La fondazione di parole

PENSIERO E DESTINO

Harold W. Percival

CAPITOLO XIII

IL CERCHIO O ZODIACO

Sezione 4

Lo zodiaco rivela lo scopo dell'Universo.

Allo stesso modo il simbolo zodiacale rivela in misura maggiore rispetto a qualsiasi scienza o religione lo scopo ultimo delle manifestazioni dell'Universo. Lo scopo è far diventare la Coscienza. La figura zodiacale lo rivela mostrando gli stadi successivi attraverso i quali la materia passa per la Coscienza.

I Gemelli, Sostanza, non sono mai manifestati. È spazio. Per il concepimento umano non è niente, niente. Eppure da ciò deriva tutto ciò che si manifesta nell'Universo. Di o in se stesso, non ha parti, nessuna azione. Non c'è differenza. Quando il Toro, Motion, agisce su di esso, c'è un problema da Sostanza, Nessuna cosa, e questo problema diventa cancro, materia.

Questo cancro, la materia, è la sfera di fuoco chiamata Universo ed è modellata sui dodici punti astratti e senza nome del cerchio astratto. Contiene tutto ciò che deve manifestarsi. Il cancro è la porta della natura tra il non manifestato e l'Universo. Nella sfera del fuoco c'è l'unità. L'aspetto attivo o di forza o spirituale della materia è solo l'evidenza; il suo aspetto materiale non appare. Le ultime divisioni della materia sono unità, unità di fuoco e sono esseri elementali. Queste unità di fuoco sono unità primordiali, non sviluppate. Sono consapevoli del grado di incendio, del cancro. Sono coscienti as il fuoco, as la forza, ma nessuno di loro è cosciente of stesso come il fuoco o degli altri.

Questo fuoco, o cancro, materia, costituito da unità di fuoco, progredisce e diventa aria, o leo, materia, cioè le unità cambiano e diventano consapevoli come materia aerea nella sfera dell'aria, leo. L'unità scompare nella twoness. La materia aerea presenta un duplice aspetto come attività e passività. L'attività domina il lato passivo. Il lato passivo si adatta al lato attivo. Le unità aeree non sono più primordiali. Non sono primitivi, ma sono semplici. La sfera di fuoco permea la sfera aerea e le unità di fuoco diventano unità aeree quando iniziano a manifestare il loro lato passivo. Diventano unità aeree, cioè diventano consapevoli nel grado chiamato aria, leo, e quindi cessano di essere coscienti come fuoco, cancro. Le unità aeree sono un passo avanti verso la tangibilità, la bilancia. Nell'elemento ad aria le unità ad aria sono consapevoli sia del lato passivo che di quello attivo dell'elemento ad aria. Non distinguono tra il lato attivo e il lato passivo, ma rispondono al lato attivo dell'aria e il lato passivo delle unità si adatta al loro lato attivo. Le unità aeree non sono coscienti of se stessi, ma sono coscienti as la funzione dell'elemento aria.

L'aria, o leo, le unità che avanzano diventano acqua, vergine, unità, cioè l'elemento aria scompare come tale e diventa l'elemento acqua. La materia pura dell'aria diventa materia pura nell'acqua o nella sfera della Vergine. La twoness dell'elemento air ora mostra un aspetto diverso, poiché nella sfera dell'acqua il lato passivo della materia domina il lato attivo. Le unità idriche sono passive-attive, non più attive-passive. La sfera d'aria permea la sfera d'acqua che si trova nella sua metà inferiore; e lì le unità idriche attirano le unità aeree e le fanno infine diventare unità idriche. Queste unità cessano di essere coscienti nel grado chiamato aria, o leo, e diventano coscienti nel grado chiamato acqua, vergine. Le unità idriche sono consapevoli della funzione dell'elemento acqua. Non distinguono tra il lato attivo e il lato passivo, ma rispondono al lato passivo dell'elemento acqua e il lato attivo delle unità è adattato al lato passivo che risponde all'elemento. Le unità idriche non sono consapevoli di se stesse, ma sono consapevoli della funzione dell'elemento acqua. Le unità idriche sono il prossimo passo verso la tangibilità o la bilancia.

Lo sviluppo di unità di acqua pura, o Vergine, diventa pura terra, o bilancia, unità nella sfera terrestre. Le due parti, o aspetti attivi e passivi, della materia ora scompaiono. Non esiste più attivo-passivo e passivo-attivo, ma solo materia nella sfera terrestre. L'aspetto passivo della sola materia è evidente, il suo aspetto attivo non appare. Le massime divisioni della materia terrestre sono unità terrestri. Queste unità sono gli opposti delle unità di fuoco, poiché sono progredite fino alla sfera terrestre. Sono quiescenti, stazionari, inerti e quindi appaiono come una massa o un intero, un po 'come le unità di fuoco appaiono come un tutto nella sfera di fuoco. Sono coscienti nel grado chiamato terra o bilancia. Nella loro totalità sono l'elemento terra. Sono coscienti come inerzia, immobilità, fissità, riposo e sono il terreno per l'attività. La sfera di fuoco e la sfera di terra sono estremi e opposti l'uno dell'altro. La sfera di fuoco è attività, forza, spirito, senza alcuna prova del suo contrario; e la sfera terrestre è materia, inerzia, senza alcuna prova di spirito, forza, attività.

Nella terra, o bilancia, sfera che è essa stessa inerte e resistente, agisce sugli altri tre elementi, cancro, leone e vergine, e fa sì che i quattro mondi si manifestino nella sfera terrestre. La sfera terrestre si erge in qualche modo sui quattro mondi in essa mentre la Sostanza si erge sulle quattro sfere. La sfera di fuoco che agisce all'interno della sfera dell'aria e quella che agisce all'interno della sfera dell'acqua all'interno della sfera terrestre, fa sì che una rappresentazione della sfera del fuoco o del cancro sia nell'elemento terra, come il mondo della luce o del cancro. In modo simile, la sfera aerea, leo, che agisce all'interno della sfera dell'acqua e quella all'interno della sfera terrestre, agendo tutti attraverso il mondo della luce, fa sì che il mondo della vita, o leo, sia nel mondo della luce. Quindi, l'acqua, la Vergine, la sfera, agendo all'interno della sfera terrestre, ed entrambi agendo attraverso la luce e i mondi della vita, fanno sì che la forma, o la Vergine, il mondo sia nel mondo della vita. Il mondo fisico, o bilancia, esiste perché le sfere del cancro, del leone e della vergine agiscono all'interno della sfera della bilancia e fanno sì che i mondi del cancro, del leone e della vergine al suo interno mantengano il mondo fisico.

La materia della luce o del cancro, della vita o del leone, della forma o della vergine, e dei mondi fisici o della bilancia, non è quindi il puro fuoco, aria, acqua e terra. Si differenzia dalla pura materia elementale in quanto la materia nei quattro mondi è mescolata e in quanto è limitata dall'elemento inerte della terra.

Le sfere del cancro, del leone, della Vergine e della Bilancia mantengono i mondi del cancro, del Leone, della Vergine e della Bilancia. I mondi con gli elementi delle sfere che agiscono attraverso di loro allo stesso modo mantengono in ciascuno di questi quattro mondi quattro piani, vale a dire ulteriori divisioni della materia in ciascun mondo. I piani, con le sfere e i mondi che agiscono attraverso di essi, allo stesso modo mantengono in ciascuno di questi piani quattro suddivisioni, che sul piano fisico sono chiamate i quattro stati di radiante o cancro, arioso o leo, fluido o virgo e materia solida o bilancia . I termini sfere, mondi, piani e stati della materia designano le divisioni della materia, e in ogni insieme di divisioni gli elementi essenziali sono i tipi di cancro, leo, vergine e bilancia.

Nell'universo così mantenuto o portato alla luce solo alcune delle combinazioni dei quattro stati di materia del cancro, del leone, della vergine e della bilancia sul piano fisico, o della bilancia, del mondo fisico o della bilancia. La terra, la bilancia e la luna, la vergine, il sole, il leone e le stelle, il cancro, formano questa piccola porzione.

Parti di tutte le sfere, i mondi, i piani e gli stati della materia sono condensati e concentrati in quadruplici corpi umani, la bilancia (Fig. VII-B). Questi sono centri attraverso i quali circola la materia di tutti i diversi stati, piani, mondi e sfere. I quattro sensi e i loro quattro sistemi sono i mezzi con cui la materia fa il suo giro da e verso i quadruplici corpi. Questa materia è in definitiva costituita dagli esseri, dalle unità della natura dei diversi tipi di cancro, leo, vergine e bilancia. Questi esseri circolano e vengono perforati nei corpi umani e vengono addestrati tra i tempi nella natura esteriore. Come unità della natura possono arrivare fino all'unità di forma del respiro, la Bilancia. Quindi lasciano la categoria delle unità naturali e diventano unità aia, bilancia.

Questo cambiamento può essere fatto solo mentre un'unità è una funzione della forma del respiro, la Bilancia, in un corpo fisico a due colonne, la Bilancia. Un'unità aia è un'entità del tipo bilancia nello zodiaco della sfera terrestre, dove la forma del respiro era un essere del tipo bilancia nello zodiaco del mondo fisico. L'aia è la Bilancia del Sé Trino, si trova tra natura, cancro, Leone, Vergine e Bilancia delle sfere, e il Sé Trino, che è lo scorpione, il sagittario e il capricorno del mondo della luce. L'aia come bilancia mediante la forma del respiro collega la natura e il Sé Trino in un corpo umano; la Bilancia del Sé Trino si collega alla Bilancia della natura.

La fase successiva è quella in cui l'unità aia diventa cosciente come unità del Sé trinitario e cambia da unità della Bilancia dello zodiaco della sfera terrestre in un'unità capricorno correlata allo zodiaco del mondo della luce, corrispondente all'atmosfera noetica del Trino Se stesso. Il cambiamento è fatto in un corpo fisico a due colonne, che è un'entità bilancia del mondo fisico. Dopo il cambiamento, la facoltà del cancro della sfera del Capricorno, l'agente si fa strada verso il Capricorno del mondo della luce, e con il pensatore e il conoscente del Sé Trino diventa consapevole as si; lo fa indipendentemente dal corpo fisico, la bilancia del mondo della bilancia, attraverso il mondo della forma, lo scorpione del mondo della luce e attraverso il mondo della vita, sagittario del mondo della luce. Colui che agisce con il suo Sé Trino diventa consapevole e conosce tutto ciò che c'è di sé e nei quattro mondi, e rimane lì fino a quando non cambia e diventa consapevole come un'Intelligenza, che è un'unità capricorno della sfera di fuoco. Questi cambiamenti possono essere fatti solo mentre tutte le parti del Sé Trino, il suo intero zodiaco, sono incarnate in un corpo fisico a due colonne, un'entità bilancia.

L'Intelligenza, cioè l'unità del Sé Trino che è diventata cosciente come unità di Intelligenza, diventa cosciente nei tre gradi delle sue tre sfere che sono quelli dello scorpione, del sagittario e del capricorno del capricorno o della sfera di fuoco. Quando ha raggiunto la perfezione come tale Intelligenza di altissimo livello, passa dalla materia al non manifestato ed è presente l'identità cosciente, l'acquario. L'unità deve aver attraversato tutti i punti del cerchio di materia e tutte le differenze rappresentate nella manifestazione dei dodici punti del cerchio di materia, la sfera di fuoco, prima che possa diventare Coscienza Conscia. In questo modo la figura zodiacale mostra lo scopo dell'Universo.

Questo scopo di trasformare la Sostanza in Coscienza e il modo in cui i cambiamenti sono realizzati attraverso un corpo umano, in bilancia, non possono altrimenti essere dimostrati a coloro che agiscono nei corpi umani. Si può fare una dichiarazione dello scopo, e si confronterà con altre affermazioni, come ad esempio che lo scopo è di glorificare Dio, o di migliorare gli uomini migliorando progressivamente le loro "anime", o che non vi è alcuno scopo verificabile.

Il motivo per cui lo scopo non è dimostrabile è che solo una piccola parte dell'Universo è aperta alle indagini e che anche quella piccola parte non può essere riconosciuta correttamente. Dal punto di vista umano, cioè fino alla corsa degli esseri umani, solo il piano fisico, la forma e i piani di vita del mondo fisico della sfera terrestre sono intelligibili. Questi piani sono invasi consapevolmente dalle parti fisiche, emotive e intellettuali degli esseri umani e sono i mezzi per le concezioni scientifiche, filosofiche e religiose dell'uomo e di questo universo, cioè l'universo visibile, fisico. Anche il piano di luce del mondo fisico non è evidente e non è invaso coscientemente. Per quanto riguarda gli stati della materia, solo i sottostati che sono quelli del solido stato della materia sul piano fisico del mondo fisico sono evidenti alle percezioni dell'uomo. Le sue imperfezioni fissano i confini della percezione e del concepimento. Quindi non tutti i colori e le sfumature di colore sul piano fisico possono essere visti, né si possono vedere tutte le forme; e molte cose ed esseri rimangono invisibili; e non si vede altro che superfici, compattate su superfici fino a quando visibili.

Le concezioni sono un passo avanti rispetto alle percezioni. Tuttavia, le concezioni non possono andare oltre questo un passo avanti fino a quando le percezioni non le verificano e le approvano e fanno quel passo. Il progresso è in qualche modo simile a quello fatto dai piedi di un deambulatore, il cui piede destro non può fare un altro passo fino a quando il piede sinistro non ha fatto un passo.

Né i fatti sono disponibili sul lato intelligente alla corsa degli esseri umani su cui basare un'opinione intelligente dello scopo dell'Universo, incluso il significato della loro vita in esso. I fatti qui non sono questioni di percezione attraverso i sensi, ma sono condizioni psichiche in cui si è coscienti. Gli uomini sono consapevoli della loro vita psichica. Questa vita consiste di sentimenti e desideri, di pensare di cui sono consapevoli in modo indifferente e di identità. Sono così coscienti fino a quando non arrivano alla porta della morte. Mentre attraversano il cancello tutti gli esseri umani, cioè la combinazione delle parti incarnate degli autori con i sensi della natura, sono incoscienti. In alcuni degli stati dopo la morte sono di nuovo coscienti come gli esseri umani. Le loro esperienze sono limitate a ciò di cui erano consapevoli durante la vita passata.

Quando riemergono nei corpi umani sulla crosta terrestre, non sono consapevoli di nulla del passato. Quindi nessun fatto è utilizzabile per testare una teoria riguardante lo scopo dell'universo e lo scopo della loro vita in esso, e non viene data loro alcuna ragione per lottare per la temperanza e la virtù. I limiti delle percezioni e delle concezioni sono mostrati dai loro problemi. Perché pensano con il corpo-mente in termini di sensi e di tempo e non possono pensare al di là di esso, chiedono: chi ha creato il mondo, se non Dio? Un "Dio" non l'ha creato, è stato lui stesso creato. Non è mai stato creato, lo è sempre stato; solo la crosta terrestre esterna cambia, scompare e riappare periodicamente. Dicono: non ho chiesto di venire al mondo; perché sono nato Cosa ha causato la prima causa? Tali domande non possono essere affrontate perché si basano su una scarsa esperienza e un pensiero insufficiente. Parlano di spazio e significano la materia così bene che non la concepiscono. Lo spazio, in cui tutta la materia è, è oltre la loro concezione.

In tutte queste domande la figura zodiacale applicata all'universo e all'uomo, porta lo studente immediatamente al di là di tali limiti delle sue concezioni. Lo zodiaco rappresenta le relazioni di tutte le unità nell'Universo. Il cerchio mostra lo scopo dell'Universo di essere il cambiamento della materia in Coscienza mostrando gli stadi progressivi attraverso i quali viene raggiunto lo scopo.