Può essere esercitato senza la forza della leggerezza. Ma poi deve essere esercitato in modo continuo e ad una velocità diversa, abbastanza grande da consentire all'aria di sostenere il corpo. Di solito entrambe le forze vengono esercitate insieme. Entrambe le forze sono manifestazioni della forza terrestre fondamentale, specializzata essendo attiva nello strato aereo.

In un'era aerea, cioè in un periodo in cui molte persone possono entrare in contatto con queste forze nello strato d'aria, i loro pensieri e le loro correnti nervose toccano direttamente le unità dell'aria, anziché come ora attraverso le unità terrestri. I movimenti delle unità aeree essendo a una velocità diversa da quella delle unità terrestri, contrastano e superano le forze esercitate dalle unità terrestri.

Le persone in un'era aerea erano uno sviluppo rispetto a quelle dell'era dell'acqua. Le forze utilizzate per muoversi rapidamente attraverso l'acqua furono adattate all'aria, poiché le forze sulla crosta terrestre erano state adattate all'acqua. La forza della leggerezza era stata usata in misura moderata nella corsa e nel salto a terra e nell'innalzamento in acqua. Inizialmente alcuni esercitavano le forze della leggerezza e del volo. Quindi un numero maggiore acquisì familiarità con l'uso e infine le persone nate furono naturalmente adattate a queste forze aeree.

Al culmine di un'era aerea la gente viveva in case sulla terra e in case galleggianti sull'acqua, ma la razza dominante viveva principalmente nell'aria. Alcune persone sulla terra raramente salivano in aria e avevano paura di fidarsi di essa; ma la gente dell'era aerea viveva in abitazioni o in enormi edifici nell'aria. Hanno preso alcuni dei materiali per questi dalla terra; altri materiali hanno precipitato o consolidato dall'aria stessa. Hanno rimosso il peso dai materiali e li hanno posizionati in aria dove erano fissi ed equilibrati, in modo da rimanere indisturbati fino a quando non venivano rimossi. Le persone hanno raggiunto questo obiettivo focalizzando e attaccando agli edifici la forza della leggerezza. Non c'erano strade. Gli edifici sorgevano su diversi livelli nell'aria. Erano solidi come qualsiasi altra cosa sulla terra oggi. Sono stati usati legni, pietre e metalli, ma i loro pesi sono stati rimossi e mantenuti rimossi dall'uso di un certo metallo blu, estratto dall'aria o estratto e raffinato dalla terra. Questo metallo era un conduttore della forza della leggerezza e veniva usato per conferire leggerezza agli oggetti inorganici.

Il popolo ottenne il cibo dai frutti, dai cereali e dagli animali della terra, e dai pesci e dagli uccelli. Gran parte del loro cibo trassero dall'aria stessa respirando. Avevano piante che fluttuavano nell'aria e ne traevano nutrimento, ma la maggior parte delle piante erano nei giardini adiacenti alle case. I materiali dei loro tendaggi e indumenti erano fatti con piante e peli di animali. Le piume erano usate in gran parte.

Le loro forme erano umane, ma i loro corpi superavano quelli della terra e dell'acqua in leggerezza e freschezza. Usare l'aeronautica era naturale. I bambini dovevano essere protetti, ma presto impararono a regolare il loro set mentale e il loro respiro in modo da toccare le forze nello strato aereo. Lo hanno imparato più facilmente di quanto i bambini imparino a camminare, così come gli uccelli imparano a volare. Le persone hanno usato queste forze aeree senza troppi sforzi. Camminarono e lavorarono nelle loro case e dormirono sui divani senza esercitare la forza del volo; su lunghe gallerie scivolavano sopra i pavimenti e all'aperto facevano affidamento naturalmente sul loro comando dell'aria. Si riposarono e galleggiarono nell'aria, come si fa in acqua. Potevano controllare i venti e prevenire o provocare tempeste; a volte avevano ali o scudi attaccati alla schiena per facilitare il movimento. Avevano dirigibili per il commercio e viaggiano su lunghe distanze. Usavano tutti i prodotti della terra, le sue piante, i boschi, le pietre e i metalli, ma non avevano macchine complicate. I loro enormi dirigibili erano guidati e spinti dalla sola forza del timoniere.

I loro giochi consistevano principalmente in variazioni di volo e in esibizioni in volo. Le caratteristiche salienti dei loro sport erano i graziosi movimenti di scorrimento o in aumento nell'aria accompagnati da suoni affascinanti prodotti dai movimenti stessi e accentuati dalla voce. I movimenti e i suoni producevano colori, colori chiari come quelli di un arcobaleno piuttosto che colori di pigmenti. I meravigliosi effetti di queste luci sono stati migliorati quando molte persone si sono impegnate nelle armonie di movimento, suono e colore allo stesso tempo. C'erano partite di wrestling e balli in aria.

Le loro arti erano incentrate sul canto e sulla musica. Tra gli strumenti utilizzati c'era una specie di tromba con diaframmi che erano mossi e variati dalla voce umana, e quindi i suoni e gli echi diretti venivano creati nell'aria, seguiti da colori che spesso prendevano forma. Avevano enormi strumenti a forma di metà di una sfera cava e molti piedi di diametro, che producevano un suono sinfonico intercettando le unità dei quattro stati della materia nei loro movimenti e collegando i movimenti tra loro. Con il potere di quel suono, se diretto verso la terra, le persone che l'udivano persero la paura e il peso, furono estasiate e si alzarono in aria dove rimasero fintanto che rimasero a sentire il suono.

A volte c'era una competenza nelle scienze tra alcune persone. Il loro apprendimento riguardava principalmente i diversi tassi di movimento dei quattro tipi di unità in natura e le loro numerose suddivisioni. Conoscevano centinaia di diversi tassi di movimento delle unità e ne aggiustarono alcune combinando, legando ed eliminando alcune delle unità. Quindi evocarono forze, principalmente dello strato aereo, e le fecero dominare le forze dell'acqua e della terra. La ragione per cui mantennero le loro abitazioni nell'aria era che lì potevano raggiungere e dirigere più facilmente queste forze. Per mezzo di tali forze hanno stabilizzato le loro case e città nell'aria e hanno ottenuto calore, luce ed energia per i loro affari domestici. Dal momento che solo alcuni individui potevano farlo, è stato lasciato a un certo gruppo il cui compito era quello di occuparsi della fornitura. La materia di scarto veniva immediatamente eliminata scomporla nelle sue unità componenti o ricombinando queste unità in altri oggetti.

Avevano lingue per esprimere i loro pensieri. Avevano fogli di un materiale su cui potevano passare le comunicazioni dall'uno all'altro, ma erano usati solo come ricordi, perché le persone potevano comunicare con il pensiero. La materia nervosa del loro cervello entrava in contatto con le correnti prodotte dai pensieri nel mondo fisico. Discorso e pensiero coincidevano. Se qualcuno diceva una bugia, si manifestava subito perché allora si vedevano parole e pensieri che non coincidevano.

Le cose che volevano mettere per iscritto come informazioni, notizie o letteratura, hanno inciso o suonato contro le lastre, collegate a un serbatoio sul piano di vita del mondo fisico. L'iscrizione o il suono furono trasferiti e quindi registrati in modo permanente sulla materia del serbatoio. Le persone che in seguito desideravano le informazioni così conservate, potevano trovarle andando in un edificio pubblico, dove trovavano i registri delle parole dei segni. Quindi hanno toccato con uno strumento la parola del segno selezionata sulla piastra riproduttiva che li collegava con la registrazione permanente del serbatoio, e così hanno ottenuto le informazioni. Dopo aver ottenuto il soggetto e la parola del segno, potevano andare oltre il record a casa, a condizione che avessero lì un dispositivo per ricevere e riprodurre i record. Libri e biblioteche non esistevano; non erano necessari.

Un'era del fuoco è succeduta all'era aerea e gradualmente è cresciuta e l'ha dominata. L'era aerea ha continuato ad esistere contemporaneamente. Gli esseri umani nell'era del fuoco avevano la stessa forma e la stessa figura delle persone aeree. Ma differivano notevolmente in quanto c'era in loro una presenza di potere cosciente, che dava loro la superiorità. La loro caratteristica fisica distintiva era l'occhio con cui facevano appello, comandavano ed esprimevano agli altri il loro sentimento e pensiero.

L'età è iniziata quando alcune persone dell'aria hanno conosciuto il fuoco che è materia radiante o luce delle stelle. Sono diventati consapevoli della presenza delle unità di fuoco nello strato di fuoco. Dopodiché altri e altri ancora si sono fatti strada alla luce delle stelle. In nessun momento tutte le persone aeree si sono trasformate in persone di fuoco. Nell'era del fuoco c'erano sulla terra anche le altre tre epoche e le persone vivevano sulla terra, nell'acqua e attraverso l'aria e comunicavano tra loro attraverso i viaggi e il commercio. Le persone in età terrestre avevano corpi adattati e limitati all'uso di quelle unità solide che erano in uno stato grossolano e solidificato. Le persone che avevano un'età dell'acqua avevano corpi che erano adattati alle unità fluido-solide; le persone di un'era aerea erano tali perché avevano corpi in sintonia con unità solide ariose, e le persone in un'era di fuoco erano consapevoli delle unità solide radianti e i loro corpi erano adattati a loro.

Le unità di fuoco sul piano fisico sono stellari. La luce delle stelle è impercettibile, sebbene una sua condensazione in una massa produca i corpi delle stelle. Nell'era del fuoco le persone erano consapevoli e in contatto con le unità di luce stellare. Li videro e videro da loro, e per mezzo loro potevano usare le forze dello strato radiante-solido, e attraverso di loro le forze degli altri tre strati. Starlight funziona attraverso il sole. Le persone in età terrestre possono usare la luce delle stelle solo quando la usano in e come luce solare, ma le persone in un'età del fuoco potrebbero usare la luce delle stelle senza dipendere dal sole.

Il sole è un centro di forze, un centro arioso in uno strato arioso. Attraverso e fuori dal sole scorre la luce del sole, che è una miscela di unità radianti, ariose, fluide e solide. La luce stellare funziona attraverso la materia ariosa ed è la causa e il principale supporto delle attività della luce solare. La luce del sole fa sì che le unità siano attive come forze della natura che mantengono la vita sulla crosta terrestre e con la quale l'era attuale costruisce la sua civiltà. La crosta terrestre, che è una precipitazione della quadrupla luce solare, scherma le porzioni di ogni gruppo di unità e quindi mantiene e fornisce ciò che è necessario per mantenere le attività sulla crosta terrestre. Le unità diventano forze naturali mentre si avvicinano allo schermo della crosta terrestre. Lontano dallo schermo le unità non agiscono come queste forze. Queste forze producono luce, calore, energia, generazione e decomposizione solo entro un certo intervallo. Pertanto, se il corpo focale chiamato sole non rientra in quell'intervallo della crosta terrestre, non produce questi effetti. Inoltre è necessario che la crosta terrestre rinunci alle unità terrestri per fornire del materiale per produrre questi effetti. In un'era terrestre le persone non possono avere luce e calore a meno che queste tre condizioni non siano soddisfatte, ma nell'età del fuoco le persone potrebbero ottenere l'equivalente di luce, calore ed elettricità senza dipendere dallo schermo, dalla portata del sole e dal azione della solida crosta nell'invio di unità per soddisfare la luce solare in arrivo.

Le abitazioni del fuoco erano nell'aria, sull'acqua e sulla terra, ma erano consapevoli e usavano come mezzo il fuoco presente nell'aria, nell'acqua e nella terra. Vivevano in comunità proprie e avevano i loro circoli, sebbene andassero tra gli altri. Se lo facevano venivano immediatamente visti o percepiti come superiori a causa delle influenze che accompagnavano e del potere nei loro occhi. Potevano mangiare qualsiasi alimento animale o vegetale o vivere con liquidi o anche solo respirando. Se volevano prolungare la vita, non mangiavano cibi solidi o liquidi. I loro corpi erano fisici, ma potevano fare cose con loro che gli altri non potevano fare con i loro.

Si sono impegnati in agricoltura, commercio, meccanica e arte. Potevano produrre cose per le persone della terra che queste non potevano. Hanno fatto lo stesso per l'acqua e le persone aeree. Le persone aeree raggiunsero uno stato così elevato perché quelli dell'età del fuoco vivevano in mezzo a loro e li assistevano.

In agricoltura potevano vedere cosa stava succedendo nelle piante. Potevano vedere le attività dei semi e delle radici, come le piante ricevevano nutrimento, come si appropriavano e crescevano e potevano dirigere lo sviluppo come desideravano. Hanno mescolato piante e prodotto nuovi frutti, verdure e cereali.

All'inizio dell'età del fuoco queste persone costruirono macchine per dragare, costruire, illuminare e generare energia. Man mano che avanzavano ne usavano pochi o nessuno per se stessi, sebbene costruissero ancora macchine per le persone che erano in epoche più arretrate. Aiutarono la terra e le persone acquatiche a tagliare grandi canali sulla terra e attraverso la terra e realizzarono grandi corsi d'acqua. Hanno usato enormi macchine per tagliare sott'acqua e dragare. Potevano vedere tutto ciò che stava accadendo nelle profondità e dirigere le operazioni di conseguenza.

All'apice dell'era del fuoco, il più importante tra le persone di fuoco aveva bisogno solo dei loro corpi per realizzare ciò che desideravano. Sono state usate quattro dita, l'indice per il fuoco, il medio per l'aria, il terzo per l'acqua e il mignolo per la terra. Con le dita della mano sinistra avvertirono; e con quelli della mano destra hanno diretto un flusso delle unità degli elementi. Potrebbero abbattere e dissipare o creare e costruire la struttura delle cose solide dalle forze guidate dalle loro mani giuste. I pollici venivano usati per sentire o per dirigere, unificare o accentuare i flussi. Gli organi nei loro corpi erano serbatoi di forza e i nervi collegati ai rispettivi sistemi contattavano la forza. Le forze della terra hanno chiamato, usato e diretto attraverso i loro sistemi digestivi e il senso dell'olfatto. Le forze dell'acqua che sono entrate in combinazione con la terra hanno controllato attraverso gli organi dei loro sistemi circolatori e il senso del gusto. L'aria governava attraverso il controllo delle forze aeree che lavoravano all'esterno attraverso l'aria, l'acqua e la terra e passavano all'interno attraverso i loro sistemi respiratori, che passano attraverso i sistemi circolatorio e digestivo. La parola era il potere che unificava i quattro stati, poiché la luce del sole unifica i quattro tipi di luce. Contattando la luce delle stelle alla luce del sole hanno sincronizzato e controllato le forze negli altri elementi. La luce delle stelle era presente in tutte le altre. Lo hanno usato attraverso i loro sistemi generativi e il senso della vista.

I corpi fisici di questi, soprattutto tra le persone del fuoco, potevano passare attraverso qualsiasi parte della terra a qualsiasi velocità desiderata. Potrebbero passare i loro corpi fisici attraverso qualsiasi oggetto fisico, indipendentemente dalla sua densità. Potrebbero apparire in più posti contemporaneamente, indipendentemente da quanto siano distanti i luoghi. Lo fecero vedendo dove volevano essere e, usando la materia radiante-solida, erano presenti e penetrarono in tutta la materia più grossolana intervenuta. Queste persone del fuoco potevano vedere e ascoltare ovunque attraverso la materia solida.

Le unità di fuoco sono ovunque allo stesso tempo. Queste persone hanno collegato le unità di fuoco nei loro corpi con le unità di fuoco nello strato terroso. Lì queste unità di fuoco hanno influenzato le unità di aria e queste le unità di acqua e queste hanno prodotto i fenomeni attraverso le unità di terra. Le persone del fuoco avevano uso della quarta dimensione, presenza, a causa della loro consapevolezza e familiarità con le unità radianti-solide. Ciò significava che potevano attraversare, essere dentro o lavorare con le unità del fuoco, dell'aria, dell'acqua o della terra. Quando il loro corpo fisico fu messo in fase con unità radianti-solide - cosa che fu fatta focalizzando il senso della vista su alcuni di essi - apparve simultaneamente nei punti in cui queste persone principali volevano essere viste. Non vi sono ostacoli tra coloro che possono usare le unità radianti-solide e i luoghi in cui desiderano essere visti. Rimasero visibili in questi diversi luoghi finché continuarono a pensare, a sentire e a vedersi lì. I loro corpi erano in un solo posto, ma rimossero le unità intermedie della materia e divennero così visibili allo stesso tempo in ogni luogo in cui desideravano essere visti. A causa del loro potere di vista, che nessuna materia poteva ostruire, videro, allo stesso tempo, tutti i luoghi in cui e le persone da cui venivano visti. Potrebbero scomparire quando lo desideravano. Lo hanno fatto tagliando dai loro corpi il contatto con la classe di unità di fuoco il cui contatto rende visibile.

Potevano esaminare qualsiasi cellula o organo del corpo umano e dire gli usi a cui era stato impiegato e descrivere i mezzi appropriati per effettuare un cambiamento. Potevano vedere subito la causa e la cura di un disturbo. Comunicavano tra loro con il pensiero e la parola. La distanza non era un ostacolo all'udito reciproco o ai suoni in natura. Potrebbero ottenere alcune registrazioni degli eventi passati osservandoli o ascoltandoli dagli stati radiosi o ariosi della materia e arrivare fino al piano della forma del mondo fisico.

Vi erano leggi che impedivano l'uso di queste forze oltre certi limiti. Le persone in età di fuoco non potevano interferire con la legge del pensiero senza ferire troppo a se stesse. I loro poteri raggiunsero tutto nelle quattro zone del solido stato del piano fisico dal lato della natura, ma c'erano molte cose in se stesse come facenti, che non avevano padroneggiato e non avevano padroneggiato come popolo, sebbene alcuni degli individui fatto. Questa mancanza di padronanza ha causato il loro declino e la scomparsa dell'età del fuoco.

Il punto più alto di un'era di fuoco segnò anche il punto più alto nell'aria, nell'acqua e nell'età terrestre. Quando l'era del fuoco scomparve, ognuna delle altre si deteriorò e svanì di gradi. L'ultimo a sbriciolarsi fu l'era terrestre. Fu terminata dai cataclismi. Una terra desolata ebbe successo. Su quello vivevano i barbari che erano i degenerati resti delle quattro epoche, di cui non avevano nemmeno un ricordo, o che erano stati recentemente emarginati dalla terra interiore. Solo qua e là rimasero le tradizioni di alcune persone delle quattro età in leggende distorte di esseri soprannaturali con poteri divini.